Il teorema delle menti

Marcos Chicot

Traduttore: E. Rolla
Editore: TEA
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 20 aprile 2017
Pagine: 574 p., Brossura
  • EAN: 9788850245840
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    paola

    04/10/2015 12:52:14

    avvincente storia thriller, basata sulla suddivisione in due periodi differenti ,colpo di scena finale!!bello

  • User Icon

    Luciano

    01/10/2015 19:36:32

    Nella mia recensione al prequel di questo libro [v. Chicot - l'Assassinio di Patagora] ho espressa un voto alto, anche grazie allo stile dello scrittore. Diciamo che il Teorema delle menti, che si pone come seguito del su menzionato libro, mi ha lasciato un po' di delusione, non tanto per la parte del libro che ripercorre i binari della storia ambientata ai tempi di Pitagora e che era oggetto del prequel, quanto per la parte del libro che costruisce una storia ambientata ai giorni nostri, e ponendo un legame tra le due basata sull'esistenza di due organizzazioni eredi l'una di Pitagora & co., l'altra del suo acerrimo nemico Khaos, che combattono tra loro attraverso i secoli. Ho trovato un po'trito e ritrito questo elemento. Inoltre, la storia ambientata nel presente ha poco spessore. Avrei preferito un libro costruito tutto intorno alle storie di Arianna, Akenon e Pitagora. Vale la pena di acquistarlo, comunque, per continuare a seguire le vicende di Arianna & co. Ma, per i suddetti motivi, il mio voto sull'operato di Chicot scende. Un vero peccato :-(

  • User Icon

    Clara

    21/09/2015 18:39:44

    Avevo letto il primo libro e mi era piaciuto molto, quindi mi aspettavo che anche questo fosse altrettanto bello, invece mi ha deluso, soprattutto perchè ci sono tante scene di violenza gratuita che l'autore poteva evitare. Anche il finale poi mi ha lasciata perplessa. Di positivo c'è che la trama è avvincente quindi ti invoglia a continuare a leggerlo, però ripeto, a mio avviso, troppo cruento.

  • User Icon

    sergio

    14/08/2015 10:29:39

    Molto bello. Interessante, coinvolgente ed intrigante, forse ancor piu' del primo, soprattutto nella seconda meta'del libro. In certe fasi poco realista,al limite della fantascienza. Comunque un ottimo libro, da gustare in spiaggia o nelle calde notti di un'estate che non ci lascia dormire.

  • User Icon

    nick

    01/07/2015 12:07:13

    Molto diverso dal primo.Quello è un romanzo essenzialmente storico, che pone in primo piano Pitagora e la sua scuola con gli insegnamenti di filosofia, religione, politica, nella Magna Grecia. Il secondo, in modo inatteso, fatta eccezione per la descrizione della vita a Cartagine, lascia tale traccia per offrire un buon thriller, che sconfina nel fantasy se non nell'horror. Operazione non perfettamente riuscita. Attendiamo il terzo.

  • User Icon

    Marco

    19/06/2015 08:27:01

    Buon seguito de l'assassino di Pitagora ( anche se con alcuni colpi di scena un pò "filmeschi" ). Si legge molto volentieri e fa venire voglia di approfondire argomenti filosofici che normalmente non catturano la nostra attenzione. Già questa è nota di merito ......

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
Sono... vivo! Trattenne il respiro, paralizzato in uno spasmo da neonato. L'improvvisa percezione del mondo gli inondava la mente. Il suo corpo inspirò una boccata d'aria quasi agonizzante, come un naufrago strappato alla nere acque della morte. Un'intensa ondata di piacere e dolore gli fece vibrare ogni muscolo. Aprì gli occhi, si avvicinò le mani alla faccia e le esaminò nella penombra tiepida. Meraviglioso... Le girò lentamente e le osservò, affascinato, chiudersi e aprirsi; poi abbassò lo sguardo per contemplare il resto del suo involucro corporeo. Era seduto, e si alzò con difficoltà. La sua mente si stava ancora dispiegando, abituandosi al ritorno al tempo e allo spazio. Fu gradualmente inondato dall'energia di un rancore eterno e ne assaporò il gusto amaro. Il desiderio di vendetta gli ruggiva dentro come un immenso incendio... Ma non aveva alcun bisogno di affrettarsi. Era immortale.