Categorie

Cormac McCarthy

Traduttore: M. Testa
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 220 p.
  • EAN: 9788806219369

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    cantarstorie

    19/10/2016 10.53.05

    Assoluto capolavoro di desolazione, struggimento, tristezza. La luce non oltrepassa mai la coltre di cenere, e le frasi sembrano dettate da un indovino cieco, in attesa di chi le sappia incidere su una pietra di mare. Lettura durissima, trascinante, ipnotica, profonda. Meraviglioso.

  • User Icon

    L.

    16/07/2016 19.17.15

    Un libro meraviglioso, uno dei cinque romanzi del decennio scorso.

  • User Icon

    Anna

    07/07/2016 12.09.19

    Per dare un'idea della potenza evocativa di questa storia:non ho potuto leggerla di sera. Rischiavo incubi e angoscia per raggiungere il bagno....

  • User Icon

    giuseppe

    14/06/2016 11.40.20

    semplicemente straordinario, pieno di emozioni rincorrenti e sensazioni uniche. Che incredibile intuizione non rivelare i nomi dei protagonisti.

  • User Icon

    eri

    25/05/2016 16.08.08

    non ci sono parole per descriverlo. ero li con loro. o ero qui nel mondo reale. i sentimenti li sentivo. la fame. la paura e il freddo. reale e vivo. il legame forte. e poi...un dubbio...ma se finisse veramente così la nostra terra?....reale. fantastico.

  • User Icon

    luigiru

    01/05/2016 21.38.48

    Mai vista tanta disperazione e tanto amore fondersi insieme e dar vita a qualcosa di così indescrivibile.

  • User Icon

    Giuseppe

    02/04/2016 09.23.43

    Libro grandissimo, denso di poesia e amore. Letto d'un fiato e riletto tante volte. Affresco insuperabile del rapporto tra padre e figlio.

  • User Icon

    chiara

    19/01/2016 11.24.56

    In contrasto con i commenti precedenti ho trovato il libro noiosissimo,illeggibile... mi sono sforzata di arrivare alla fine per capire meglio come i protagonisti fossero stati ridotti ad una simile condizione ma niente. Non mi è piaciuto neanche lo stile di scrittura, voto zero.

  • User Icon

    Caudio S.

    28/12/2015 10.19.06

    La descrizione del Male è l'argomento cardine su cui si sviluppa l'opera dell'autore: Meridiano di sangue, Non è un paese per vecchi, La strada. Non ultimo l'ingresso nel cinema con la sceneggiatura de Il Procuratore. Su queste tematiche Mc Carhty è imbattibile, allucinato e riesce a trasmettere angoscia al lettore. Bene. Vorrebbe proporci anche delle cose nuove, battere nuove strade, mettersi in gioco su altre discipline? Mi piacerebbe che lo facesse.

  • User Icon

    cheetah32

    29/10/2015 14.36.34

    Libro veloce e diretto, racconta di come i protagonisti sopravvivono in un mondo vuoto, spoglio, in cui l'uomo è ritornato ad essere individuale e lotta ogni giorno per il cibo. Offre riflessione sulla relazione padre e figlio e sulla trasformazione degli uomini in relitti, in un mondo incolore e senza fiducia. Stile narrativo molto fluido rispetto ad altri romanzi di McCarthy, ha vinto il Premio Pulitzer per la narrativa nel 2007.

  • User Icon

    Hyeronimus52

    02/08/2015 15.21.29

    L'anabasi di un padre e di un figlio bambino che si aggirano tra le rovine fumanti della civiltà, sconvolta da un imprecisato cataclisma, con l'unico scopo di sopravvivere e di raggiungere il mare, aggrappati non tanto alla vita quanto all'amore reciproco che anima tutte le loro azioni e i loro pensieri. Un capolavoro delle letteratura, scritto magistralmente, pregno di umanità e di amore, che ho letto con immensa partecipazione e coinvolgimento.

  • User Icon

    Lorenz

    13/02/2015 12.40.45

    Capolavoro. Scrittore immenso.

  • User Icon

    giulia

    08/02/2015 11.19.22

    Piccolo ma intenso, originale nello stile. La storia ti entra dentro piano piano e prima di rendertene conto ti ritrovi accanto al papà e al figlio in viaggio verso su circondati da un mondo apocalittico. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Peppe Lomonaco

    13/12/2014 21.05.28

    Cormac McCarthy mette il lettore a seguire il viaggio, in un paesaggio apocalittico, dei due protagonisti del romanzo: "l'uomo/papà" e "il bambino". I due sono in viaggio a piedi prima verso l'Ovest e poi verso il Sud in cerca di calore e di salvezza. Leggendo il libro non si può fare a meno di pensare a Tom Joad (Furore di Steinbeck) che si sposta con l'intera sua famiglia, su di un carro motorizzato, dalla miseria agricola dell'Oklahoma alla ricca California, Terra Promessa. La scrittura di McCarthy è avvincente. Ma poteva tranquillamente economizzare almeno cento pagine delle 218 che costituiscono il libro. La storia sarebbe stata chiara comunque.

  • User Icon

    Gentry

    12/12/2014 10.16.59

    E' uno dei romanzi più belli mai letti. Intenso, struggente. L'ambientazione apocalittica disegna l'angoscia odierna meglio di un trattato di sociologia. E' anche e soprattutto una storia di amore, tra padre e figlio, e di speranza, per noi esseri umani.

  • User Icon

    Alban

    31/10/2014 20.20.20

    Non molto originale, ma scritto benissimo.

  • User Icon

    stefano

    03/09/2014 10.29.14

    Se pur breve, questo romanzo è un cazzotto nello stomaco. Ciò che colpisce in profondità, oltre alla descrizione di un mondo alla deriva, prossimo al collasso, è la qualità superba dei dialoghi. Il rapporto padre-figlio si dipana attraverso scene angoscianti, coinvolgenti, violente, dalle quali, tuttavia, l'autore riesce magistralmente ha far emergere una speranza sottile, dura, tenace, che lega i due protagonisti in modo indissolubile. Un piccolo capolavoro di uno scrittore magnifico.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione