Il mondo di ieri

Stefan Zweig

Traduttore: L. Paladino
Editore: Garzanti Libri
Collana: I grandi libri
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 460 p., Brossura
  • EAN: 9788811810759

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Classici, poesia, teatro e critica - Storia e critica - Studi generali - Dal 1900

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Teddy

    26/10/2017 13:17:05

    Stefan Zweig nasce nell'Impero Austro-Ungarico da una famiglia ebraica nel 1881. Divenne un notissimo scrittore, saggista e drammaturgo di lingua tedesca già da giovanissimo, appassionandosi al cosmopolitismo e all'umanità. Sottotilolato “Ricordi di un europeo”, questo lungo racconto del 1941 narra i cambiamenti del mondo, e del suo mondo, attraverso un secolo che finiva, due guerre mondiali, tantissimi artisti di prima grandezza e una serie infinita di obbrobri. Dovette scappare dall'Austria annessa alla Germania dopo aver visto i suoi libri bruciati in piazza e spazzati via dalle librerie. Quasi incredibile come già in quel tempo accusasse i politici, ma soprattutto le industrie militari, e anche gli speculatori, come i veri colpevoli di tali nefandezze. Finito il secolo breve, anche nel nuovo millennio non sembra che sia cambiato molto. Se non in peggio, con la sparizioni di intellettuali di livello gigantesco come lui.

  • User Icon

    sordello

    08/01/2016 10:54:08

    Capolavoro. Che meraviglia di libro. Consigliabile a chiunque.

  • User Icon

    stefano

    07/05/2015 15:32:49

    Un libro di memorie, di riflessioni, scritto da un grandissimo testimone del suo tempo. Ogni pagina trasuda passione e sensibilità. Leggere un'opera di tale fattura è un privilegio da trasmettere al prossimo. Un uomo ferito nell'anima racconta di se stesso e la sua epoca, senza scivolare nella piaggeria o nella ridicolaggine, nell'esaltazione.

Scrivi una recensione