Vermi. Diario d'amore

Giovanna Giolla

Editore: TEA
Collana: Neon!
Anno edizione: 2006
Formato: Tascabile
In commercio dal: 28 settembre 2006
Pagine: 184 p., Brossura
  • EAN: 9788850212361
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 5,40

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sally

    13/12/2013 15:32:14

    Questo libro non mi è piaciuto per nulla, le descrizioni dell'India, come hanno già detto, sono un concentrato di luoghi comuni, non ci si riesce ad appassionare alla protagonista. Un libro piatto che non trasmette nessuna emozione.

  • User Icon

    Folletto

    28/04/2012 17:33:42

    Monserrat è splendida, un'eroina. Le descrizioni dei passaggi, dell'amore e del sesso restano impressi nella mente. "Vermi" si posa come una farfalla sul cuore del lettore per poi trafiggerlo nel profondo.

  • User Icon

    Angela

    28/09/2010 10:42:30

    In base alle altre recensioni mi aspettavo una lettura diversa, migliore, descrizione di sesso volgare e crudo, non mi sono appassionata al personaggio di monserrat che sinceramente sembra prendere tutto per buono ... senza pensare a ciò che vuole e che le piace, lettura deludente

  • User Icon

    aldocaponetto

    18/07/2007 20:34:57

    Vermi è un romanzo geniale per due motivi, fondamentali. Scritto con una lingua musicale che rende la lettura un autentico godimento,permette di vedere e sentire come in un film scene,personaggi,dialoghi. E' speciale perchè è sia una storia d'amore pazzesca,che un viaggio in un paese,che pochi hanno descritto cosi bene.Aldo

  • User Icon

    olmo

    16/07/2007 22:20:18

    Mi è stato consigliato di leggere Vermi"diario d'amore"della giovane scrittrice Giovanna Giolla da un mio carissimo amico che stimo e ringrazio perchè mi ha dato l'opportunità di leggere un libro fatto bene e coinvolgente.La storia regge i ritmi imposti dalla scrittrice che non si nega nei dettagli di un'India descritta con molta cura di particolari inediti;La storia d'amore di Monserrat,giovane eroina dei nostri giorni,offre una speranza al lettore,che nulla è mai perduto e definitivo quando si ama veramente.Complimenti.Olmo

  • User Icon

    Leonardo Moro

    11/07/2007 16:58:11

    "Vermi.Diario d'amore" è un libro che trasuda di vita. Scritto in maniera brillante e coinvolgente. E' pieno di poesia e di coraggio. Un romanzo sul perdersi e sul ritrovarsi,una vera e propria ossessione d'amore. Da leggere,rileggere e consigliare.

  • User Icon

    matteo grimaldi

    05/07/2007 00:24:33

    Ho letteralmente divorato questo libro. Vermi è il diario di Monserrat, un viaggio nello spazio e nell’intimo sentire, dove amore e allucinazioni si intrecciano in modo indissolubile. Scene intense, che richiamano l’anima e la catalizzano sulla pagina. Una scrittura incisiva, che taglia e resta con poche parole. Senza fronzoli, secca e definitiva come un’accettata violenta, romantica come un bacio leggero e indimenticabile. Ti fa entrare nelle vene di Monserrat, e ti nutre di quel calore contemporaneamente sporco e puro. Leggete Vermi, perché Giovanna Giolla è una rivelazione, perché Giovanna Giolla sembra conoscere il segreto per narrare le emozioni.

  • User Icon

    Davide Fent

    27/06/2007 21:03:14

    Un Romanzo poetico sul viaggio e sull' Amore. La Vita è un grande viaggio, in Vermi c' è la Passione per la Vita e la curiosità, c' è l' elogio della fuga, in una poetica contemporanea senza eguali. Davide Fent

  • User Icon

    Miz

    20/06/2007 12:10:51

    Questo romanzo mi ha preso per mano e mi ha accompagnato nel cuore. Nel mio cuore. Ha sfondato porte chiuse a chiave da anni puntando il dito verso le pulsioni ed i desideri sopiti sotto un manto spesso di foglie morte. Mi ha commosso, stupito, amareggiato e affranto. Questo romanzo ha come protagonista un'eroina indiscussa, l'eroina del cuore. L'essenza di donna senza paura d'amare, quella che tutte noi vorremmo possedere. "Vermi" mi ha donato emozioni infinite che, anche quando ho voltato l'ultima pagina, sono rimaste sulla pelle per giorni. Ancora oggi ogni tanto ci penso, a lei, a Monserrat, alla sua India, al suo Davide, al suo cuore.

  • User Icon

    fabio

    19/06/2007 17:02:35

    "Quelli che mi lasciano proprio senza fiato sono i libri che quando li hai finiti di leggere e, tutto quello che segue, vorresti che l'autore fosse un tuo amico per la pelle e poterlo chiamare al telefono tutte le volte che ti gira." (da "Il giovane Holden" di Jerome David Salinger) Chi non riesce ad apprezzare questo Diario non ha colto sicuramente la profondità di un mondo in immagini e parole in cui ci si immerge da subito. In un vortice tra un passato-occidente in cui si è ancorati dalla nascita ad un presente-oriente in cui si dà un senso alla libertà e ci si scrolla di dosso i clichè. Monse ci trascina come ipnotizzati fino a quella notte che “se riesci a superare, se la tua anima ce la fa, se il cuore regge lo spavento della malinconia, di quei rumori mostruosi e terreni, di quelle vite che non contano un cazzo, poi puoi tutto”. Basterebbe questo. Invece c'è di più. C'è l'amore. Il suo personale e violento contributo: “perchè senza di te sono obbligato a vivere nel ragionamento, per non impazzire”. E un dogma da tatuarsi sul cuore: “non si può essere posseduti da qualcuno senza farsi fare del male”.

  • User Icon

    Nunzio Festa

    22/05/2007 10:31:11

    Per fortuna esiste l’amore estremo. “Vermi. Diario d’Amore” è un bacio d’amore, estremo. La passione per la vita. Questo romanzo di esordio di Giovanna Giolla ha l’onore di aprire la collana “Neon!” della casa editrice milanese Tea. Collana diretta dalla firma prestigiosa Aldo Nove, poeta e scrittore che stavolta c'ha visto davvero bene. Neon! guarda alla scrittura che viene definita spessissimo emergente, in realtà è uno spazio aperto a parte della letteratura che in Italia esplorare vie faticose (affaticanti, forse è meglio dire) ma bellissime. La trama del volume è semplice da ricordare. Perché è tutto ciò che passa in mezzo e che viene dopo la lettura il momento più significativo, a parte di certo la prosa scorrevole e levigata della Giolla. Levigata non nel senso classico, infatti non manca la giusta angolazione - gli spigoli necessari - bensì quanto all’attenzione all’emozione particolare del termine e della ricerca dei significati. La protagonista del libro è Monserrat. Lei, personaggio del quale ci s’innamora subito subito, scrive i suoi diari ed è figlia di una scrittrice. Monserrat fugge, oppure va a prendere quello che ‘deve’ lontano, nella lontana India. In Italia ha un rapporto con un ragazzo incontrato durante il lavoro, ovvero incontrato appena dopo la prima telefonata al call center “erotico” dove la ragazza passa la telefonata ad altre che si toccano e agiscono, che parlano e fingono per piacere a chi di turno ne ha bisogno. La storia con Davide, che non esclude affatto altri abbracci intimi da entrambe le parti, è il pensiero narrato durante il viaggio indiano, ed è una storia di concessione fino alla fine. Dove il concedere, da parte della donna (che nonostante ciò che sembri si dimostrerà tutt’altro che sottomissione) e poi da parte dell’uomo è simbolo dell’intenzione estrema quanto pratica di viversi. Nunzio Festa da Il Quotidiano della Basilicata e Letteraturaerotica

  • User Icon

    Carlotta

    13/05/2007 11:36:45

    "Vermi è un romanzo meraviglioso e indimenticabile. Finita la lettura le immagini e i luoghi, ritornano dolcemente nella memoria. E si vorrebbe conoscere Monserrat, la protagonista, per farle mille domande

  • User Icon

    nico

    07/05/2007 12:36:45

    Amo Vermi, perchè è un romanzo nuovo. Mi spiego: il linguaggio è straordinariamente cinematografico e nello stesso tempo permette di viaggiare in India e dentro un amore pazzesco, attraverso gli occhi e i pensieri di Monserrat. La protagonista, che ricorda le eroine dei romanzi dell'ottocento, anche se rappresenta in maniera perfetta la contemporaneità

  • User Icon

    mauretta

    24/04/2007 16:41:22

    vermi è introspettivo e profondo. mi ha lasciato una strana sensazione, una voglia di rinnovamento. Monserrat ispeziona piu' coi pensieri che con le parole. Bello e da leggere, brava Giolla

  • User Icon

    Gian Paolo

    23/03/2007 09:18:16

    Un libro che non lascia tracce, ma lividi. dentro. Un libro che è poesia (dis)armata, dis(amata) sulla fuga da un retiterato quotidiano che diventa spesso un presente assente. Un romanzo su "una generazione di esploratori che non vogliono risposte". Un libro sulla notte dei sentimenti, su quella notte che "se riesci a superare, se la tua anima ce la fa, se il cuore regge lo spavento della malinconia, di quei rumori mostruosi e terreni, di quelle vite che non contano un cazzo, poi puoi tutto". Perche solo l'amore rende innocenti , "perchè senza di te sono obbligato a vivere nel ragionamento, per non impazzire". E soprattutto perchè non si può essere posseduti da qualcuno senza farsi fare del male"

  • User Icon

    Gianni

    24/01/2007 10:12:45

    Anche io ho sentito che Vermi diventerà un film... speriamo sia un capolavoro come il testo e che non ci deluda! Monserrat è la mia donna ideale. Da quando ho visto la sua foto nel blog non penso ad altro che a lei.

  • User Icon

    Violetta

    23/01/2007 12:49:31

    A me le descrizioni dell'India sono invece la parte che mi ha affascinata e colpita di più. Che bellezza...magari quest'estate organizzo di andarci per rivivere certi attimi del libro. Ciao!

  • User Icon

    Carlotta

    23/01/2007 12:33:15

    Vermi è un libro dalla bellezza vera.Un libro che si legge, che si respira.Scritto in modo perfetto,con grazia,violenza,passione.Spietato e puro.Un libro coraggioso che cosiglierei a chiunque abbia bisogna di ritrovarsi.Di conoscere Monserrat,un eroina coraggiosa dei nostri giorni.Un diamante.

  • User Icon

    Erika

    22/01/2007 11:56:33

    Ma quando esce il seguito del libro? Monserrat è fantastica. Io l'adoro! Ma è vero che ne faranno un film?? Erika

  • User Icon

    sara

    17/01/2007 22:41:33

    Scorrevole e divertente. Peccato che le descrizioni dell'India cedano troppo ai luoghi comuni e non riescano a trasmettere le emozioni che regala un paese tanto ricco di suggestioni e contraddizioni.

Vedi tutte le 35 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione