Mio caro Neanderthal. Trecentomila anni di storia dei nostri fratelli - Benoit Clarys,Susanna Bourlot,Silvana Condemi,François Savatier - ebook

Mio caro Neanderthal. Trecentomila anni di storia dei nostri fratelli

Silvana Condemi, François Savatier

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Susanna Bourlot
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 6,83 MB
Pagine della versione a stampa: 211 p.
  • EAN: 9788833930336
Salvato in 12 liste dei desideri

€ 10,99

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'uomo di Neandertal non è mai scomparso: vive in noi.

«L’epopea dell’umanità preistorica raccontata in questo bel libro rappresenta un magnifico capitolo della storia di tutti gli uomini. »
«L’Humanité» - Paul Mazliak

«Il libro è scritto molto bene e associa il rigore scientifico a un elegante stile narrativo. Libri così sono rari nel campo della paleoantropologia [.] Qui una ben nota e competente scienziata si rivela anche un’ottima scrittrice, e il risultato è eccellente.»
Eric Delson, direttore del NYCEP, American Museum of Natural History

«Grand Prix du Livre d’Archéologie 2017.»

I veri europei, gli autoctoni del nostro continente, sono i neandertaliani. Sono loro che si sono adattati al clima rigido della penisola europea durante le glaciazioni e che sono fioriti nel relativo tepore dei periodi interglaciali. I Sapiens – africani e tropicali – hanno a lungo evitato le nostre terre inospitali, dove sono approdati molto tardi.
Eppure, Neandertal (Homo neanderthalensis) ha la fama del bruto; qualcuno ancora crede che fosse un «uomo delle caverne», un antenato ottuso e animalesco dal quale ci saremmo in seguito evoluti noi, raffinati e longilinei. Niente di più sbagliato. La paleoantropologa Silvana Condemi e il giornalista scientifico François Savatier hanno scritto questo libro proprio per raccontarci in modo chiaro e simplice la sua storia.
Com’era fatto dunque l’uomo di Neandertal? Che aspetto aveva? Come viveva? A queste domande, grazie al gran numero di fossili rinvenuti in un secolo e mezzo di scavi e grazie alle nuove tecniche di studio, oggi sappiamo dare risposte più precise. Sappiamo che i primi Neandertal vivevano già in Europa 300.000 anni fa, discendenti da una specie umana africana a sua volta antenata di Homo sapiens. Noi Sapiens moderni e i neandertaliani siamo dunque fratelli. Neandertal parlava, di certo mangiava molta carne, cacciava, viveva in clan dispersi su un enorme territorio tra Europa, Asia settentrionale e Medio Oriente. Era cannibale ma seppelliva i morti, almeno nel periodo tardivo; si prendeva cura degli infermi, fabbricava grandi quantità di strumenti litici, si vestiva e aveva un pensiero simbolico.
Gli studi di genetica confermano che nel DNA degli europei di oggi c’è ancora tra l’1 e il 4% di DNA neandertaliano. Dunque, ci siamo incrociati. In altre parole, noi europei siamo, almeno in parte, i diretti discendenti di Neandertal. La repentina scomparsa dei neandertaliani, circa 35.000 anni fa, non è pertanto imputabile a un massacro. Più probabilmente è stata una fusione tra due popolazioni umane.
Mio caro Neandertal, bentornato in famiglia.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 3
5
3
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    carla

    03/03/2020 11:18:28

    Un libro bello e avvincente. Adatto anche ai non addetti ai lavori.

  • User Icon

    ubaldo

    24/09/2019 13:46:30

    Quanto di quello che abbiamo sempre pensato dei cugini di "Homo Sapiens" è sopravvissuto nel nostro DNA? Come avviene la lenta trasformazione dei caratteri ereditari ibridati con gli altri "Homo" e in quale misure si propaga tra le diverse aree del Pianeta? Come si differenzia in migliaia di generazioni? Questo è l'appassionante ricerca che ci propone questo libro riproponendo la Paleoantropologia come scienza dell'Uomo attuale: altro che "musei"!

  • User Icon

    Guido

    24/04/2018 21:57:01

    Un libro unico che chiarisce molte cose sulla nostra evoluzione

  • Silvana Condemi Cover

    Silvana Condemi, paleoantropologa, è direttrice di ricerca al CNRS presso l’Università di Aix-Marseille, in Francia. Per le sue ricerche sui neandertaliani e sui primi Sapiens ha effettuato numerosi scavi archeologici e ha lavorato nei principali centri di ricerca, università e musei dell’Europa e del Vicino Oriente. Approfondisci
  • François Savatier Cover

    François Savatier, fisico, è giornalista scientifico per la rivista francese «Pour la science», responsabile dell’antropologia e dell’archeologia. Approfondisci
Note legali