Le terzine perdute di Dante - Bianca Garavelli - ebook

Le terzine perdute di Dante

Bianca Garavelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Rizzoli libri
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Pagine della versione a stampa: 348 p.
  • EAN: 9788858680179
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Parigi, 1309. Dante, in esilio, stanco e spaventato, vive nel terrore di essere perseguitato dai suoi numerosi nemici. Una delle sue poche consolazioni è la compagnia di una donna misteriosa, Marguerite Porete, una mistica accusata di eresia della quale Dante diventa il miglior allievo, e che lo conduce nel centro di una guerra spietata fra due ordini che agiscono nell'ombra. In gioco c'é un pericoloso segreto, una profezia di cui l'Alighieri è il depositario prescelto. Ed è il filologo medievale Riccardo Donati a mettersi sulle tracce di quel mistero centinaia di anni dopo, nella Milano dei giorni nostri: mentre esamina un antico manoscritto si imbatte in quella che ha tutta l'aria di essere la firma autografa di Dante. Sarà l'inizio di una vorticosa e inattesa avventura che stravolgerà per sempre la vita di Riccardo, e non solo. Un romanzo sospeso tra passato e presente, tra storia, letteratura e azione, per un thriller storico che si trasforma in una caccia all'uomo frenetica e appassionante.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,11
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Laura

    11/03/2019 20:14:23

    Dante è «lo mio maestro e ‘l mio autore»: di lui amo la straordinaria capacità visionaria, la certezza di un mondo migliore possibile, la dignità nella sventura. Elementi tutti che ho ritrovato nelle Terzine perdute di Dante di Bianca Garavelli, apprezzata dantista che in questo romanzo - scritto in una prosa elegante e scorrevole - dà prova di saper costruire un intreccio coinvolgente, giocato su due piani temporali: il Trecento e la città rifugio di Parigi del grande fiorentino, che grazie alla poesia può letteralmente salvare il mondo, e il qui e ora di Riccardo, filologo per passione, insegnante per necessità. Tempi, luoghi, vicende che corrono paralleli per poi acquistare forza e significato gli uni dagli altri, fino al finale che, in crescendo emozionante, rende ragione della luce non scontata del Paradiso .

  • User Icon

    Laura

    11/03/2019 20:13:15

    Dante è «lo mio maestro e ‘l mio autore»: di lui amo la straordinaria capacità visionaria, la certezza di un mondo migliore possibile, la dignità nella sventura. Elementi tutti che ho ritrovato nelle Terzine perdute di Dante di Bianca Garavelli, apprezzata dantista che in questo romanzo - scritto in una prosa elegante e scorrevole - dà prova di saper costruire un intreccio coinvolgente, giocato su due piani temporali: il Trecento e la città rifugio di Parigi del grande fiorentino, che grazie alla poesia può letteralmente salvare il mondo, e il qui e ora di Riccardo, filologo per passione, insegnante per necessità. Tempi, luoghi, vicende che corrono paralleli per poi acquistare forza e significato gli uni dagli altri, fino al finale che, in crescendo emozionante, rende ragione della luce non scontata del Paradiso .

  • User Icon

    Booksmelling

    28/02/2019 12:50:24

    Sono stupitissima dalle due recensioni negative di questo libro presenti su questo sito, che mi costringono a cercare di raddrizzare la visuale degli eventuali lettori. Il libro è ottimo sotto tutti i punti di vista e adatto a qualsiasi tipo di lettore e livello di lettura. Certo chi si aspetta un ‘giallaccio’ o un libro ‘da treno’, un thriller americano letterariamente scadente, rimarrà deluso, perché qui la dantista Bianca Garavelli ha compiuto il miracolo di coniugare la qualità e la quantità del suo sapere su Dante con una trama avvincente, ricca di invenzioni interessanti e coinvolgenti (come la vicenda dell’“ordine delle beatrici” o il ruolo di Margherita Porete), che solleva molte questioni senza però mai intralciare una scrittura lineare e scorrevole, piacevolissima. Prendete un Dan Brown qualunque, trasformatelo in un libro vero, togliete i vaniloqui esoterici, aggiungete una vera conoscenza storica e una scrittura classica ma raffinata, e avrete qualcosa di simile a questo libro, che mi sento di consigliare a tutti come prodotto riuscitissimo, che potrete leggere sia per svago, sia cercando qualcosa che (sul modello de “Il nome della rosa”) si avvicina di molto alla letteratura.

Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali