Editore: Einaudi
Edizione: 2
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 maggio 2015
Pagine: 108 p.
  • EAN: 9788806227623

59° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Classica (prima del 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Scritto nel 1940, questo racconto, ora riproposto da solo, venne pubblicato solo nel 1949, nel volume dal titolo omonimo che comprendeva "Il diavolo sulle colline" e "Tra donne sole". È la storia di Ginia e, più in generale, della scoperta della vita da parte di un'adolescente. Dall'ambiente operaio al quale appartiene, Ginia entra in contatto con alcuni esponenti di una bohème pseudo-artistica e intellettuale: studenti, eccentrici perdigiorno e pittori dilettanti, che si incontrano nei caffè e abitano nelle soffitte. La ragazza si innamora di Guido, un pittore di origine contadina e, dopo aver vinto le resistenze interiori e i rimorsi residui, si lascia alla fine sedurre. È l'inizio della sua dolorosa maturazione come donna.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 10,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elena

    13/11/2018 21:23:55

    uno di quei libri da leggere tutto d'un fiato, "la bella estate" ti trasporta in quella che era la realtà della classe operaia torinese,dei primi anni '40, attraverso gli occhi di una giovane donna. Una lettura piacevole, composta per la maggior parte da dialoghi.

  • User Icon

    sabi

    22/09/2018 16:54:12

    molto interessante la scoperta che Ginia fa verso il mondo, e quindi seguirla nel suo percorso

  • User Icon

    emi

    19/09/2018 13:59:01

    La delusione nel leggere questo libro é stata enorme....mi chiedevo ma è possibile tutto cio?!!! La trama è banalissima, non c'è introspezione , argomentazione, tutto rimane nel limbo della superficialità. Sembra di star leggendo una favoletta da libretto per adolescenti (quasi ti manca Moccia!) ,tra l'altro scritto malissimo nella sintassi,nella consecutio grammaticale e pieno di refusi.....io capisco che l'autore è un caposaldo della letteratura italiana, ma ovviamente non puo aver scritto solo capolavori, è normale, e quindi mi chiedo: ma voi editori li leggete i libri che proponete o basta il nome dell'autore come sigillo di qualità e semplicemente li mandate alle stampe ?! Sarebbe stato piu rispettoso per noi lettori e per la memoria dell' autore non pubblicare quest' obrorio, farlo cadere nell'oblio...

  • User Icon

    Carlo

    18/09/2018 14:02:01

    La bella estate non arriva alle 100 pagine, volatile e breve come una stagione. E proprio una stagione dura l’amore di una giovane ragazza, alle prime armi con i sentimenti, le emozioni forti, i primi rapporti. Un’iniziazione alla vita, che inizia a decollare solo nelle ultime pagine, ma che ti lascia provare silenziosamente le stesse emozioni della protagonista. Lo trovo forse meno brillante - meno impegnato - de La casa in collina (che personalmente adoro!) ma comunque molto moderno nonostante abbia compiuto già i suoi 70 anni.

  • User Icon

    Anna

    13/12/2011 14:59:16

    Capolavoro intramontabile di uno dei periodi più riusciti della nostra letteratura

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione