Vice. L'uomo nell'ombra (DVD) di Adam McKay - DVD

Vice. L'uomo nell'ombra (DVD)

Vice

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Vice
Regia: Adam McKay
Paese: Stati Uniti
Anno: 2018
Supporto: DVD

49° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia

Salvato in 41 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,99 €)

Una biografia politica brillante, irriverente, indiavolata. Con una prova impressionante di Christian Bale

Negli anni Settanta Dick Cheney sta con una ragazza davvero in gamba, Lynne, che riesce a farlo ammettere all'Università, dove lui però viene travolto dal gozzovigliare da college e, tra una sbornia e l'altra, finisce per farsi espellere. Non contento, continua a bere anche mentre lavora ai pali della corrente elettrica, finisce in una rissa e viene arrestato per guida in stato di ebrezza. A quel punto Lynne gli dà un ultimatum: o diventa la persona di potere che lei in quanto donna non può essere ma può aiutare e guidare, oppure tra loro è finita. La storia è nota: i due diventeranno una "power couple" di Washington e domineranno placidamente, quasi nell'ombra, l'amministrazione di George W. Bush, tra le più devastanti per la democrazia americana.
3
di 5
Totale 5
5
1
4
0
3
2
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    marco

    11/05/2020 15:24:07

    Il film si sviluppa a tratti come un documentario su una parte triste e oscura della politica e della storia americana riguardo soprattutto agli attentati dell'11 settembre e della guerra in Iraq. Un film abbastanza critico, che risulta in alcune parti noioso e difficile da seguire.

  • User Icon

    Generoso

    27/11/2019 16:55:14

    Voto 6.8 Troppo lento… La storia ormai la conoscono davvero tutti ed in un certo senso è anche affascinante, perché non tutti gli uomini trovano la forza di migliorarsi. La trama, quindi, è gradevole. A parer mio è troppo veloce all’inizio. La grande pecca di questo film è il ritmo. Lento, privo di dettagli e colpi di scena che si contano sulle dita di una mano. E’ un biografico e quindi c’è poco da cambiare, ma una battuta qua e la di certo non avrebbe guastato. Gli attori sono stati molto bravi, Bale ha meritato di vincere il premio come miglior attore non protagonista. Il finale è onesto e reale. Ammiro la politica, ma questa pellicola è davvero noiosa. Consigliata solo ad un pubblico ristretto.

  • I complimenti a Bale mi sento di farli, anche per la recitazione in Vice. Smorfie facciali e modi di parlare precisi, riconoscibili, mi hanno convinto un po’ alla volta, col passare dei minuti finché non ho pensat: “Wow! È stato proprio bravo! Innegabile che il suo lavoro lo sappia fare”. Vice ha anche una voce narrante, una voce e un volto in realtà, e non scopriremo chi è questa voce e questo volto se non verso la fine del film e doppio wow, sono rimasta sconvolta. E per come il film è stato girato giuro che non sapevo se il regista mi stava prendendo per i fondelli o se quello che ho visto era davvero accaduto. Confermo, è accaduto davvero. È tutto vero quello che Vice ci fa vedere? George W. Bush è/è stato davvero un coglione? (E la risposta va al di là di schieramenti politici). Diciamo che da un lato guardando Vice non ci stupiamo, d’altronde Bush non è mai stato particolarmente amato nemmeno in Italia, ma vi giuro che se già l’opinione che potevate avere di lui non era proprio dorata, dopo la visione di Vice non saprete se ridere o piangere, letteralmente. E sinceramente per fare un film dove si sputtana in questo modo (perché questo è quello che avviene con Vice) un Presidente degli Stati Uniti d’America ci vuole coraggio (e non mi stupirei se tra qualche anno vedessi un film simile con Trump al posto di Bush). Non conoscevo la figura del vice presidente (e chi mai considera il vice presidente?), non conoscevo Dick Cheney e la sua storia, la sua ascesa e la sua caduta. Sicuramente è stato interessante, soprattutto perché apre gli occhi dello spettatore su eventi accaduti in momenti storici importanti, che hanno tuttora delle ripercussioni sulla nostra vita. Devo dire che la prima ora l’ho trovata lenta e anche un po’ noiosa, ma un po’ alla volta il film si è ripreso. Certe particolarità, certe scelte di regia mi hanno fatto pensare più volte a The Wolf of Wall Street, soprattutto all’inizio del film, aspetti che a volte mi hanno [continua sul blog]

  • User Icon

    Daniele

    01/05/2019 20:40:04

    Film per me deludente. Noioso, banale. Stesso stile de la grande scommessa, tuttavia ha meno incisività e mordente. Banale, anche se presenta una figura importante a livello mondiale. Non il classico biopic.

  • User Icon

    libero25

    10/03/2019 01:41:19

    Un remix coinvolgente di storia, biopic e contemporaneità pop che conferma quanto visto nella Grande Scommessa. Adam McKay switcha e destruttura, spiana il tempo e lo accelera, consegnandoci un Cheney ingessato nel corpo di un Bale da applausi.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente

Una biografia politica brillante, irriverente, indiavolata. Con una prova impressionante di Christian Bale

Trama

Negli anni Settanta Dick Cheney sta con una ragazza davvero in gamba, Lynne, che riesce a farlo ammettere all'Università, dove lui però viene travolto dal gozzovigliare da college e, tra una sbornia e l'altra, finisce per farsi espellere. Non contento, continua a bere anche mentre lavora ai pali della corrente elettrica, finisce in una rissa e viene arrestato per guida in stato di ebrezza. A quel punto Lynne gli dà un ultimatum: o diventa la persona di potere che lei in quanto donna non può essere ma può aiutare e guidare, oppure tra loro è finita. La storia è nota: i due diventeranno una "power couple" di Washington e domineranno placidamente, quasi nell'ombra, l'amministrazione di George W. Bush, tra le più devastanti per la democrazia americana.

Golden Globes 2019 - Migliore attore in un film commedia o musicale (Christian Bale)
Oscar 2019 - Miglior trucco e acconciatura (Greg Cannom, Kate Biscoe e Patricia DeHaney)

  • Produzione: Eagle Pictures, 2019
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 132 min
  • Lingua audio: Italiano (5.1 Dolby Digital);Inglese (5.1 Dolby Digital)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: 2 scene eliminate; Il bello è che mi ama anche lui
  • Steve Carell Cover

    Propr. Steven John C., attore statunitense. Si costruisce una carriera da comico televisivo, in particolare nel programma The Daily Show (1999-2005) e nella serie The Office (2005-08), che gli vale un Golden Globe come miglior attore. Al cinema è per qualche tempo spalla comica: regge il gioco a J. Carrey in Una settimana da dio (2003) di T. Shadyac, e a W. Ferrell in Vita da strega (2005) di N. Ephron, finché ottiene il ruolo da protagonista in 40 anni vergine (2005), di cui è anche sceneggiatore insieme al regista J. Apatow. Volto piuttosto ordinario e dalla mimica ridotta, incarna spesso la figura del timido imbranato, che fa leva su una comicità innocente e sobria anche quando è afflitto dai casi della vita, come nel ruolo dello zio suicida di Little Miss Sunshine (2006) di G. Dayton e... Approfondisci
Note legali