Santi pezzi. Le reliquie cristiane tra orrore e affari

Giuseppe Verdi

Editore: Tempesta Editore
Collana: Tempesta Laica
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 22 gennaio 2013
Pagine: 100 p., Brossura
  • EAN: 9788897309352
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
La storia del cristianesimo è caratterizzata, fin dai suoi albori, da un sottile quanto robusto filo conduttore: la frode. Va detto peraltro, a onor del vero, che questo è sempre accaduto e continua ad accadere in qualunque sistema religioso di una certa complessità e diffusione [...]. Un ambito nel quale la falsifi cazione ha assunto proporzioni smisurate è quello dei pellegrinaggi e delle reliquie, un autentico mare magnum di truffe alimentato dai milioni di pellegrini che giornalmente affollano le "sedi centrali" della credulità come Roma, Santiago de Compostela, San Giovanni Rotondo, Lourdes, Fatima ecc. Queste sono le materie di cui si occupa questo quaderno, in maniera inevitabilmente sintetica, ma quanto più possibile esaustiva, con un ovvio occhio di riguardo per luoghi di pellegrinaggio e reliquie "illustri" e in una prospettiva, evidentemente, critica, non esente da sarcasmo, per il quale l'argomento stesso costituisce un allettantissimo invito a nozze.

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Federico Antonelli

    30/01/2013 11:16:52

    Pur nel suo taglio prettamente introduttivo, il volume offre un'ampia sintesi delle principali e più famose reliquie cristiane, facendone un breve excursus storico e spiegando perché non possono essere autentiche. Dalla croce di Gesù, alla casa di Loreto, alla tomba di Pietro, fino alla Sindone e a vere curiosità come le "uova dello spirito santo". Aperto da un capitolo sui più noti luoghi di pellegrinaggio cristiani e sulle apparizioni mariane, il libro rappresenta un valido approccio a uno degli aspetti meno spirituali e più "pecuniari" del cristianesimo. Da non credente, l'ho trovato decisamente valido, interessante e di lettura scorrevole, oltre che completato da utilissime note di approfondimento. Sono peraltro convinto che si tratti di un testo interessante e stimolante anche per i credenti dotati di una certa apertura mentale.

Scrivi una recensione