The Green Book (DVD) di Peter Farrelly - DVD

The Green Book (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Stati Uniti
Anno: 2018
Supporto: DVD

50° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 144 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 9,99 €)

Nel 1962, dopo la chiusura di uno dei migliori club di New York in cui lavorava, il buttafuori italoamericano Tony Lip deve a tutti i costi trovare un lavoro per mantenere la sua famiglia. Accetta di lavorare per il pianista afroamericano Don Shirley e decide si seguirlo in tour nel sud degli Stati Uniti. Nonostante le differenze e gli iniziali contrasti, tra i due si instaurerà una forte amicizia. Vincitore del Premio del Pubblico al Toronto Film Festival 2018, Green Book è un progetto carico di passione, emotività e vanta interpretazioni straordinarie firmate dal candidato all’Oscar Viggo Mortensen e dal Premio Oscar Mahershala Ali.
4,78
di 5
Totale 83
5
68
4
12
3
3
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    alex

    20/06/2020 18:14:00

    Ho trovato i personaggi un po' troppo stereotipati: l'italo-americano rozzo, volgare e disonesto VS l'uomo di cultura raffinato e dalla mentalità aperta. Peraltro il personaggio del colto pianista mi è sembrato anche parecchio anacronistico: un uomo del XXI secolo proiettato con la macchina del tempo negli anni '60. Complessivamente credo che si sia banalizzata e semplificata un po' troppo la grande e spinosa questione razziale che affligge l'America, da sempre.

  • User Icon

    mestre

    17/05/2020 19:38:41

    Ottimo film che narra di un viaggio non solo fisico ma anche interiore. il protagonista da razzista cambierà la sua visione del mondo e diventerà grande amico del uomo di colore per cui lavora. Da vedere

  • User Icon

    Grazia

    17/05/2020 17:16:42

    Un film stupendo, non per nulla ha vinto 3 Oscar. Il film, tratto da una storia vera, racconta fondamentalmente la storia di un'amicizia che va oltre il razzismo ed i pregiudizi. Un film che fa riflettere molto su tematiche che, soprattutto negli Stati Uniti, sono tutt'altro che superate.

  • User Icon

    Carol

    17/05/2020 08:19:19

    Basato su una storia vera, pur essendo entrambi i personaggi molto particolari, non è mai sopra le righe, riuscendo a raccontare ancora un altro aspetto del razzismo contro gli afroamericani che non conoscevamo.

  • User Icon

    Papà di Jim

    16/05/2020 20:10:17

    Forte storia di razzismo, amicizia, tutto on the road. Un pianista afro-americano decide di fare un tour degli Usa dal nord al sud, e sceglie come compagno di viaggi, anzi come autista, un buttafuori italoamericano, interpretato dal mitico Viggo Mortensen. Dopo i contrasti iniziali, comincerà un bel rapporto fatto di complicità.

  • User Icon

    Luciana

    16/05/2020 13:55:05

    Una storia di vera amicizia tra due persone molto diverse. Mi ha fatto commuovere. Stupendo film. Lo consiglio

  • User Icon

    Carmela

    15/05/2020 15:56:48

    Un film a dir poco geniale ed entusiasmante. Siamo nel 1962 e l’America vive ancora le sue contraddizioni razziali. Tony Vallelonga, detto Tony Lip, lavora in un locale frequentato anche dalla mafia newyorchese e si fa rispettare a suon di pugni. Dalla sua parte ha una furbizia che lo rende simpatico a tutti. Tony non vuole affiliarsi ai delinquenti e quando il locale chiude per due mesi, deve per forza cercare un altro lavoro. A questo punto appare Donald Shirley, un pianista di grande talento che cerca un autista un po’ guardia del corpo, perché dovrà affrontare una tournée negli Stati del Sud, dove l’intolleranza nei confronti delle persone di colore è ancora molto radicata.

  • User Icon

    David

    15/05/2020 11:00:33

    Uno dei film più belli che io abbia visto negli ultimi 10 anni, o forse più. Un viaggio nell'America ancora razzista degli anni '60, Viggo Mortensen spettacolare, un film bellissimo, commovente, e anche a mio avviso molto attuale e necessario di questi tempi. Semplicemente: guardatelo!

  • User Icon

    Gg

    14/05/2020 22:32:59

    Film molto bello che lascia riflettere sul tema del razzismo. Se devo trovare un difetto, l'"italianità" di Mortensen mi sembra eccessiva (doppiaggio compreso).

  • User Icon

    Paolo62

    14/05/2020 18:11:26

    La cosa più affascinante è che è una storia vera. Un' amicizia apparentemente improbabile, che man mano che il viaggio prosegue nel profondo sud degli states, si salda fino a diventare di ferro, unendo indissolubilmente i destini di due uomini così diversi, di culture diverse, di etnie diverse. La scommessa sarà vinta e neanche a caro prezzo, un bel film a lieto fine, da ricordare.

  • User Icon

    Antonio

    14/05/2020 16:33:27

    Questo film ha tutto! Ironico, divertente ma di un umorismo sottile e mai grossolano, allo stesso tempo fa riflettere ed emozionare. Un mix perfetto per passare una piacevole serata a casa. Il prezzo poi è assolutamente conveniente.

  • User Icon

    Maria

    14/05/2020 14:17:22

    Film stupendo, ha vinto tre Oscar stra meritati. Tutti dovrebbero vederlo almeno una volta

  • User Icon

    Ale

    14/05/2020 14:01:20

    Un musicista di colore che sceglie di fare un tour nel sud america degli anni 60 e assume come autista un rozzo italoamericano, nel viaggio pian piano tra i due nascerà una vera amicizia. È davvero un film da non perdere! Bellissimo e emozionante, non per niente ha vinto numerosi premi

  • User Icon

    Claudio

    13/05/2020 21:58:18

    Film monumentale da vedere indiscutibilmente. A parer mio il film dovrebbe vincere tutti gli oscar disponibili: grandissima la prova di Viggo Mortensen. Tratti di diversi temi: razzismo, amore, voglia di riscatto, famiglia, rispetto e molti altri. Voto 9. Emozionante"

  • User Icon

    giovanna

    13/05/2020 20:20:36

    3 oscar e 3 golden globe, credo questo basti a farvi capire quanto questo film sia fantastico. Viggo Mortensen e Mahershala Ali hanno una chimica incredibile, il film inoltre è ispirato ad una storia vera, il che lo rende ancora più interessante.. Un viaggio on the road che porterà i due protagonisti ad essere due persone migliori, e con loro anche lo spettatore

  • User Icon

    Lalla

    13/05/2020 16:11:21

    Bella storia d’amicizia che travalica il problema del razzismo. Viggo Mortensen interpreta in maniera divina il suo ruolo Viaggio dal Nord America fino al profondo sud. Storia che fa riflettere

  • User Icon

    Cinzia

    13/05/2020 13:52:31

    Un film che fà pensare com'era essere nero nel sud degli USA negli anni 60. Toccante! Una sola critica, ma non del film: disponibile in lingua originale, i sottotitoli sono disponibili sono in italiano

  • User Icon

    Selene

    13/05/2020 09:46:19

    Meraviglioso. Questo è il classico film la cui visione verrà riproposta per anni e lo vorrete rivedere tutte le volte. Interpretazioni ottime. Da non perdere assolutamente.

  • User Icon

    mario

    12/05/2020 21:49:30

    me l'avevano consigliato e dopo averlo visto ho capito perché è stato tanto premiato. meritatissimo

  • User Icon

    cla

    12/05/2020 21:18:16

    Trama coinvolgente ed accattivante, personaggi fantastici, interpreti superbo. Tutto ció che serve per un film splendido

Vedi tutte le 83 recensioni cliente

Un classico film americano da grande pubblico scritto, diretto e interpretato con tutti gli attributi: un vero spasso

Trama

New York City, 1962. Tony Vallelonga, detto Tony Lip, fa il buttafuori al Copacabana, ma il locale deve chiudere per due mesi a causa dei lavori di ristrutturazione. Tony ha moglie e due figli, e deve trovare il modo di sbarcare il lunario per quei due mesi. L'occasione buona si presenta nella forma del dottor Donald Shirley, un musicista che sta per partire per un tour di concerti con il suo trio attraverso gli Stati del Sud, dall'Iowa al Mississipi. Peccato che Shirley sia afroamericano, in un'epoca in cui la pelle nera non era benvenuta, soprattutto nel Sud degli Stati Uniti. E che Tony, italoamericano cresciuto con l'idea che i neri siano animali, abbia sviluppato verso di loro una buona dose di razzismo.

‘Green Book’, una strana coppia a spasso contro il razzismo

Viggo Mortensen e Mahershala Ali sono il dream team di questo feel-good movie, un viaggio nell'America del Sud degli anni '60

Don Shirley (Mahershala Ali) è un pianista afroamericano di formazione classica in tour in una parte dell’America che, negli anni ’60, non è ancora pronta ad abbracciare l’integrazione. Per fargli da autista nel viaggio, Don sceglie curiosamente Frank Anthony Vallelonga, a.k.a Tony Lip (Viggo Mortensen), il cliché dell’italiano chiaccherone e chiassoso temporaneamente fuori dal libro paga della mafia, per cui prima faceva il buttafuori a New Yawk. L’inizio non è certo dei migliori, con Don che sembra un re nel suo appartamento chic sopra Carnegie Hall. Tony sostiene con il suo datore di lavoro di essere di larghe vedute: “Io e mia moglie abbiamo invitato un paio di neri per un drink” dice a Don. (In una scena precedente, due uomini di colore che lavorano a casa di Tony bevono da bicchieri che poi lui cestinerà).

Quello che segue è una sorta di A spasso con Daisy al contrario, con i due che partono per un tour di otto settimane pieno di ostacoli. Autista e passeggero hanno due cose dalla loro parte: i muscoli di Tony e The Negro Motorist Green-Book, una guida pubblicata tra il 1936 e il 1966 per consigliare i viaggiatori neri su dove alloggiare e cosa evitare nel Sud di Jim Crow. Alla vera amicizia tra Don e Tony è ispirato Green Book, che ha già vinto il People’s Choice Award al Toronto Film Festival, 3 Golden Globes (tra cui quello come Best Motion Picture – Musical or Comedy) ed è candidato a 5 Oscar.

Celebre per le commedie demenziali che ha realizzato con il fratello Bobby – dite quello che volete di Scemo e più scemo, ma Kingpin è immortale – l’impressionante debutto solista dietro la macchina da presa di Peter Farrelly è un film dai toni mutevoli. Scritta dallo stesso Farrelly, da Brian Hayes Currie e dal figlio di Tony, Nick Vallelonga, la sceneggiatura è piena di un’intensa serietà che rende più profonda la sua parte divertente. Le risate arrivano facili quando Tony insegna a Don le meraviglie del pollo fritto mentre il musicista aiuta il suo autista a scrivere lettere alla moglie, Dolores (Linda Cardellini). E ci sono anche momenti brutali in un’epoca in cui il profiling razziale aveva la legge dalla sua parte. Green Book è un film sulle classi e sulla razza, e Farrelly si rifiuta giustamente di mostrare per forza un bel quadretto.

Mahershala Ali, Oscar come non protagonista per Moonlight, è superbo nel trovare la rabbia sepolta in un artista raffinato, deciso a sfidare gli americani che non hanno mai accettato l’abolizione della schiavitù. Ci fa vedere che Don non trova un posto a cui appartenere. E l’attore, che ha avuto l’aiuto di una controfigura al piano per le scene del club, è semplicemente stupendo nel mostrare quanto Don sia vivo nella sua arte. Tony percepisce il suo genio, ma è inorridito dal fatto che Don non conosca Chubby Checker o Little Richard: “Sono più nero di te,” gli dice secco l’autista.

Mortensen è formidabile, è ingrassato oltre 13 kg per interpretare questo bestione con il clacson pesante del Bronx e la stupefatta consapevolezza che i suoi pugni non possono cambiare un cavolo. Certo, Tony mena gli ipocriti bianchi che applaudono Don sul palco e poi lo escludono dai loro ristoranti. Ma non confondetelo con un altro salvatore bianco. Il ruolo è un punto di svolta per l’attore, il cui talento drammatico è scontato (vedi La promessa dell’assassino e Captain Fantastic), ma Mortensen dimostra di avere un vero dono anche per la commedia. Lui e Ali sono in grado di fare qualunque cosa.

Green Book termina in un ondata di sentimenti a tema natalizio che probabilmente infastidirà molta gente. Ma guardando più da vicino vedrete che Farrelly non dimentica mai le ombre in agguato fuori dalla feroce ma fragile connessione che Don e Tony hanno trovato in due mesi sulla strada. Troppo semplice? Può essere. Ma in un momento in cui gli USA sono più divisi che mai, il film offre una possibilità di redenzione. Grazie al dream team composto da Mortensen e Ali, il pubblico farà il tifo per loro. A ragione.

Di PETER TRAVERS 

Oscar 2019 - Miglior film (Jim Burke, Charles B. Wessler, Brian Currie, Peter Farrelly e Nick Vallelonga)
Migliore attore non protagonista (Mahershala Ali)
Migliore sceneggiatura originale (Nick Vallelonga, Brian Currie e Peter Farrelly)

  • Produzione: Eagle Pictures, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 130 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano Audiodescrizione (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2.00:1
  • Area2
  • Mahershala Ali Cover

    Dopo aver recitato in piccoli ruoli in pellicole di successo come Il curioso caso di Benjamin Buttun, Hunger Games e Come un tuono, inizia a rivestire ruoli più importanti in serie televisive come House of Cards. Il successo arriva con Il diritto di contare e Moonlight. Nel 2019 vince il premio Oscar come Miglior attore non protagonista, per il film Green Book, con il quale ha vinto anche il Golden Globe per miglior attore non protagonista e un premio BAFTA. Approfondisci
Note legali