C'era una volta a Hollywood (Blu-ray)

Once Upon a Time in Hollywood

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Once Upon a Time in Hollywood
Paese: Stati Uniti
Anno: 2019
Supporto: Blu-ray

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 95 liste dei desideri

€ 12,08

€ 12,99
(-7%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 9,19 €)

Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell'amico. E l'ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall'altra parte dell'oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.
3,86
di 5
Totale 35
5
13
4
12
3
4
2
4
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Dom

    01/10/2020 12:42:25

    Personalmente non sono rimasto soddisfatto del film . Un Di Caprio che si apprezza molto su altri film , piu positivo Pitt . La storia mi ha incuriosito ma alcune parti del film sono lente e lo rendono a tratti noioso . Deluso

  • User Icon

    Matt

    23/09/2020 08:47:55

    Opera ultima del maestro Tarantino che racconta qui una fiaba sconvolgendo gli "omicidi Tate" che misero in ginocchio la Hollywood del '69. Quentin ci dimostra ancora una volta la potenza del cinema. Un film che si prende i suoi tempi e che pensa ad appagare uno spettatore su tutti: lo stesso Tarantino. Io personalmente l'ho adorato.

  • User Icon

    GIUSEPPE

    06/09/2020 19:35:20

    Film lento, noioso con dei colpi di scena fatti e rifatti da Quentin Tarantino, il cast è super ma il film il vero flop. A parte alcune scene (quelle del trailer per intenderci) sembra che il regista punti ad un film d autore pur cercando in alcuni tratti di rimanere fedele al suo stile. Il prodotto è di qualità accettabile anche se non vale il prezzo a cui lo vendono.

  • User Icon

    Gabriele

    16/06/2020 11:56:59

    Il film in sè è carino, ma Tarantino ci ha abituato ad altro tipo di film, per cui lo si vede anche abbastanza volentieri, ma poi alla fine si rimane delusi per quello che poteva essere, e che non è stato..Voto 6

  • User Icon

    Tommaso

    05/06/2020 20:44:14

    Molto consigliato

  • User Icon

    Tucachesvky

    01/06/2020 12:42:21

    Film destinato a dividere..fatto sta che io me lo guarderei in loop per ore e ore.

  • User Icon

    Federico

    17/05/2020 21:40:48

    E' sempre un piacere vedere un film di Tarantino, non il suo film migliore.

  • User Icon

    valeria71

    17/05/2020 07:23:02

    Premetto che le tre stelle sono “alla carriera”. Per tutto il film, guardato con un occhio alle lancette dell’orologio, mi sono chiesta se durante la stesura delle sceneggiatura e al momento delle riprese, Tarantino fosse uscito a farsi uno spritz ma poi non sia più ritornati. C’è il suo amore per il cinema, per gli spaghetti western, per l’attenta scenografia e altri elementi ancora del suo cinema, ma a mio avviso non abbastanza (o probabilmente era la mia aspettativa ad essere alta). Ho ottima l’accoppiata Pitt-Di Caprio, che sembrano due vecchi compagni di sbronze: ma l’oscar a Pitt? Suvvia, siamo seri!

  • User Icon

    Alberto

    16/05/2020 17:20:32

    Tarantino non ha deluso le aspettative dei suoi fans per questo malinconico e nostalgico affresco sui primi anni 60-70 di Hollywood. In effetti il regista dimostra il suo amore per il cinema della sua infanzia in un film in cui i protagonisti (Dalton, star della televisione, e Cliff, stuntman) sono ben caratterizzati nelle loro vicende e nei loro contrasti. Il tutto nella cornice di alcuni degli eventi più significativi che toccarono la Hollywood dell'epoca (ad es. vecchi western di serie B, la strage di Manson etc.). Bellissima ricostruzione dei costumi, degli arredi e delle atmosfere di quel tempo. Di Caprio è ai suoi vertici. Indimenticabile il suo dialogo con la bambina sull'arte recitativa. Indubbiamente Tarantino ha usato con delicatezza tutta la sua ironia e sapienza.

  • User Icon

    Marella

    16/05/2020 16:06:10

    Nel film, trama molto originale. Mi è piaciuto. Due protagonisti insuperabili. Consigliato

  • User Icon

    anna

    16/05/2020 14:23:10

    film un po' noioso, ammetto che mi aspettavo ben altro..salvo solo l'ultima mezzora, un po' pochino per un film di ben 2 ore e 40 minuti

  • User Icon

    Sachin

    15/05/2020 22:50:16

    Magnifico film niente da aggiungere...

  • User Icon

    franc

    15/05/2020 17:44:13

    carino

  • User Icon

    Irene

    15/05/2020 15:43:48

    Non il miglior film del maestro ma per gli amanti è da vedere

  • User Icon

    Daniel Watson

    15/05/2020 08:14:45

    Dopo alcuni film abbastanza deludenti, Quentin Tarantino è tornato con un capolavoro! Una descrizione perfetta di un periodo senza precedenti nella storia e con un cast del genere il successo è assicurato. Sebbene sia un film di una durata notevole, non annoia assolutamente: personalmente mi pare un ritorno di Tarantino allo schema già adoperato per Pulp Fiction, in cui ci sono molte scene e flashback staccati tra di loro, per poi arrivare alla scena finale. Ma ciò che veramente colpisce di questo film è la perfezione dei costumi, delle macchine e delle abitudini di un’epoca senza precedenti.

  • User Icon

    federica

    13/05/2020 19:31:43

    non boccio il film in tutto e per tutto, e non sono d'accordo con coloro che l'hanno definito un 'film non Tarantiniano'. questo anzi porta in sè tutti quegli elementi che possiamo definire tarantiniani (dall'amore per il cinema western a quello per i piedi per capirci). Tuttavia sono d'accordo con coloro che l'hanno definito noioso, peccato perchè avevo delle aspettative davvero alte.

  • User Icon

    Flavio

    13/05/2020 17:38:39

    Anche stavolta non si smentisce l'estro di Tarantino, come sempre accade nei suoi film, il finale ha un'infiammata improvvisa, ma quel che mi ha colpito in particolare è la sensibilità usata nel rendere omaggio a Sharon Tate.

  • User Icon

    Guido

    12/05/2020 21:11:59

    Ogni vero fan di Tarantino che abbia amato la sua ultima fatica cinematografica dovrebbe avere questo cofanetto contenente due dischi, uno blue Ray e l'altro 4K, più una bellissima riproduzione del magazine Mad a tema con un fumetto che vede protagonista Rick Dalton (alias Di Caprio), il poster di uno dei film citati nel film e un 33 giri blu con due delle canzoni più iconiche della colonna sonora con adattatore per giradischi incluso. Cosa si può volere di più?

  • User Icon

    Giuseppina

    12/05/2020 17:00:00

    Il film-testamento di Quentin Tarantino, ricco di citazioni ai suoi miti cinematografici e ai suoi stessi lavori, effettivamente per chi non conosce il tipo di cinema a cui si ispira Tarantino e non coglie i diversi riferimenti il film può risultare un po' blando rispetto ad altre pellicole del regista, ma non a caso questo sarà probabilmente il suo ultimo film come se volesse quasi "auto-celebrarsi". Ambientato a fine anni '70 durante il periodo degli omicidi di Charles Manson Tarantino ancora una volta ci dona una sua versione delle note vicende non senza elementi "Tarantiniani", da ricordare inoltre l'interpretazione di Brad Pitt che gli è valso l'oscar come miglior attore non protagonista.

  • User Icon

    luca4x

    12/05/2020 15:05:08

    Il 4k rende giustizia a un'opera monumentale, forse troppo scura in alcuni passaggi, ma con un buon settaggio è un problema superabile. Ottimi gli extra anche se come sempre non esagerati.

Vedi tutte le 35 recensioni cliente

Canto malinconico di un autore romantico che crede nel potere del cinema e sa reinventarne la storia

Trama

Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell'amico. E l'ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall'altra parte dell'oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

Oscar 2020 - Migliore attore non protagonista
Oscar 2020 - Miglior Scenografia

  • Produzione: Sony Pictures, 2019
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 161 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (DTS HD 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: 2,39:1
  • AreaB
  • Quentin Tarantino Cover

    Propr. Q. Jerome T., regista e sceneggiatore statunitense. Autore tra i più influenti degli anni '90, a dispetto di una filmografia esigua è circondato da un alone di culto che ne fa uno dei registi più imitati e saccheggiati del cinema contemporaneo. Dopo aver lavorato a lungo in una videoteca dove ha modo di nutrire la sua onnivora e vorace passione cinefila, esordisce con Le iene (1992), straordinario ingranaggio narrativo incentrato su una rapina e sulle sue sanguinose conseguenze: vagamente ispirato nella struttura a Rapina a mano armata (1956) di S. Kubrick e provocatoriamente giocato sull'ellissi della scena-madre (la rapina non si vede mai), il film brilla per lo straordinario equilibrio tra macabra ironia e senso dell'efferatezza e per la attenta investigazione sul tema del tradimento.... Approfondisci
  • Leonardo DiCaprio Cover

    Propr. Wilhelm Di C., attore statunitense. Dopo una lunga serie di apparizioni televisive e pubblicitarie, esordisce al cinema con Critters 3 (1991) di K. Peterson. Ottiene una candidatura all'Oscar interpretando il giovane minorato Arnie in Buon compleanno, Mister Grape (1993) di L. Hallström e diventa una star adorata da milioni di ragazzine nel 1996, con l'interpretazione di Romeo in Romeo + Giulietta di William Shakespeare di B. Luhrman. Il ruolo che lo consacra come nuova icona del cinema mondiale è però quello di Jack Dawson, giovane e povero emigrante, esuberante e al contempo melodrammatico, che in Titanic (1997) di J. Cameron s'innamora, ricambiato, di una ricca ereditiera per la quale si sacrificherà. Attore tutt'altro che trascurabile, per le dimensioni esorbitanti del successo... Approfondisci
  • Brad Pitt Cover

    Propr. William Bradley P., attore statunitense. Alcune apparizioni televisive precedono il debutto cinematografico in Happy Together (Felici insieme, 1989) di M. Damski, ma è solo nel 1991 che mette in mostra tutto il suo fascino di american boy nei panni dell'autostoppista che seduce G. Davis in Thelma & Louise di R. Scott. Sempre nel 1991 è protagonista di Johnny Suede di T. Di Cillo, mentre l'anno successivo, diretto da R. Redford, interpreta In mezzo scorre il fiume. Fuga le critiche che ne mettono in dubbio il talento e mostra una notevole crescita attoriale interpretando un serial killer in Kalifornia (1993) di D. Sena, un folle ecologista in L'esercito delle dodici scimmie (1995) di T. Gilliam e un poliziotto impulsivo nel thriller Seven (1995) di D. Fincher. Ormai affermatosi come... Approfondisci
Note legali