L' uomo di Calcutta

Abir Mukherjee

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Alfredo Colitto
Editore: SEM
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,1 MB
Pagine della versione a stampa: 348 p.
  • EAN: 9788893901024

nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa straniera - Gialli - Gialli storici

Salvato in 9 liste dei desideri

€ 7,99

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Calcutta, 1919. Non sono neanche le nove di mattina e la calura bagna la camicia di Sam Wyndham, giovane veterano britannico della Grande Guerra con un passato doloroso, arrivato a Calcutta per unirsi alla polizia e iniziare una nuova vita. Di fronte a lui, in un vicolo cieco e buio, c’è un corpo contorto in maniera innaturale e mezzo affondato in una fogna a cielo aperto. Il cadavere è quello di un alto funzionario britannico. L’hanno trovato così, con la gola tagliata, un occhio strappato dai corvi e in bocca un biglietto che intima agli inglesi di lasciare l’India. I suoi superiori credono che si tratti di un omicidio politico commesso dagli attivisti che si battono per l’indipendenza dell’India. Nel frattempo le notizie sul massacro di Amritsar, perpetrato dall’esercito di Sua Maestà, fomentano disordini tra la popolazione. È a rischio la stabilità dell’impero e il capitano Wyndham si trova coinvolto non solo in un’indagine impegnativa, che lo porta dai salotti dei ricchi imprenditori alle fumerie d’oppio dei quartieri malfamati, ma anche nelle lotte intestine dei suoi compatrioti. Deve risolvere il caso in fretta, ma qualcuno fa di tutto per impedirglielo. Ambientato in un’India ricca di fascino, costruito con grande abilità, L’uomo di Calcutta è un romanzo appassionante e pieno di colpi di scena, che cattura il lettore dalla prima all’ultima pagina.
3,5
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    mara regonaschi

    02/04/2019 06:45:46

    E' il 1919. Un reduce britannico della Grande Guerra, privo ormai di legami con la madrepatria, si arruola nella polizia e si trasferisce nella umida Calcutta, dove sarà immediatamente investito dell'indagine relativa all'uccisione di un ricco uomo d'affari inglese. La lettura è scorrevole e piacevole, poco intrigante invece lo sviluppo della trama, ma molto interessante il contesto storico e culturale intorno ai quali si sviluppa: siamo nella strategica zona del Bengala nell'India colonizzata dagli Inglesi, in un periodo in cui comincia a diffondersi una spinta indipendentista e l'insoddisfazione della popolazione. Bene viene descritta la controversa relazione fra le parti: il popolo indiano fiero e fiducioso della proprio millenaria cultura ("In India non c'è bisogno di parlare con una donna finchè non l'hai sposata. E' uno dei vari punti in cui la mia cultura è superiore alla sua, signore"), ma allo stesso tempo affascinato dall'organizzazione e modernità inglesi. Questi ultimi sicuri della propria superiorità militare e civile ma affascinati dalle contraddizioni, dalla sensualità, dalla grandezza dell'India (Cristo, non lasciamo che nemmeno i fatti possano danneggiare l'immagine che vogliamo mantenere. Guardi gli atlanti che danno ai bambini a scuola: India e Inghilterra sono l'una accanto all'altra e ciascuna occupa un'intera pagina. Non le mostriamo in scala, per non far capire a quei bambinetti scuri di pelle quanto l'Inghilterra sia minuscola in confronto all'India".

  • User Icon

    Pola

    10/03/2019 22:33:56

    “L’uomo di Calcutta”, che è un piacevolissimo romanzo ambientato a Calcutta nel 1919. Tra queste pagine non solo accompagnamo il giovane veterano britannico Sam Wyndham nella risoluzione di un caso di omicidio, ma grazie alla storia ambientata in India, ci immergiamo nella storia indiana di quegli anni, colonialismo inglese, ingiustizie perpetrate a danno della popolazione locale, voglia di libertà e rivalsa. Ho apprezzato molto la contestualizzazione sia del protagonista sia quella storica-sociale, perché mi ha permesso di entrare appieno nelle dinamiche di un paese complesso e affascinante come quello indiano che negli anni venti dello scorso secolo stava iniziando a sentire la necessità di muovere i primi passi verso la propria indipendenza. Primo di una serie di romanzi che non vedo l’ora di leggere per sapere che fine faranno i protagonisti a cui già sono affezionata.

| Vedi di più >
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali