Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Salvato in 823 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Scritti corsari
11,05 € 13,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+110 punti Effe
-15% 13,00 € 11,05 €
Disp. immediata Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,05 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL LIBRO di DALLAVALLE SRL
12,35 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Max 88
13,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Lin Bookstore
13,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
12,35 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
13,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
13,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
13,00 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
11,05 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
IL LIBRO di DALLAVALLE SRL
12,35 € + 3,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Max 88
13,00 € + 4,00 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Lin Bookstore
13,00 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
12,35 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
13,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
13,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
13,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Internazionale Romagnosi snc
13,00 € + 8,50 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
11,05 €
Chiudi
Scritti corsari - Pier Paolo Pasolini - copertina

Descrizione


"L'invisibile rivoluzione conformistica di cui Pasolini parlava con tanto accanimento e sofferenza dal 1973 al 1975, non era affatto un fenomeno invisibile. Cbi ricorda anche vagamente le polemiche giornalistiche di allora, a rileggere questi 'Scritti corsari' può restare sbalordito. Il fatto è die per Pasolini i concetti sociologici e politici diventavano evidenze fisiche, miti e storie della fine del mondo. Finalmente, così, Pasolini trovava il modo di esprimere, di rappresentare e drammatizzare teoricamente e politicamente le sue angosce... di parlare in pubblico del destino presente e futuro della società italiana, della sua classe dirigente, della fine irreversibile e violenta di una storia secolare." (Dalla Prefazione di Alfonso Berardinelli)
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

13
2015
Tascabile
15 gennaio 2015
XII-280 p., Brossura
9788811688372
Chiudi

Indice


Prefazione, di Alfonso Berardinelli
Nota introduttiva

SCRITTI CORSARI
- 7 gennaio 1973. Il «Discorso» dei capelli
- 17 maggio 1973. Analisi linguistica di uno slogan
- 15 luglio 1973. La prima, vera rivoluzione di destra
- 9 dicembre 1973. Acculturazione e acculturazione
- Marzo 1974. Gli intellettuali nel'68: manicheismo e ortodossia della «Rivoluzione dell'indomani»
- 28 marzo 1974. Previsione della vittoria al «referendum»
- Marzo 1974. Altra previsione della vittoria al «referendum»
- Marzo 1974. Vuoto di Carità, vuoto di Cultura: un linguaggio senza origini
- 10 giugno 1974. Studio sulla rivoluzione antropologica in Italia
- 24 giugno 1974. Il vero fascismo e quindi il vero antifascismo
- 8 luglio 1974. Limitatezza della storia e immensità del mondo contadino
- 11 luglio 1974. Ampliamento del «bozzetto» sulla rivoluzione antropologica in Italia
- 16 luglio 1974. Il fascismo degli antifascisti
- 26 luglio 1974. In che senso parlare del PCI al «referendum»
- 22 settembre 1974. Lo storico discorsetto di Castelgandolfo
- 6 ottobre 1974. Nuove prospettive storiche: la Chiesa è inutile al potere
- 14 novembre 1974. Il romanzo delle stragi
- 25 gennaio 1975. L'ignoranza vaticana come paradigma dell'ignoranza della borghesia italiana
- 19 gennaio 1975. Il coito, l'aborto, la falsa tolleranza del potere, il conformismo dei progressisti
- 30 gennaio 1975. «Sacer»
- 25 gennaio 1975. «Thalassa»
- Febbraio 1975. Cani
- 1° marzo 1975. Cuore
- 1° febbraio 1975. L'articolo delle lucciole
- 18 febbraio 1975. I Nixon italiani

DOCUMENTI E ALLEGATI
- Sandro Penna: «Un po' di febbre»
- Don Lorenzo Milani: «Lettere alla mamma» (o meglio: «Lettere di un prete cattolico alla madre ebrea»)
- Per l'editore Rusconi
- Andrea Valcarenghi: «Underground: a pugno chiuso»
- «Esperienze di una ricerca sulle tossicomanie giovanili in Italia», a cura di Luigi Cancrini
- Giovanni Comisso: «I due compagni»
- Sviluppo e progresso
- Ignazio Buttita: «Io faccio il poeta»
- Ebreo-tedesco - La Chiesa, i peni e le vagine
- Il carcere e la fraternità dell'amore omosessuale
- M. Daniel - A. Baudry: «Gli omosessuali»
- Francesco De Gaetano: «Avventure di guerra e pace»
- Ferdinando Camon: «Letteratura e classi subalterne»
- Contro l'ufficialità della storia: testimoni inclassificabili
- Il genocidio
- Fascista
- Colpo di testa del capro espiatorio
- Frammento
- Le cose divine

Indice dei nomi, delle opere e dei periodici

Valutazioni e recensioni

4,39/5
Recensioni: 4/5
(31)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(21)
4
(7)
3
(0)
2
(0)
1
(3)
Federico Merlotti
Recensioni: 4/5
Io so. Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato golpe.

L'opera raccoglie una quarantina di articoli che Pasolini scrisse, prevalentemente sul Corriere della Sera, tra il 1973 e il 1975 (l'anno della sua morte). Il risultato è una lucida e a tratti disperata analisi di un'inarrestabile mutazione antropologica, di un'omologazione culturale, in altre parole della fine di un'Era e l'Avvento di un nuovo modello umano e di un nuovo potere che ha cancellato il precedente volto fisico e culturale dell'Italia, mutando radicalmente la base sociale e umana delle vecchie istituzioni. Dalla Prefazione: "L'invisibile rivoluzione conformistica, l'"omologazione culturale", la "mutazione antropologica" degli italiani......non erano affatto fenomeni invisibili......Ciò che Pasolini diceva era insomma in larga misura risaputo. La sociologia e la teoria politica avevano già parlato. I critici dell'idea del progresso, della società di massa, della mercificazione totale, avevano già detto da tempo tutto ciò che c'era da dire......Che senso aveva fare ora gli apocalittici? Rimpiangere il passato era assurdo......Tornare indietro era impossibile......La sola cosa era semmai organizzare una lotta rivoluzionaria contro il Potere e il Capitale divenuti ormai interamente multinazionali. " A cinquant'anni di distanza dobbiamo purtroppo constatare che tutti i tentativi (pacifici e non) di lotta rivoluzionaria contro il Potere e il Capitale sono miseramente falliti; ma è doveroso continuare a provarci.

Leggi di più Leggi di meno
Anna
Recensioni: 5/5

Nella società pronosticata da Pasolini (e da tanti intellettuali del Novecento) io ci sono nata e ci vivo, pur riconoscendone perfettamente le caratteristiche delineate in questi 'scritti corsari': l'omologazione di culture, linguaggi e classi sociali; il consumismo come nuovo (e più pericoloso perché più subdolo) fascismo; l'antifascismo "di maniera" fondato su una altrettanto subdola connivenza con il potere e sulla falsa tolleranza, che si ostenta come una spilla sul petto per pulirsi la coscienza e poter continuare a perseguire i propri interessi. È chiaro, si tratta pur sempre di opinioni, che possono essere più o meno condivisibili, e di argomenti che in certi casi sembrano troppo datati. Ma, se si leggono questi articoli senza pregiudizio, favorevole o sfavorevole che sia, allora ci si accorge che essi parlano ancora: parlano alla coscienza, costringono a un faccia a faccia con i propri princìpi; a rivederli, anche e soprattutto laddove sembrano più saldi e indiscutibili. Ad ogni modo, ciò che ho pensato al termine di questa lettura (e lo dico col cuore, con un giudizio chiaramente di parte) è che vorrei ci fosse ancora qualcuno capace di scrivere con la stessa intelligenza, lo stesso coraggio di esporsi, la stessa sensibile umanità e la stessa umiltà davanti alle cose di cui non si è esperti, di Pier Paolo Pasolini.

Leggi di più Leggi di meno
Luca Sciri
Recensioni: 5/5
Una persona che mi somiglia molto

Precoce, molto precoce, ed unico, Pasolini vedeva quello che gli altri non vedevano perché ragionava in modi in cui gli altri non sapevano ragionare.. potremmo dire in modo contorto per dire che vedeva i rapporti profondi tra le cose e riusciva ad analizzarli. Questo rende sempre chi porta tale caratteristica isolato, incompreso e destinato a grandi cose.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,39/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(21)
4
(7)
3
(0)
2
(0)
1
(3)

Conosci l'autore

Pier Paolo Pasolini

1922, Bologna

Pasolini nasce a Bologna il 5 marzo 1922. Per tutta l’infanzia e l’adolescenza segue il padre, ufficiale di fanteria, nei suoi spostamenti, trasferendosi continuamente da una città all’altra del Nord Italia. Nel 1942 a causa della guerra si rifugia nel paese materno, Casarsa in Friuli. Sin da giovane, inizia a scrivere poesie, alternando testi in italiano e in friulano. Nel 1942 esce il suo primo libro Poesie a Casarsa. Nel corso della sua vita l’attività poetica costituirà una costante e porterà alla pubblicazione di alcuni dei più importanti testi della letteratura italiana del Novecento. Nel 1950 Pasolini è costretto a lasciare il Friuli e si trasferisce a Roma. Nel 1955 esordisce nella narrativa con Ragazzi di vita. Parallelamente,...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore