Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il tempo di vivere con te - Giuseppe Culicchia - copertina

Il tempo di vivere con te

Giuseppe Culicchia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2021
In commercio dal: 2 febbraio 2021
Pagine: 168 p., Brossura
  • EAN: 9788804722359

11° nella classifica Bestseller di IBS Libri Società, politica e comunicazione - Politica e governo - Attivismo politico - Terrorismo, lotta armata

Salvato in 124 liste dei desideri

€ 16,15

€ 17,00
(-5%)

Punti Premium: 16

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il tempo di vivere con te

Giuseppe Culicchia

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il tempo di vivere con te

Giuseppe Culicchia

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il tempo di vivere con te

Giuseppe Culicchia

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (12 offerte da 16,15 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Giuseppe Culicchia tiene in serbo queste pagine da più di quarant'anni. Perché la morte di Walter Alasia, al cui nome è legata la colonna milanese delle Brigate Rosse, è una storia dolorosa che lo tocca molto da vicino: per il Paese è un fatto pubblico, uno dei tanti episodi che negli anni di Piombo finivano tra i titoli dei quotidiani e dei notiziari televisivi; per lui e la sua famiglia è una ferita che non guarirà mai.

«A quarant'anni di distanza, Culicchia ha scritto un libro, Il tempo di vivere con te, che è insieme memoria, ricostruzione storica, elaborazione del lutto, lontano da ogni forma di giustificazione o indulgenza verso i crimini delle Brigate Rosse» - Cristina Taglietti, la Lettura

Walter Alasia, di anni venti, era figlio di due operai di Sesto San Giovanni. Giovanissimo aveva cominciato la sua militanza in Lotta Continua, ma poi era entrato nelle fila delle Brigate Rosse. Nella notte tra il 14 e il 15 dicembre 1976 la polizia fece un blitz a casa dei suoi genitori per arrestarlo. Lui aprì il fuoco, e nel giro di pochi istanti persero la vita il maresciallo dell'antiterrorismo Sergio Bazzega e il vicequestore di Sesto San Giovanni Vittorio Padovani. Subito dopo tentò di scappare, ma venne raggiunto dai proiettili della polizia. Giuseppe all'epoca ha undici anni e Walter è suo cugino. Ma in realtà è molto di più: è il fratello maggiore con cui non vede l'ora di passare le vacanze estive, che gli insegna a giocare a basket, che lo carica sul manubrio della bicicletta e disegna per lui i personaggi dei fumetti che ama. È un ragazzo affettuoso, generoso, paziente, e agli occhi di Giuseppe incarna un esempio. In questo memoir asciutto e allo stesso tempo accorato Culicchia ricostruisce ciò che da bambino sapeva di Walter, scavando nei propri ricordi alla ricerca dei germi di ciò che sarebbe stato, e lo confronta con quello che crescendo ha appreso di lui dalla sua famiglia, ma anche dai giornali e dai libri di storia. E così facendo racconta gli anni della lotta armata e del terrorismo da una prospettiva assolutamente unica. Non c'è vittimismo, non c'è retorica, c'è il dolore di un bambino che a undici anni perde in una sola notte un affetto immenso e tutte le certezze che credeva di avere, unito alla lucidità di un grande scrittore che ha cercato per oltre quarant'anni la giusta distanza per raccontare questa storia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,2
di 5
Totale 5
5
1
4
1
3
2
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    paola g

    09/05/2021 09:06:50

    Non cercavo un saggio storico, infatti gli elenchi di eventi e nomi, presenti soprattutto all inizio, sono la parte meno interessante. Cercavo il rapporto di due cugini, che viene illustrato molto bene dall autore. È ovvio che culicchia faccia trasparire l’amore per Walter, nonostante fosse un terrorista, ma non ho trovato così sbilanciato e fastidioso il libro, pur non essendo riuscita a empatizzare del tutto col protagonista (se si sfocia nella violenza c è sempre qualcosa di sbagliato). Il racconto è comunque interessante, specialmente per una sestese come me (nata proprio nel 76 e quindi senza memoria diretta delle vicende)

  • User Icon

    LucaMilano

    22/04/2021 19:00:26

    Culicchia non è uno storico e non mi aspettavo un' analisi oggettiva dei fatti, è un libro intimo, coraggioso, totalmente di parte e sbilanciato che tuttavia avrebbe meritato una coscienza critica e un maggior equilibrio pur conservando il parere personale e la comprensibile tenerezza per l'amato cugino. Culicchia scrive come se lo avesse fatto ad 11 anni, con lo stesso trasporto e l'assolutezza tipica del bambino, forse è proprio questo il senso del libro che giustificherebbe tanti aspetti. aldilà di questo a tratti è davvero prolisso in certe elencazioni, però le bellissime foto e alcuni passaggi ci trasmettono emozione su momenti familiari cosi teneramente approfonditi e non è privo di spunti di riflessione in merito ad una generazione che fu travolta dall'ideologia e dalla passione. Ho letto che Culicchia ha incontrato il figlio del brigadiere ucciso e che ne è emerso un confronto edificante, sarebbe stato interessante inserire qualche aspetto, ma non era forse questo il senso di questo scritto cosi privato, di questa dedica. Ho profondo rispetto per la tragedia della famiglia Culicchia/Alasia ma ne merita altrettanto il maresciallo Bazzega e suo figlio, che nell'analisi degli eventi è assai piu lucido.

  • User Icon

    Alfonso Campagna

    14/04/2021 14:00:55

    Ho letto d'un fiato questo libro. L'ho letto in due giorni. Abitavo a Milano al tempo di questa tragedia. Mi ricordo l'aprile del 1975, iniziato con il ferimento del giovane neofascista Sergio Ramelli. Poi il giovane compagno Claudio Varalli, Zibecchi, Brasili... Le manifestazioni spontanee di piazza. A Sesto il 15 dicembre 1976 Walter Alasia, questo povero giovane pieno di ideali Cristiani (senza la Pietà Cristiana), è diventato un povero assassino. A sua volta morto. Mi ricordo quegli anni tristi di una guerra civile strisciante fra giovani di opposte fazioni. Certo l'uovo del serpente rimane, a mio avviso, Piazza Fontana, 12 dicembre '69. A volte mi chiedo: senza quella Strage ci sarebbero stati i terroristi? Di ogni fazione. Quanti giovani perduti nella paranoia. Come pretendi di cambiare il mondo ammazzando due carabinieri? Tanto dolore mi ha rinnovato la lettura di questo piccolo altare eretto ad un giovane distrutto dalla 'cupio dissolvi', la cupidigia della dissolvenza. Io sono del '54. Andavamo ai concerti di Guccini. Mi ricordo Francesco De Gregori 'processato' al Palalido. Però la giovinezza avrebbe dovuto essere un antidoto ad una malattia dell'anima nascosta in un anelito (sacrosanto) di Giustizia Sociale. Altri anestetici, gl'innamoramenti, gli amori, l'amicizia, va bene anche gli spinelli... Ma i giovani finiti invischiati nella lotta armata erano veramente ammalati. Ogni loro energia si trasformava in un greve, inerte buco nero, che non era altro che il 'disperato fastidio di esistere'. Avrebbe dovuto cedere le armi e placarsi, quel mattino, Walter Alasia, non sparare. Provo tanto dolore per lui e per tutte le vittime. Io avrei preferito il silenzio. Culicchia ha pubblicato un buon libro ma in questa 'sua' Spoon River non c'è riscatto. Rimane la tristezza e la certezza che alla Politica potremo sempre chiedere tutto e di più ma non la felicità.

  • User Icon

    philo

    23/03/2021 10:14:22

    Descrizione del rapporto che lo scrittore ha avuto con il cugino poi rivelatosi brigatista. E' un elogio ed una apologia delle brigate rosse di quanto erano avanti con la loro rivoluzione che poi ha portato solo dolore e morte. Dei due poliziotti uccisi dal cugino, Walter Alasia, tre strimnzite righe a pagina 133. Dei figli lasciati a crescer da soli grazie al nostro Walter altre tre strminzite righe poco più avanti. Risulta addirittura la madre compiacente con Walter che lo aiuta e diventa confidente nonchè partecipe di una azione terroristica non cruenta con il figlio e Curcio. Onore ai caduti onore alle persone che fanno il loro dovere per proteggere noi. Sarebbe bastato poco, poche parole, un capitolo dedicato ai poliziotti ed ai famigliari per poter leggere il libro serenamente dargli credibilità e considerare gli eventi narrati parte della nostra storia.

  • User Icon

    flavioalberto

    05/03/2021 09:57:32

    Si legge d'un fiato. Dopo l'asfissiante sequenza iniziale di eventi e vittime causati dalle Brigate Rosse negli "anno di piombo", l'intensissima biografia sentimentale che l'autore dedica al cugino scomparso in quei frangenti drammatici, scava a ritroso, nella memoria di un prima, nell'infanzia felice degli incontri di famiglia sui prati durante le vacanze estive. Erano gli anni in cui l'Italia cresceva economicamente e la cultura politica permeava le relazioni sociali, le identità singole e collettive..nel caso del protagonista fino alle estreme conseguenze. L'autore era un bambino giocoforza ignaro dei conflitti che lo circondavano, del tutto legato all'affetto struggente che lo legava al cugino e alla sua famiglia. Fino al terribile epilogo, alla fine brutale dell'incantesimo che solo la memoria può conservare. "Il passato di un'illusione", per citare Furet, un'illusione delirante e tragica.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Giuseppe Culicchia Cover

    Scrittore italiano. Ormai considerato una delle voci più autentiche della narrativa italiana degli ultimi anni, è stato scoperto da Pier Vittorio Tondelli che aveva pubblicato alcuni suoi racconti nell'antologia Papergang-Under 25. Ispirato da autori come Hemingway, Carver, Bukowski e Bret Easton Ellis, ha esordito nel 1994 con Tutti giù per terra, romanzo che si è rivelato uno dei casi letterari più sorprendenti degli ultimi anni ed è stato vincitore dei Premi Montblanc e Grinzane Cavour. Nel romanzo lo scrittore racconta le vicende di un giovane poco più che ventenne, Walter, che affronta le paure, le incertezze e la fragilità del mondo giovanile nella Torino di fine anni Ottanta con perplessità, disillusione e soprattutto un'irresistibile... Approfondisci
Note legali
Chiudi