Drum Suite (180 gr.) - Vinile LP di Art Blakey,Jazz Messengers

Drum Suite (180 gr.)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Impex
Data di pubblicazione: 15 settembre 2014
  • EAN: 4011550160195
Disco 1
1
The Sacrifice
2
Cubano Chant
3
Oscalypso
4
Nica'S Tempo
5
D'S Dilemma
6
Just For Marty
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Pierbebs

    20/09/2018 00:55:36

    Nonostante conoscessi Blakey e i suoi messaggeri già da anni, ho scoperto questo Lp da poche settimane. La prima cosa che mi ha subito colpito è stata la copertina, diversa dai "soliti" dischi di quel periodo. Parliamo del '57, l'hard bop è la tendenza del momento e l'ensemble di Art Blakey è complice se non l'artefice stesso del successo di questo genere. Anche se in questa incisione forse non troviamo i più importanti Jazz Messengers ( Morgan, Shorter, Hubbard, Mobley, Silver ) Arthur si avvale di giovanissimi musici che faranno la storia: tra tutti spiccano Donald Byrd e Jackie McLean. La cosa che rende Drum Suite ancora più interessante e anomalo in confronto ai suoi predecessori ( a dir il vero anche ai successori ) è la presenza della così detta Art Blakey Percussion Ensemble ovvero una massiccia presenza di strumenti a percussione che permetterà ai nostri eroi interessanti incursioni in generi musicali all'epoca poco esplorati. Insomma un disco importante, fresco e visionario che merita ancora molto ascolto.

  • Art Blakey Cover

    Propr. Arthur Blakey. Batterista statunitense di jazz. Il suo ritmo esplosivo e gli effetti rullanti di derivazione africana si misero in luce nel bop e nel successivo hardbop. I suoi Jazz Messengers, gruppo fondato nel 1955, sono stati una fucina di giovani talenti.Art Blakey nacque l’11 ottobre del 1919 a Pittsburgh, in Pennsylvania. Già da ventenne suonava nelle big band di Fletcher Henderson e Mary Lou Williams, approdando così a New York. Grazie alla militanza nella big band di Billy Eckstine la sua fama si legò al movimento del nuovo jazz – il bebop – portandolo così a suonare con protagonisti chiamati Dizzy Gillespie, Charlie Parker, Miles Davis e Thelonious Monk. Fu con quest’ultimo che Blakey incise per la prima volta su etichetta... Approfondisci
  • Jazz Messengers Cover

    Nome assunto dai gruppi diretti da Art Blakey (dapprima con Horace Silver) dalla metà degli anni '50 alla morte. Vivaio di generazioni di jazzisti, tali formazioni hanno sempre conservato un linguaggio stilistico comune, benché costantemente aggiornato. Approfondisci
Note legali