Categorie

Giorgia Benusiglio, Renzo Agasso

Collana: Oltre lo scacco
Edizione: 2
Anno edizione: 2010
Pagine: 134 p. , ill. , Rilegato

1 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Salute, famiglia e benessere personale - Famiglia e salute - Problemi personali - Droga e alcolismo

  • EAN: 9788821567988

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    stellina76

    30/01/2015 11.04.10

    libro che si divora sia per l'intensità della storia (purtroppo reale, che per la scrittura. Un bellisimo libro contro l'uso delle droghe. Da leggere!

  • User Icon

    Ciro Andreotti

    09/01/2014 12.21.34

    la vita di Giorgia, una diciassettenne di buona famiglia, viene spezzata una sera di fine anni'90 quando assume una pasticca di extasy fabbricata con l'aggiunta di veleno per topi. Salvatasi dopo giorni di agonia, nel corso dei quali gli svenimenti si susseguivano continui e i dolori incessanti, Giorgia riesce a tornare alla normalità solo dopo essersi sottoposta a trapianto di fegato e a molti anni di lenta riabilitazione. L'esperienza vita di Giorgia parte dalle pagine del libro, scritto a quattro mani assieme al giornalista Renzo Agasso e grazie ai contributi dei suoi genitori e dello staff medico che la curò, per arrivare dritta nelle scuole. Assieme al padre e dal momento che si riprese e ristabilì completamente, Giorgia ha iniziato difatti a girare stabilmente presso gli istituti scolastici di qualunque ordine e grado, per iniziare a snsibilizzare genitori e studenti su errori che potrebbero essere facilmente commessi da chiunque; errori che possono essere facilmente compiuti da altre ragazze o ragazzi esattamente come lei; ragazzi e figli di ottime famiglie, senza problemi apparenti alle spalle, ragazzi e persone che a causa di una curiosità facilmente e teoricamente controllabile potrebbero, come lei, rovinarsi la vita per sempre. Un libro carico di significato, un libro che è la storia vera e drammatica di una famiglia che avrebbe potuto subire un lutto grave e irreparabile ma che invece da quel possibile lutto si è ritorvata ancora più forte e terribilmente legata.

Scrivi una recensione