€ 16,99

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Film contenuti nel cofanetto

Un boss in salotto
Paese: Italia
Anno: 2013
Descrizione: Cristina è un'energica meridionale trapiantata in un piccolo centro del nord dove è finalmente riuscita a costruirsi una vita e una famiglia perfette insieme al marito, Michele Coso, e ai loro due splendidi figli. Un giorno Cristina, convocata in questura, scopre che suo fratello Ciro, che non vede da quindici anni, è implicato in un processo di camorra e ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. Cristina suo malgrado accetterà e da quel momento i suoi piani e l'ordinatissima routine dei Coso verranno letteralmente sconvolti dall'arrivo dello zio Ciro, un tipo tutto tatuaggi, catene d'oro e poco abituato alle buone maniere.
Benvenuti al sud
Paese: Italia
Anno: 2010
Descrizione: Alberto, responsabile dell'ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino della Campania, il che per un abitante del nord equivale a un vero e proprio incubo. Pieno di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei "terroni" scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.
Benvenuti al nord
Paese: Italia
Anno: 2011
Descrizione: Sono passati circa due anni e Alberto e Mattia, sono in crisi con le rispettive mogli. Silvia detesta Milano a causa delle polveri sottili e dell'ozono troposferico e accusa Alberto di pensare solo al lavoro e poco a lei. Così, per risvegliare l'amore, prende una seconda casa in montagna dove trascorrere romantici weekend. Peccato che Alberto abbia accettato di guidare un progetto pilota delle Poste che lo impegnerà per un anno, sabati compresi. Intanto Mattia, il solito irresponsabile, vive con la moglie Maria e il figlio a casa della madre, lavora poco e proprio non riesce a pronunciare la parola "mutuo". Per questo Maria lo lascia, costringendolo a mille sceneggiate per riconquistarla. Fallito ogni tentativo, Mattia suo malgrado finirà a lavorare a Milano, incastrato dall'ingenuità dei suoi amici che lo affidano alle cure di Alberto. L'impatto del napoletano con la città sarà terribile: partito con un giubbotto fendinebbia il povero Mattia finirà col rovinare la sua vita e quella dell'amico Alberto. Ma, piano piano, i pregiudizi inizieranno a sciogliersi...

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Valentina

    21/07/2017 06:53:38

    Trilogia di stereotipi in forma di commedia leggera, abbastanza divertente. Non sono capolavori ma vanno benissimo per trascorrere una serata tranquilla, rilassata e ridere un po' di vizi e virtù italiani. Benvenuti al Sud e Benvenuti al Sud sono sequenziali e mettono in comparazione un piccolo paesino meridionale con Milano, quindi tutto risulta un po' forzato anche dalla contrapposizione tra metropoli e provincia. Un boss in salotto è divertente e ha il merito di evidenziare molte ipocrisie del Nord. Nel complesso non male ma non c'è la geniale comicità di Totò e Peppino, le frasi memorabili quali 'noio volevan savuar l'indiriss' e il 'ma da dove venite dalla Val Brembana?', della gloriosa commedia all'italiana.

Scrivi una recensione
Benvenuti al sud
Alberto, responsabile dell'ufficio postale di una cittadina della Brianza, sotto pressione della moglie Silvia, è disposto a tutto pur di ottenere il trasferimento a Milano. Anche fingersi invalido per salire in graduatoria. Ma il trucchetto non funziona e per punizione viene trasferito in un paesino della Campania, il che per un abitante del nord equivale a un vero e proprio incubo. Pieno di pregiudizi, Alberto parte da solo alla volta di quella che ritiene la terra della camorra, dei rifiuti per le strade e dei "terroni" scansafatiche. Con sua immensa sorpresa, Alberto scoprirà invece un luogo affascinante, dei colleghi affettuosi, una popolazione ospitale e un nuovo e grande amico, il postino Mattia, al quale darà una mano per riconquistare il cuore della bella Maria. Il problema ora però è un altro: come dirlo a Silvia? Già, perché da quando è partito, non solo il loro rapporto sembra rifiorito, ma agli occhi dei vecchi amici del nord Alberto è divenuto un vero e proprio eroe.

Benvenuti al nord
Sono passati circa due anni e Alberto e Mattia, sono in crisi con le rispettive mogli. Silvia detesta Milano a causa delle polveri sottili e dell'ozono troposferico e accusa Alberto di pensare solo al lavoro e poco a lei. Così, per risvegliare l'amore, prende una seconda casa in montagna dove trascorrere romantici weekend. Peccato che Alberto abbia accettato di guidare un progetto pilota delle Poste che lo impegnerà per un anno, sabati compresi. Intanto Mattia, il solito irresponsabile, vive con la moglie Maria e il figlio a casa della madre, lavora poco e proprio non riesce a pronunciare la parola "mutuo". Per questo Maria lo lascia, costringendolo a mille sceneggiate per riconquistarla. Fallito ogni tentativo, Mattia suo malgrado finirà a lavorare a Milano, incastrato dall'ingenuità dei suoi amici che lo affidano alle cure di Alberto. L'impatto del napoletano con la città sarà terribile: partito con un giubbotto fendinebbia il povero Mattia finirà col rovinare la sua vita e quella dell'amico Alberto. Ma, piano piano, i pregiudizi inizieranno a sciogliersi...

Un boss in salotto
Cristina è un'energica meridionale trapiantata in un piccolo centro del nord dove è finalmente riuscita a costruirsi una vita e una famiglia perfette insieme al marito, Michele Coso, e ai loro due splendidi figli. Un giorno Cristina, convocata in questura, scopre che suo fratello Ciro, che non vede da quindici anni, è implicato in un processo di camorra e ha chiesto di poter trascorrere gli arresti domiciliari a casa sua. Cristina suo malgrado accetterà e da quel momento i suoi piani e l'ordinatissima routine dei Coso verranno letteralmente sconvolti dall'arrivo dello zio Ciro, un tipo tutto tatuaggi, catene d'oro e poco abituato alle buone maniere.
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Un boss in salotto
  • Produzione: Warner Home Video
  • Durata: 102 min
  • Area 2
  • Benvenuti al sud
  • Produzione: Warner Home Video
  • Durata: 102 min
  • Area 2
  • Benvenuti al nord
  • Produzione: Warner Home Video
  • Durata: 110 min
  • Area 2