I viaggi segreti di Carlo Rossmann - Elena Corti - ebook

I viaggi segreti di Carlo Rossmann

Elena Corti

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: IoScrittore
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 866,86 KB
Pagine della versione a stampa: 288 p.
  • EAN: 9788867201358

29° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 1 lista dei desideri

€ 1,99

Punti Premium: 2

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una vita come tante, un cambiamento improvviso.
La storia di un uomo che dipinge il proprio mondo con nuovi colori

Carlo Rossmann è archivista di un ente pubblico. Trascorre le sue giornate immerso nella penombra del seminterrato, tra migliaia di faldoni gonfi di carte ufficiali. È un uomo schivo, molto riservato, e quando è alla sua scrivania si sente al riparo dalle insidie del mondo esterno. Carlo è abituato alla solitudine, sia sul lavoro, dove non ricorda nemmeno il volto dei colleghi, sia a casa, dove vive in compagnia del suo adorato gatto. Poche parole, pochi incontri, tra cui l’indiscreta anziana dirimpettaia che passa le giornate spiando tutti i condomini, le loro abitudini.
Un giorno, inaspettatamente, Carlo viene licenziato. Inizia così la sua personale epopea alla ricerca di un nuovo posto di lavoro. Lontano dalle scaffalature ingombre dell’archivio, via dal suo abituale rifugio, lo attende un mondo variegato e per lui folle e incomprensibile, fatto di personaggi bislacchi e pittoreschi. Da animatore per le feste a impiegato per un’azienda farmaceutica, da cameriere a dipendente del cimitero comunale, l’ingenuo protagonista di questo romanzo grottesco e surreale si ritrova coinvolto in una serie di avventure rocambolesche e colpi di scena inattesi. Fino al sorprendente epilogo.
È un vero e proprio viaggio nel mondo contraddittorio di oggi, questo romanzo di Elena Corti, capace di mettere a nudo con ironia gli aspetti più ambigui della nostra vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,77
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea Masotti

    01/11/2019 13:20:54

    Tutta la narrazione originale e piuttosto cinematografica si sviluppa sotto il segno dell’umorismo che passa dall’ironia al sarcasmo, mediando tra generi diversi e con velati riferimenti a opere note. L’immaginario molto marcato, dai tagli espressionisti, mette in sordina la psicologia dei personaggi che sono d’altra parte connotati dalla fisionomia e dalle loro azioni. La vicenda infine, ricca di idee curiose e scoppiettanti, è ben scritta e con alcune pagine poetiche. Una lettura decisamente divertente.

  • User Icon

    abookforadream

    31/10/2019 11:04:52

    Aspettative più che superate per Carlo Rossmann e le sue bislacche avventure. Un personaggio con cui si entra presto in empatia, che trasmette simpatia e tenerezza per tutto ciò che si trova a vivere. Un romanzo che si apre con la tragedia di Carlo che perde il suo amato lavoro di archivista: un impiego che lo aveva portato per anni a riempire le sue giornate vuote, in un magazzino interrato, senza grandi contatti con i colleghi, ma soddisfacendolo di ciò che svolgeva. Unico compagno di vita l'amato gatto Rufus, sempre pronto ad aspettarlo al suo rientro a casa, per prendersi qualche crocchetta e tante coccole. Ma il giorno del fattaccio, davanti agli occhi di Carlo si apre una vera e propria voragine pronto a inghiottirlo, costringendolo così a reinventarsi. Inizia una serrata ricerca al lavoro che lo porta nei posti più assurdi e disparati; all'apparenza normali mansioni da cameriere, piuttosto che impiegato, ma ciò che Elena porta agli occhi del lettore, esasperando anche la realtà, è proprio la società odierna e il mercato stesso del lavoro. Carlo ha la capacità di vedere la reale natura delle persone malvagie e questo si manifesta con strane visioni: corpi deturpati o pelli squamose appaiono con dirigenti, politici e chi è ai vertici delle aziende per cui si trova a lavorare. Un mondo anche grottesco, popolato da robot in veste di sindacati, voci metalliche come capi, amici che vivono nella bara di Dracula al Luna Park. Una narrazione fluida, ricca di dettagli e dialoghi è quella che rende la lettura piacevole e coinvolgente, mettendo in luce tanti difetti di questo mondo, dalle raccomandazioni all'arricchimento alle spalle degli altri, dai cosiddetti furbetti del lavoro a persone prive di scrupoli. Tanti i personaggi che incrociano la strada di Carlo e ognuno di loro, nel bene o nel male, lascia qualcosa al nostro protagonista: un ideale di vita, uno sguardo che racchiude mille verità, un consiglio o un monito.

  • User Icon

    Arianna Campione

    22/09/2019 06:49:25

    I viaggi segreti di Carlo Rossmann è un libro che fa riflettere come pochi altri romanzi contemporanei e tiene sospeso il lettore dall’inizio alla fine. È stato molto difficile staccarsi dalle pagine una volta iniziata la lettura, complici la scrittura fluida dell’autrice, la trama avvincente, le atmosfere ipnotiche, ma soprattutto i personaggi. Ogni personaggio è importante nell’incastro della trama, ma due in particolar modo sono realmente fondamentali: Freddy e Marvin. Carlo conosce entrambi lavorando come cameriere in un fast food e stringe con loro un legame di amicizia speciale, che rappresenta l’unico spiraglio di luce nel grigiore della sua vita. Ho amato moltissimo questo libro, pertanto non posso che consigliarne vivamente la lettura: è un’ottima occasione per meditare sul mondo in cui viviamo e su cosa possiamo fare per evitare che certe dinamiche date ormai per scontate ci inghiottiscano completamente in futuro. Ma è anche un’occasione per riflettere sull’importanza delle relazioni umane e dell’amicizia, quella autentica che sboccia come un fiore delicato tra anime affini. Il finale, poi, tutt’altro che scontato, è assolutamente perfetto. Sono certa che i lettori cinefili ameranno questo libro ancora di più, in quanto ricchissimo di riferimenti cinematografici, che sottolineano la cultura ampia e poliedrica dell’autrice.

  • User Icon

    Ketty

    14/07/2019 15:30:22

    Una scoperta piacevole questo libro e la sua autrice. Si parte da un evento comune (la perdita improvvisa di un lavoro seguita dalla spasmodica ricerca dello stesso) per arrivare a un epilogo eccezionale. L'autrice, con uno stile eclettico, mai banale, dipinge una storia che con un umorismo intelligente incolla il lettore alle vicende di Carlo. Si ride e ci si commuove in questo romanzo che ondeggia tra il surrealismo di Kafka e la comicità tragica di Villaggio, offrendo tanti spunti di riflessione su ciò che è diventata oggi la società o su quello che potrebbe diventare. Lo consiglio sicuramente.

  • User Icon

    Ketty

    13/07/2019 14:46:25

    Una scoperta piacevole questo libro e la sua autrice. Si parte da un evento comune (la perdita improvvisa di un lavoro seguita dalla spasmodica ricerca dello stesso) per arrivare a un epilogo eccezionale. L'autrice, con uno stile eclettico, mai banale, dipinge una storia che con un umorismo intelligente incolla il lettore alle vicende di Carlo, ci spinge a immedesimarci in lui e a soffrire con lui. Si ride e ci si commuove in questo romanzo che ondeggia tra il surrealismo di Kafka e la comicità tragica di Villaggio e, alla fine, offre tanti spunti di riflessione su ciò che è diventata oggi la società o su quello che potrebbe diventare. Lo consiglio sicuramente.

  • User Icon

    Luca

    14/06/2019 17:23:25

    Che divertimento, questo triste romanzo. O forse no... Che tristezza, questo romanzo divertente. Una storia che va letto fino alla fine, perchè se no, come nella vita, non ci si capisce nulla. Le folli avventure di Carlo Rossmann ci insegnano qual'è l'unica soluzione alla nostra quotidianità.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
Note legali