La storia di un matrimonio

Andrew Sean Greer

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Giuseppina Oneto
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 22 ottobre 2008
Pagine: 224 p., Brossura
  • EAN: 9788845923289
Salvato in 28 liste dei desideri

€ 15,30

€ 18,00
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La storia di un matrimonio

Andrew Sean Greer

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La storia di un matrimonio

Andrew Sean Greer

€ 18,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La storia di un matrimonio

Andrew Sean Greer

€ 18,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 9,72

€ 18,00

Punti Premium: 10

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Crediamo tutti di conoscere le persone che amiamo": così Pearlie Cook comincia a raccontarci gli incredibili sei mesi che sono stati, per il suo matrimonio, una sorta di inesorabile lastra ai raggi X. Siamo nel 1953, in un quartiere appartato e nebbioso di ex militari ai margini di San Francisco, e tutto nella vita dei Cook parla ancora della guerra: la salute cagionevole di Holland, i ricordi tormentati di lei, le loro abitudini morigerate e un po' grigie. Una vita per il resto normalissima, come sottolinea la voce ammaliante di Pearlie - mentre la sua testa scoppia di pensieri che forse, via via che si disvelano, preferiremmo non ascoltare. Eppure li leggiamo con avidità, rassicurati dal fatto che lei, palesemente, ha intenzione di dirci proprio tutto. Perché, allora, ci sentiamo invadere da un'ansia arcana, da un senso di vertigine e di smarrimento, come davanti a certe atmosfere torve di Edgar Allan Poe? Non solo per il susseguirsi di colpi di scena che ci avvincono a ogni riga sino a condurci all'unico finale davvero imprevedibile. Non solo per l'uomo venuto dal passato, per la lettera che colpisce come un pugno, per i terribili segreti che si dischiudono a uno a uno... Sarà allora per la dolorosa lucidità con cui la narratrice riesce a indagare la distanza che separa ciascuno di noi dagli altri? O perché a ogni pagina ci chiediamo: come fa Pearlie a sapere tutte queste cose - di noi?
3,54
di 5
Totale 37
5
15
4
6
3
5
2
6
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Nicole

    26/05/2013 19:34:05

    Avrebbero dovuto intitolare questo romanzo "La STRANA storia di un matrimonio"....perche onestamente speravo di leggere una storia in cui un pò tutti potessero identificarsi.Quella di Pearlie invece è una storia secondo me troppo particolare...Comunque è stata una lettura tutto sommato scorrevole e piacevole,con la quale si spazia tra mille tematiche,non solo il matrimonio o la vita di coppia.

  • User Icon

    silvia

    29/06/2011 22:07:54

    Io non so se ho capito male il libro..cioè mi aspettavo davvero tutt'altra storia e mi sono ritrovata per le mani una trama inutile e davvero incomprensibile..(se quello che Buzz dice è vero ce c'entra Annabel?)..come si fa ad amare un personaggio come Pearlie che dall'inizio alla fine subisce e subisce per un marito che parliamoci chiaro,chi lo vorrebbe???solo perchè è bello??Dovevo ritrovarmi nella storia e nella protagonista ,beh neanche un pò..le donne ,le mogli non sono e non devono essere così e neanche i matrimoni..davvero non capisco i voti alti..boh!

  • User Icon

    Margherita

    23/05/2011 09:39:15

    all'inizio ti prende e ti affascina......poi il fnale è quello che ognuno di noi si immagina dall'inizio!

  • User Icon

    Santolo Taglialatela Scafati

    25/04/2011 22:19:30

    In verità la prima parte mi è piaciuta molto, e alcuni "colpi di scena" sono intervenuti nel racconto, ma poi tutto si è spento in quanto l'autore ha girato intorno allo stesso punto come un animale nella gabbia in cui è consistita la sua storia. Troppo improbabile la mancanza di dialogo tra moglie e marito. Ammetto che era l'unica strada che aveva l'autore, ossia il negoziato che portano avanti lei con l'amante di lui diciamo di nascosto, per portare avanti il libro, ma diventa tutto troppo inverosimile. Bastava che i coniugi si parlassero tre minuti e invece solo silenzi. Tuttavia è interessante conoscere alcune "verità" della guerra fatta dagli americani. Insomma, comunque resta un libro scritto bene, però non decolla.

  • User Icon

    alex

    24/04/2011 22:20:30

    per quanto la storia presenti alcune "falle" è assolutamente accattivante e scritta in modo estremamente scorrevole e senza pause noiose. questo libro si divora.

  • User Icon

    claudia

    10/03/2011 16:51:06

    Un'ottima scrittura, un'occasione persa, una grossa - dopo le recensioni lette - delusione. Scagliata la bomba iniziale, le dinamiche e le ragioni dei personaggi tentano di tenersi sul filo del rasoio finendo invece per afflosciarsi su se stesse. Holland non è un marito di cartone: semplicemente non è un personaggio. Pearlie accetta ciecamente la versione di Buzz, ed entrambi cincischiano inutilmente sul loro baratto, senza che nulla si muova, fuori e dentro. Anche la vicenda di Annabel sembra avere poco o nessun senso. Molto bella la descrizione storica, della percezione di una certa fase della storia americana. Peccato.

  • User Icon

    M.T.

    24/05/2010 10:36:37

    Un romanzo poetico che lascia affiorare l'ambivalenza dell'animo umano nei rapporti con l'altro...Un gran bel libro, una "perla" raffinata che rivela solo nelle ultime pagine il suo valore letterario.

  • User Icon

    FRANCESCA

    14/01/2010 10:47:15

    Il libro è bellissimo, tenero, dolce, profondo, emozionante. Un amore vero descritto nei minimi particolari, anche quelli che generalmente non riusciamo o vogliamo sondare. E' assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Doriana

    06/10/2009 23:37:47

    Il fatto stesso che su questo libro ci siano stati commenti così discrepanti indica che è un libro da leggere. Per quanto mi riguarda mi ha catturato fin dalle prime pagine, è pieno di colpi di scena, emozioni, è un libro che ti culla pur facendoti rimanere sempre all'erta.

  • User Icon

    Roberto

    03/09/2009 22:43:51

    Decisamente bello. Ben scritto. Pieno di colpi di scena. Descrive i sentimenti più nascosti nel particolare contesto dell'America degli anni '50, della quale fornisce uno spaccato interessantissimo. Da consigliare

  • User Icon

    Silvia

    30/08/2009 19:45:15

    Forse un pochino lento, ma sicuramente libro splendido.

  • User Icon

    Tommaso

    23/07/2009 10:11:41

    Brutto, confuso e piatto, volutamente arzigogolato..l'inizio sembra interessante ma poi l'interesse si annichila e sembra di legger frasi vuote e senza senso, soprattutto perchè non si capisce quale personaggio stia parlando o anche di chi si stia parlando.

  • User Icon

    antonella

    07/07/2009 14:56:52

    E' uno dei libri piu' insulsi che mi sia capitato di leggere negli ultimi anni:ho avuto l'impressione di leggere un mattone di piu' di 1000 pagine, io che adoro leggere libri lunghi. Ma questo faccio davvero fatica a finirlo.Soldi e tempo buttati via.

  • User Icon

    Mariacarol

    30/06/2009 11:47:19

    Per quanto abbia faticato nel terminare il libro la prima volta l'ho letto con avidità la seconda e lo farei di nuovo se non avessi ancora molti libri da leggere cumulatisi durante l'inverno. Adoro Pearlie, una donna straordinaria ricca di sfaccettature, capace e coerente; una donna che desidereresti conoscere e che, terminata la lettura, non vorresti abbandonare. Un libro che dà voce ai pensieri più intimi di una donna innamorata a cui la saggezza e il tempo daranno ragione.

  • User Icon

    luca

    26/06/2009 13:15:57

    “Il matrimonio è come la doccia in un hotel”; “la bellezza non ha spiegazioni”; “eravamo sfuggiti al tempo: l’unica forma di felicità che io conosca”. Di tal genere, se non tali appunto, sono i pensieri di Pearlie, mamma vittima di proposte indecenti sottosopra e sposa di un uomo di cartone che ha la stessa vitalità di Bruce Willis ne Il sesto senso. Povera Pearlie, avvezza a camminare tra vergogna e paura, vergogna e panico, vergogna e terrore nell’America degli anni ’50, sempre in guerra e ben lontana dal paradiso. Se si trascura l’esoso prezzo di copertina, si esce più ricchi da un libro così, non perfetto, non capolavoro, breve il giusto, con i suoi regolari colpi di scena che si annacquano nel finale. Difficile non dare 5 e lode se si è lettrici donne di sesso femminile. Io, da parte mia, me la cavo con 4.

  • User Icon

    Massimo F.

    21/06/2009 11:13:23

    Un finale molto lirico e ben scritto non riesce a riscattare un libro decisamente piatto e noiosetto, nonostante i presupposti ambiziosi. Confusi alcuni passaggi, personaggi non sempre nitidi dal punto di vista narrativo. C’è decisamente di meglio in giro

  • User Icon

    Raffaella

    16/04/2009 12:31:55

    A me il libro non ha convinto affatto. Facevo fatica persino a capire chi pensava cosa e dovevo tornare indietro. Onestamente di una pesantezza .... l'ho terminato solo per sapere come andava a finire. Non mi è piaciuto il personaggio di Pearlie che subisce e non si confronta con il marito (sempre impossibile). Anche la scrittura non é scorrevole, non si capisce in alcuni punti a quale personaggio l'autore (o il traduttore) attribuisce il pensiero. Per sintetizzare: uno dei più brutti libri che abbia mai letto. Il soggetto del libro è molto bello ma sembra che l'autore tema di scatenare le ire della comunità gay e non approfondisce i pensieri e i sentimenti di chi si confronta con questa realtà. Onestamente.... ho proprio buttato i soldi e quasi quasi quasi butto anche il libro (fisicamente) nel cestino della carta.

  • User Icon

    a.fontanili

    13/04/2009 22:14:39

    Molto bello. Romantico. Ben scritto. Efficace ed evocativa la descrizione della San Francisco anni 50 e il ritratto sociale dell'America di quegli anni. Ben dipinto il personaggio principale -Pearlie- ricca di umanità. E' impossibile non affezionarsi a lei. Diversi colpi di scena -anche alla fine- rendono il libro scorrevole e avvincente, a parte forse una parte centrale che si perde un po' per strada. Bella comunque anche la riflessione generale su chi sia realmente la persona che abbiamo a fianco da anni nella nostra vita, nel nostro matrimonio.

  • User Icon

    roberta

    05/04/2009 17:45:47

    Si`ho letto questo romanzo con avidita`. Trovo molto attuale la figura di Holland, il marito, uomo bello, dal sorriso insinuante, che cattura sguardi sia maschili che femminili, desiderato ed invidiato dagli altri per come appare, ma in se` insicuro, perplesso, indeciso. La figura di Pearlie non ha bisogno di commenti, semplicemente donna con la D maiuscola che ci lascia, a fine libro, uscendo libera, "nel giorno stupefacente". Massimo voto. Roberta

  • User Icon

    Jennifer

    20/03/2009 07:56:41

    veramente bello! Scrittura raffinata e scorrevole, e molti colpi di scena. Lo consiglio a chi ama i libri un po' "introspettivi".

Vedi tutte le 37 recensioni cliente
  • Andrew Sean Greer Cover

    Figlio di due scienziati ha studiato con Robert Coover e Edmund White alla Brown University. Ha fatto molti lavori a New York: autista, tecnico di teatro, scrittore per la televisione e scrittore senza molto successo. In seguito si è trasferito a Missoula, Montana. In seguito ha vissuto a Seattle e poi a San Francisco dove ha cominciato a scrivere per riviste come Esquire, Paris Review e Story, prima di pubblicare la sua prima raccolta di racconti: How It Was for Me". Il suo primo romanzo: The Path of Minor Planets è stato pubblicato nel 2001 e il suo secondo: La confessione di Max Tivoli nel 2004. John Updike ha paragonato la sua opera a Proust e Nabokov sul New Yorker. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali