Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

L' apprendista - Barbara A. Shapiro,Maddalena Togliani - ebook

L' apprendista

Barbara A. Shapiro

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Maddalena Togliani
Editore: Neri Pozza
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 695,43 KB
Pagine della versione a stampa: 368 p.
  • EAN: 9788854520868
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È l’estate del 1922 e la diciannovenne Paulien Mertens si ritrova a Parigi completamente sola e al verde. La sua famiglia, in Belgio, è finita sul lastrico a causa delle manovre finanziarie poco pulite di George Everard, il suo fidanzato, che ha successivamente scaricato tutta la colpa su Paulien. Per proteggersi dalla legge e dall’ira di coloro che la accusano di furto, la giovane crea una nuova identità, Vivienne Gregsby, e si prepara a recuperare la collezione d’arte di suo padre, per dimostrare la sua innocenza e vendicarsi di George. Quando l’eccentrico e ricco collezionista d’arte americana Edwin Bradley offre a Vivienne il lavoro perfetto nella sua galleria d’arte, la giovane non esita a calarsi nell’effervescente mondo parigino dei post-impressionisti e degli espatriati, tra cui Gertrude Stein e Henri Matisse, con il quale Vivienne vivrà una conturbante storia d’amore. Tutto sembra procedere a gonfie vele, fino a quando l’improvvisa morte di Bradley non metterà di nuovo in pericolo la vita di Vivienne, arrestata con l’accusa di omicidio. Barbara Shapiro torna con un nuovo, sorprendente thriller ambientato nel mondo dell’arte e lo fa con una storia che parla di ossessione, denaro, amore e vendetta.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 5
5
0
4
2
3
2
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ilaria

    05/08/2020 16:57:21

    Bruxelles-Londra, 1920. Paulien, giovane rampolla della ricca famiglia titolare delle belghe Fabbriche tessili Mertens, frequenta una prestigiosa scuola d'arte a Londra, quando s'innamora follemente di quello che ai suoi occhi appare come un brillante e passionale uomo d'affari, George Everard, che promette di sposarla e prendersene cura amorevolmente per sempre. Parigi, 1922. Sono passati solo due anni e Paulien si ritrova a Parigi, sola, senza soldi e lavoro, diseredata e ripudiata dai genitori, portati sull'orlo del fallimento per mano proprio di quel suo folle amore, George vattelapesca, che non era affatto un gentiluomo, ma solo un abilissimo truffatore. In mente, un solo obiettivo: sfruttare le sue competenze nel mondo dell'arte per rientrare in possesso della collezione di dipinti di suo padre (costretto a liberarsene per far fronte alle perdite finanziarie subite a causa della truffa) e ottenere così il perdono della sua famiglia. E "non c'è nulla di più devastante di una bella donna che capisce davvero l'arte". Così cambia identità, e col nome di Vivienne Gregsby diventa assistente personale del dottor Edwin Bradley, danaroso collezionista d'arte americano. Passano così gli anni a far la spola tra Philadelphia e Parigi ... Lui s'innamora di lei. Per lei invece Bradley è solo lavoro e semplicemente un mezzo per realizzare il suo "piano": tornare in possesso di quei dipinti. Scrittura a tratti un po' piatta e poco emozionale, più simile ad una storia di cronaca che ad un romanzo (e difatti l'autrice si è liberamente ispirata alle vite del collezionista d'arte Albert Barnes e della sua assistente Violette de Mazia, e alla storia della Fondazione Barnes di cui entrambi si occuparono). Comunque bell'affresco della Parigi degli artisti degli anni '20, che, irrispettosi delle regole, sfidarono la prospettiva tradizionale, lasciandoci capolavori di bellezza infinita: "appiattimento e astrazione, molto colore, erotismo in abbondanza".

  • User Icon

    Patrizia

    29/07/2020 14:50:02

    Dopo aver letto "L'artista" confidavo nell'autrice per un altro romanzo intrigante ambientato nel mondo dell'arte, ma l'esito è stato a dir poco deludente. Le nuove correnti di pittura degli anni '20 ed i loro maggiori rappresentanti (Matisse, Picasso) fanno da cornice alle vicende della vita di Paulien Mertens, costretta da una incresciosa relazione sentimentale con un truffatore di alto bordo, a cambiare nome, e addirittura continente (da Parigi a Philadelphia), dopo l'allontamento dalla famiglia e dall'ambiente dove è cresciuta. Al seguito di un ricco collezionista americano, del quale poi progetterà freddamente la rovina, la protagonista tenta di ricostruirsi una vita, ma la sua ex fiamma è ancora in agguato. La situazione di partenza è quasi promettente, poi il romanzo si concentra sull'ossessione di Paulien nei confronti di alcune tele impressioniste, una volta appartenute alla sua famiglia, e che sogna di restituire a suo padre con qualunque mezzo, lecito o illecito, fino ad arrivare a concepirne il furto. Il tutto condito da una bollente relazione nientedimeno che con il pittore Henri Matisse, e dai sentimenti contrastanti suscitati dalla ricomparsa dell'ex amante. Ne scaturisce un incredibile guazzabuglio di situazioni impensabili fino ad arrivare al parossismo di una condanna a morte e di una insipida, quanto scialba, vendetta finale; il personaggio femminile che emerge da tutto ciò è inquietante, ingiustificabile e immeritevole della sorte clemente che le viene riservata nell'epilogo.

  • User Icon

    Urbano

    13/05/2020 16:47:54

    Dovevo regalare un libro alla mia ragazza. Lei mi aveva sempre detto, devi stupirmi. Le ho regalato questo e lei ne è stata felicissima. Le è piaciuto soprattutto la parte in cui Paulien Mertens raggiunge Parigi per il suo esilio. Da non dimenticare anche il rapporto con il dottor Edwin Bradley. Lo consiglio.

  • User Icon

    Anna

    04/05/2020 07:41:04

    Mi è piaciuto abbastanza, anche se in certi punti l'ho trovato un po' pesante, ma nel complesso il mio giudizio è molto positivo: quattro stelle su cinque. Consigliato.

  • User Icon

    giulia

    30/04/2020 10:08:20

    doveva capitare di arrivare ad un certo punto e non riuscire ad avanzare nella lettura, tante buone premesee date da copertina, trama e prime due pagine che fanno presupporre molti colpi di scena e invece niente mi sono arenata al capitolo 12, più di tre stelline non mi sento di darle

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Barbara A. Shapiro Cover

    Autrice americana, è stata docente presso la Tufts University e insegnante di scrittura creativa alla Northeastern University. Tra i suoi romanzi pubblicati in Italia: La falsaria (Neri Pozza, 2013) e L'artista (Neri Pozza, 2016). Approfondisci
Note legali