La custode di mia sorella

Jodi Picoult

Editore: TEA
Collana: Le rose TEA
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 agosto 2016
Pagine: 428 p., Brossura
  • EAN: 9788850243938
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Diana

    14/08/2018 15:33:36

    Ecco un libro che mi ha catturata subito e mi è piaciuto molto! Si tratta della storia di una bambina che si ammala di leucemia e, in assenza di altre opzioni, i genitori, disperati, decidono di mettere al mondo una bambina compatibile con la sorella malata. E così fanno e la bambina sana 'fornisce' sangue e midollo osseo alla sorella malata. Finché un giorno la sorella sana decide che ne ha abbastanza e si rivolge ad un avvocato. Questa in sintesi la storia. Molto coinvolgente, l'ho anche trovata ben scritta: tra l'altro il ' trucco' di dividere il libro in capitoli, ognuno dei quali scritto in prima persona da un personaggio diverso, mostra il problema della donazione di organi in modo completo, facendo notare le varie sfaccettature della questione; e fa riflettere su un problema molto attuale sul quale troppo spesso ci si limita a vaghe considerazioni o critiche.

  • User Icon

    Letizia

    26/05/2018 10:16:48

    Racconto a più voci, come nello stile dell'autrice, e ogni voce, sebbene opposta, ha le sue ragioni, rende difficile prendere una parte. Storia coinvolgente e interessante, oltre alla trama ben costruita la parte medica è ben sviluppata e con cognizione di causa. Decisamente da leggere.

  • User Icon

    Massimo F.

    31/05/2017 18:31:05

    L’emozione è il motore di questo romanzo. L’autrice, particolarmente ispirata, propone una storia toccante e intelligente allo stesso tempo, che non può non colpire sensibilità, ragione e sentimento dei lettori. Qualche passaggio un po’ melenso, ma era proprio inevitabile. Da leggere, sicuramente. P.s. una volta tanto il film è all’altezza del libro da cui è tratto.

  • User Icon

    Elisa

    09/07/2014 21:56:46

    Un libro scritto in modo particolare: ogni capitolo narrato dal punto di vista di una personaggio diverso, analizzando i tormenti interiori di ogni componente di una famiglia provata dalla malattia di una figlia. Un'altra figlia che si sente usata e chiede indietro la sua vita. Un finale totalmente inaspettato e drammatico, che ribalta completamente le carte in gioco. A mio parere qui il libro cede appena non tanto per come si svolge la storia, ma perchè le ultime pagine scorrono un po' troppo veloci. Avrei approfondito un pochino di più quei momenti. Per quanto riguarda il film che ho visto dopo, ho pianto dall'inizio alla fine. Calcolando che inizia in dissolvenza dal nero, ho iniziato a piangere sulla sola musica.... Sarà che conoscevo già la trama, sarà che affrontavo un periodo difficile, ma non ho smesso di piangere un solo minuto. Fedele alla trama fino agli ultimissimi minuti, quando il finale viene stravolto completamente rispetto al libro. Perchè, mi chiedo. Forse perchè il film è già abbastanza straziante che un finale come quello del libro mi avrebbe ucciso...

  • User Icon

    Mitla

    21/08/2013 09:22:08

    Ieri ho finito questo libro, consigliatomi da una collega che trova la scrittrice molto brava. Effettivamente la Picault scrive con cognizione di causa e consultando decine di esperti prima di parlare dei temi trattati nei suoi libri. Chi ha visto il film sa già di cosa tratta: una famiglia scopre che la figlia minore Kate è malata di una gravissima forma di leucemia che non le farà superare i 5 anni di età: per salvarla concepisce in vitro una terza figlia, Anna, che nel tempo donerà diverse parti del suo corpo in maniera più o meno invasiva (cordone, sangue, midollo) fino ai 13 anni, quando, alla richiesta di donare un rene si oppone e paga un avvocato per emanciparsi dalla sua famiglia. Ogni capitolo è narrato dal punto di vista di un unico familiare, del legale e della tutrice, tutti tranne Kate, la cui vita, le cui sofferenze, speranze, amori, delusioni si svelano durante la narrazione e a cui viene lasciato raccontare lo straziante capitolo finale. All'inizio la storia pare facile: è chiarissimo chi è dalla parte del torto e chi da quella della ragione ma... mano a mano che la storia si snoda si pongono tanti interrogativi sulla genitorialità, sull'essere delle brave persone, sui motivi per cui a volte è lecito dimettersi da questo ruolo. E alla fine ci viene sbattuta in faccia una verità fastidiosa, ovvero che la vita spesso ci pone davanti ad un bivio in cui entrambe i sentieri conducono ad un vicolo cieco. Quindi iniziamo a rivedere le nostre convinzioni iniziali, perdoniamo, riflettiamo, ci smarriamo con tutti i protagonisti nel loro calvario quotidiano che dura ormai da 15 anni ma non facciamo a tempo a tirare le file del discorso perchè il finale ci arriva addosso improvviso, amaro, non telefonato, ingiusto, assurdo, quindi totalmente verosimile con quello che potrebbe succedere nella vita vera. Un libro che all'inizio stizzisce, poi rattrista e alla fine commuove. Ma soprattutto ci lascia tantissimo dentro.

  • User Icon

    Valeria

    28/06/2013 16:16:27

    La lettura è iniziata lenta ma poi è stato un crescendo di emozioni. Un finale davvero inaspettato che fa riflettere. I protagonisti, ognuno con la propria personalità, sembranno giustificare le loro scelte e/o azioni. Mi ha colpito la figura della madre che si trova in bilico in una scelta davvero difficile per il bene delle sue figlie. Ne consiglio sicuramente la lettura

  • User Icon

    ViolettaDelPensiero87

    12/12/2012 15:29:53

    La tristezza e le emozioni che suscitano questo libro son direttamente proporzionali alla perfezione della scrittura e della trama.

  • User Icon

    Vivi

    04/05/2012 18:39:09

    Sono rimasta talmente coinvolta da questo libro, che ho avuto l'impressione di esservi scivolata dentro e di poter vivere accanto ai protagonisti condividendone i sentimenti. La vicenda solleva dubbi, sfida l'etica, eppure non sono in grado di giudicare le decisioni di nessun membro della famiglia. Un'unica umile e piccola critica: la Picoult non è nuova a finali tragici, in questo romanzo però, ho trovato l'epilogo troppo eclatante.

  • User Icon

    Melissa

    13/02/2012 19:47:10

    Fantastico!!..nel suo essere tragico. Una volta finito il libro mi è rimasta addosso tantissima sensibilità e tristezza e pensieri...........

  • User Icon

    lois

    28/09/2011 10:30:16

    Senza dubbio un libro che non dimenticherò, specialmente per tutte le domande intrinseche che scaturiscono da questa lettura.Prima di tutto mi domando se è possibile "costruire" una figlia come officina di pezzi di ricambio per la sorella malata; credo che chiunque abbia letto il libro, prima o poi se lo sia chiesto senza poi darsi una risposta; in fondo se ciò è giusto o sbagliato lo si comprende solo se si è o si è stati vicini ad una realtà di questo tipo.

  • User Icon

    sonia

    04/09/2011 22:57:33

    E' uno dei libri più belli che ho letto ultimamente.

  • User Icon

    DONATELLA

    25/03/2011 09:59:33

    Un racconto molto intenso, commovente con un finale inatteso.Per riflettere.

  • User Icon

    Marta80

    16/01/2011 23:30:39

    Romanzo toccante e ben scritto. Ti cattura dalla prima all'ultima pagina. Il classico libro che una volta terminato ti rimane dentro per molto tempo. Consigliatissimo.

  • User Icon

    martina

    26/07/2010 09:14:51

    Non avevo letto niente di questa autrice. Il libro mi è piaciuto tantissimo, bella la trama, scrittura molto scorrevole e fantastico il finale strappa lacrime e per niente scontato. Molto profonda l'analisi dei sentimenti dei due genitori. Mi sono piaciuti molto i vari riferimenti al fuoco (filo conduttore di tutto il libro).

  • User Icon

    Stefano Galli

    03/06/2010 11:38:06

    Libro molto bello che tratta una tematica molto delicata. Mi ha colpito come la stessa storia venga narrata dal punto di vista di tutti i protagonisti, questo fà calare il lettore nella psicologia di ogni personaggio. Finale a sorpresa, rispetto al film...

  • User Icon

    eleonora

    09/04/2010 10:41:39

    Questa storia è stupenda e commovente. Un libro ben scritto che tratta un tema che sicuramente fa discutere. Ti cattura dalle prime righe e riesce a commuovere e stupire il lettore. Merita di essere letto.

  • User Icon

    Marzia

    21/01/2010 14:31:26

    L'ho comprato perchè conoscevo a grandi linee il tema trattato, avendone sentito parlare al momento dell'uscita del film. Ma devo dire che si è rivelato ben al di sopra delle aspettative: i personaggi sono tutti veri, intensi, vivi, la storia ben costruita; ci sono frasi, immagini, riflessioni che mi hanno così intensamente colpita da rimanere nitide nella mia sensibilità. Il finale meraviglioso, struggente, inaspettato, ti riporta al prima, facendoti apprezzare con più intensità anche le pagine già lette e magari volate via troppo in fretta. Per tutto il libro mi chiedevo perchè tra le voci narranti non si sentisse mai la voce di Kate: poi, finalmente, eccola nell'epilogo, a esprimere con le sue parole tutte le emozioni taciute, il suo dolore ma anche la sua serenità, fragile, ma faticosamente conquistata.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione