L' universo nei tuoi occhi

Jennifer Niven

Traduttore: S. Mambrini
Editore: De Agostini
Collana: Le gemme
Anno edizione: 2017
Pagine: Rilegato
  • EAN: 9788851144340

Età di lettura: Young Adult

90° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Young Adult

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,66

€ 14,90

Risparmi € 2,24 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

"Possibile che nessuno se ne accorga? Perché nessuno mi dice: “Ehi, mi sembri sopraffatto dal mondo, liberati di questo peso, lascia che sia io a portarlo per un po’ al posto tuo."

Quando ho saputo che sarebbe giunto in libreria "L'universo nei tuoi occhi" di Jennifer Niven, il mio cuore si è riempito di gioia. L'autrice è la stessa che mi ha trafitto l'anima con "Raccontami di un giorno perfetto" e non nascondo che l'impazienza di leggere la sua nuova pubblicazione minacciava di togliermi il sonno.

L'avventura che racchiude è potente e preziosa, bella e struggente come solo la Niven è in grado di crearne. Decisamente un libro perfetto per gli adolescenti, ma che può essere amato da lettori di tutte le età. Un piccolo diamante grezzo, che splende nel firmamento della letteratura YA!

"E a tutte le altre dico: siete desiderate e desiderabili. Grasse e magre, alte e basse, carine o bruttine, estroverse o timide. Non permettete a nessuno di sostenere il contrario. Nemmeno a voi stesse. Soprattutto a voi stesse."

Quella de "L'universo nei tuoi occhi" è una storia d'amore, verso il prossimo e verso se stessi. Una storia di verità scomode, crude, che possono disturbare, ma che fanno soprattutto pensare a quanto sia difficile amarsi nonostante tutto.

Lo sanno bene Libby e Jack, i protagonisti le cui voci ci condurranno nelle loro vite apparentemente molto diverse. Eppure, per quanto distanti possano sembrare, entrambi lottano a modo loro per far sì che non siano le loro diversità a definirli. In un mondo in cui l'unica cosa che appare necessaria è l'omologazione, Libby e Jack devono proteggere il loro cuore sfoderando gli artigli. E lo fanno. A volte anche facendosi male a vicenda, ma come si può giudicare chi ferisce per non soccombere?

Libby, e Jack, così diversi eppure così simili, iniziano un percorso che ridefinirà le loro vite e grazie al sentimento meraviglioso che li unisce impareranno ad amare i propri difetti, a discapito di tutto.

"Non ti conosco, ma sono sicura che anche tu hai qualche problema. Magari hai un corpo da modella e un viso perfetto, ma scommetto che anche tu nascondi delle insicurezze."

Ancora una volta Jennifer Niven ha deciso di raccontare una storia difficile da digerire, delicata e feroce ma in qualche modo necessaria, perché per quanto possa far male, in fin dei conti, trasmette un messaggio fondamentale.

E lo fa usando la forza dell'amore, celebrando le diversità che ci rendono unici, attraverso la voce di un'adolescente che non accetta di farsi schiacciare dal giudizio altrui. Libby, che in seguito alla morte improvvisa della madre si è accanita sul cibo al punto da non potersi più muovere dal letto, è la prova che tutti hanno diritto a una seconda possibilità. E con la sua forza, le sue fragilità e la sua voglia di sorridere, ci insegna che la diversità non è un'onta e che lottando è possibile infrangere i propri limiti e quelli degli altri.

Anche Jack è fonte di ispirazione e insegnamenti, di batticuori e sospiri, di sorrisi spontanei e voglia di tenerezza. Ma temo che il suo personaggio non sia stato caratterizzato in modo brillante, non quanto quello di Libby. Ho trovato in effetti un po' debole la sua storyline e quella della sua famiglia.

Nonostante ciò, la Niven sa come incatenare alle pagine e creare quella magia che ti porta a dimenticarti di tutto ciò che non siano le sue parole: leggete i suoi libri!

Recensione di Glinda Izabel

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena

    15/08/2017 10:29:09

    Un bel libro, sui sentimenti e sul coraggio di essere quello che si vuole, indipendentemente dall'involucro in cui alberga l'anima. Stile che cattura, quello che ci vuole per far scorrere le pagine. Il mondo degli adolescenti è ben descritto, e, anche se non sono più un'adolescente, mi sono ritrovata a rivivere certe passioni e certi slanci tipici di quell'età. Consiglio questa lettura a persone di tutte le età.

  • User Icon

    nadia

    05/07/2017 16:02:09

    A parte la traduzione approssimativa del titolo, che non è fedele all'originale... ma quanto bella è la copertina? Mi piace un sacco nella sua semplicità. Venendo al romanzo, questa autrice è una delle mie preferite nel panorama del young adult, ha davvero una sensibilità notevole nel descrivere il turbinio di sentimenti che caratterizzano gli adolescenti. I suoi personaggi sono sempre credibili e mai esagerati o esasperanti. A voler essere pignola, non ho trovato in questo libro la profondità del primo romanzo "Raccontami di un giorno perfetto", in cui la figura di Finch era davvero speciale e indimenticabile. Ma nel complesso è stata una lettura positiva, e sicuramente acquisterò i futuri romanzi della Niven.

  • User Icon

    A volte penso che recensire un libro non sia poi così facile, soprattutto quando ti trovi a dover esprimere il tuo parere su un libro che ti ha lasciato un bagaglio indescrivibile di emozioni ed insegnamenti, come questo di Jennifer Niven. Hai il timore di non riuscire ad esprimere il giudizio che si merita. L'universo nei tuoi occhi, che è il primo romanzo che leggo di Jennifer Niven, è uno di quei romanzi young adult che possono essere letti a qualunque età, che tu sia un adolescente od una persona più adulta, non importa: questa storia ti lascerà senza dubbio un insegnamento in più e sicuramente una marea di riflessioni. due protagonisti, Libby e Jack, rappresentano la realtà e la loro storia ci racconta una triste verità che molti, troppi adolescenti, vivono ogni giorno. Le loro vicende si trasformano in un inno contro il bullismo, male dilagante soprattutto nella nella società di oggi che rende un inferno la vita di molte persone. Libby ci insegna molto, ci insegna ad essere forti, a ritornare in superficie dopo aver toccato il fondo e ad apprezzarci per quello che siamo. Ci fa capire che in fondo non è importante il giudizio degli altri e che dobbiamo amarci senza essere condizionati dalla cattiveria delle altre persone. L'universo nei tuoi occhi ha decisamente colpito il mio cuore. Mi ha fatto versare un bel pò di lacrime facendomi ripensare al passato, alla mia difficoltà nell'inserirmi tra i miei coetanei a causa del mio carattere introverso. Al voler "splendere" come tutti gli altri e smettere di vivere chiusa nella propria bolla e alla fatica che ho fatto nel cambiare. Cosa mi rimane da dire? Che è uno dei migliori romanzi del genere che io abbia mai letto, che lo consiglio a tutti. Vorrei tanto che tutti leggessero questo libro, che nelle scuole venisse fatta leggere questa storia che ha tanto tanto da insegnare.

  • User Icon

    Dal BLOG erigibbi

    25/05/2017 07:45:44

    I protagonisti di questo libro sono Jack e Libby. Jack soffre di prosopoagnosia un deficit percettivo acquisito o congenito del sistema nervoso centrale che impedisce di riconoscere i volti delle persone (presupponiamo che nessuno dei miei lettori abbia la prosopagnosia, voi riconoscete senza problemi vostra madre, vi viene naturale e spontaneo, non ci dovete pensare, Jack deve sforzarsi di recuperare mentalmente le caratteristiche visuo-facciali della madre ad esempio la bocca fatta in un certo modo, i capelli raccolti in un altro modo e così via, questo gli permette con una sicurezza mai del 100% di riconoscere sua madre). Piccolo particolare: nessuno sa che Jack soffre di questo deficit. Libby tre anni prima era stata l’adolescente più grassa d’America con 300kg di peso tanto che un giorno hanno dovuto portarla fuori di casa con una gru perché non riusciva né a passare dalle porte né ad alzarsi dal letto. Ora pesa 150kg e si piace così com’è. Libby non è sempre stata grassa, forse un po’ in forma ma niente di così grave, finché improvvisamente sua madre è morta. Da quel momento per affrontare la mancanza ha iniziato a mangiare e così l’acquisto continuo di peso ha fatto sì che diventasse anche bersaglio dei bulli. Jack e Libby ora frequentano la stessa scuola e tramite un “scherzo” poco divertente si incontreranno. In questo libro ci sono state tante cose che mi sono piaciute ma anche tante cose che mi hanno fatto storcere il naso. Un aspetto che mi è piaciuto è stato il pov alternato, questo infatti permette al lettore di comprendere cosa pensano e cosa provano i personaggi in quel momento però è stato utilizzato male: i capitoli erano veramente troppo corti, a volte anche una sola facciata, di media una pagina e questo non permetteva di entrare in relazione profonda con chi parlava in quel momento, era troppo toccata e fuga. RECENSIONE COMPLETA SUL BLOG erigibbi

  • User Icon

    mauro

    21/03/2017 13:08:32

    Jennifer Niven si conferma una grande scrittrice. Riesce a penetrare nel mondo degli adolescenti, fatto di paure e di speranze, di problemi e di passioni. E scrive un libro bellissimo, con personaggi perfettamente credibili e reali. Ci insegna che si può trovare il coraggio anche quando si pensa di non averne, che dopo una grave perdita la speranza è ancora possibile, e che una delle cose più importanti nella vita è aprirsi agli altri per permettere loro di vedere chi siamo realmente.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione