Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Un nido di vespe. Indagine tra Varese e il Lago Maggiore - Davide Longo - ebook

Un nido di vespe. Indagine tra Varese e il Lago Maggiore

Davide Longo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Frilli
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 600,17 KB
Pagine della versione a stampa: 208 p.
  • EAN: 9788869434112

97° nella classifica Bestseller di IBS Ebook eBook - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Salvato in 11 liste dei desideri

€ 6,99

Punti Premium: 7

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Valerio Guerra è un ragazzo invecchiato precocemente. Laureato in Archeologia, si è ritrovato a rincorrere una serie di stage non pagati in giro per l'Italia e ad essere silurato alla Scuola di Specializzazione. All'alba dei trent'anni la vita gli ha portato via un padre e tutti i sogni di gioventù. Si ritrova disoccupato, senza un soldo, a sopravvivere in un paesino disteso sulle rive del Lago Maggiore. Per sbarcare il lunario fa i più svariati lavori, che di solito si risolvono in contratti di pochi mesi, e con un paio di amici fidati svuota le cantine delle ville della sponda lombarda, rivendendo quello che è ancora in buono stato nei mercatini della zona. A tempo perso lavora anche come detective in nero, senza licenza: casi di corna, per lo più, o liti tra vicini di casa. Valerio non vive, sopravvive, e la sua unica gioia è osservare il suo gatto, Robespierre, che governa il loro piccolo appartamento come se fosse una magione vittoriana. Finché un giorno René, commissario di polizia e vecchia conoscenza del padre di Valerio, gli mette sotto il naso la foto di un anello longobardo e il caso di omicidio ad esso collegato. Da quel momento il ragazzo si ritroverà invischiato in una rete di omertà, silenzi e violenza che pulsa sotto la superficie della provincia sonnolenta come una rete di organi cancrenosi: un nido di vespe in cui convivono politica, imprenditori e polizia, nel quale Valerio Guerra proverà suo malgrado a mettere le mani.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,33
di 5
Totale 2
5
0
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ottimo esordio!

    14/09/2020 13:55:42

    Un giallo moderno, calato nella quotidianità, la cui aderenza alla vita di tutti i giorni ed ai suoi problemi non può che far riflettere, sulle vicende e sui tanti controsensi della società in cui viviamo. Lascia un po' di amaro in bocca ma, personalmente, proprio in questo aspetto ho apprezzato quel realismo di cui parlavo. Aspetto il seguito di questo improvvisato investigatore!

  • User Icon

    Kahlia

    31/07/2020 10:02:35

    Ci sono elementi che ho apprezzato ed altri che mi hanno un po' infastidito. L'ambientazione è molto caratterizzata, a volte fin troppo (interi paragrafi in cui si spiega l'itinerario stradale neanche fosse un navigatore), il protagonista è umano e imbranato al punto giusto, non è uno dei detective tutti d'un pezzo. La cosa che mi ha dato più fastidio è il continuo rimarcarne le convinzioni politiche, all'inizio tratteggia la psicologia del personaggio e dei comprimari, ma alla lunga è ripetitivo e stancante e distrae dal dipanarsi della trama. Ho apprezzato anche il finale, non scontato.

  • Davide Longo Cover

    Davide Longo (1971) vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden. Tra i suoi romanzi ricordiamo, Un mattino a Irgalem (Marcos y Marcos, 2001), Il mangiatore di pietre (Marcos y Marcos 2004), L’uomo verticale (Fandango, 2010), Maestro Utrecht (NN 2016), Ballata di un amore italiano (Feltrinelli 2011), Il caso Bramard (Feltrinelli 2014) e Così giocano le bestie giovani (Feltrinelli 2018). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali