Patria - Fernando Aramburu - copertina

Patria

Fernando Aramburu

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Bruno Arpaia
Editore: Guanda
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 28 agosto 2017
Pagine: 640 p., Brossura
  • EAN: 9788823519107
Salvato in 560 liste dei desideri

€ 18,05

€ 19,00
(-5%)

Punti Premium: 18

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Patria

Fernando Aramburu

€ 19,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Patria

Fernando Aramburu

€ 19,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del Premio Strega Europeo 2018

Con la forza della letteratura, Fernando Aramburu ha saputo raccontare una comunità lacerata, e allo stesso tempo scrivere una storia di gente comune, di affetti, di amicizie, di sentimenti feriti: un romanzo da accostare ai grandi modelli narrativi che hanno fatto dell’universo famiglia il fulcro morale, il centro vitale della loro trama.

«Da molto tempo non leggevo un romanzo così persuasivo, commuovente, e così brillantemente concepito.» - Mario Vargas Llosa

«Indimenticabile: un grande romanzo.» - El País

«Un romanzo semplicemente formidabile… un esempio di grande letteratura» - La Vanguardia

«Racconta l’amore, la passione, il disamore dei suoi personaggi con un misto efficacissimo di profondità e delicatezza» - El Cultural

«Una tensione narrativa sostenuta dall’inizio alla fine. Un libro straordinario» - El Diario Vasco

«Senza alcun dubbio, uno dei grandi romanzi degli ultimi anni» - Abc

«Un romanzo definitivo» - La Razón

Due famiglie legate a doppio filo, quelle di Joxian e del Txato, cresciuti entrambi nello stesso paesino alle porte di San Sebastián, vicini di casa, inseparabili nelle serate all’osteria e nelle domeniche in bicicletta. E anche le loro mogli, Miren e Bittori, erano legate da una solida amicizia, così come i loro figli, compagni di giochi e di studi tra gli anni Settanta e Ottanta. Ma poi un evento tragico ha scavato un cratere nelle loro vite, spezzate per sempre in un prima e un dopo: il Txato, con la sua impresa di trasporti, è stato preso di mira dall’ETA, e dopo una serie di messaggi intimidatori a cui ha testardamente rifiutato di piegarsi, è caduto vittima di un attentato... Bittori se n’è andata, non riuscendo più a vivere nel posto in cui le hanno ammazzato il marito, il posto in cui la sua presenza non è più gradita, perché le vittime danno fastidio. Anche a quelli che un tempo si proclamavano amici. Anche a quei vicini di casa che sono forse i genitori, il fratello, la sorella di un assassino. Passano gli anni, ma Bittori non rinuncia a pretendere la verità e a farsi chiedere perdono, a cercare la via verso una riconciliazione necessaria non solo per lei, ma per tutte le persone coinvolte.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,69
di 5
Totale 144
5
111
4
25
3
6
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Fede

    26/05/2020 19:50:25

    A me è piaciuto, conoscere meglio la storia di altri popoli fa crescere.

  • User Icon

    claudia

    24/08/2019 10:00:44

    Bellissimo. Uno di quei libri che non vorresti chiudere, per non lasciar andare i personaggi. Insegna a considerare l'esistenza di ogni punto di vista, in ogni situazione: non esistono il bianco e il nero, chi sembra carnefice è anche vittima e la natura umana è complessa e mutevole.

  • User Icon

    Carmen

    20/08/2019 17:54:37

    Patria è un buon romanzo soprattutto nella rappresentazione, direi nella disarticolazione del terrorismo, nella sua stupidità, nella ferocia mafiosa che produce retorica insopportabile, vigliaccheria, conformismo assoluto nel totale distacco dalla realtà. Di tutto il terrorismo di quegli anni aggravato, nel caso dell’Eta, dal nazionalismo razzista di una minoranza che dopo il franchismo godeva di ampia autonomia. Racconta come niente prima la mediocrità dei poveracci che si inventavano destini gloriosi, motivazioni immortali per giustificare la propria manovalanza di assassini seriali. Mafiosi, in tutto e per tutto. Ma è un romanzo che va oltre questo, raccontando una provincia ignorante, conformista, piccina nelle sue miserie e nelle sue umanità, negli odori di cibo stratificati in cucine modeste, nei soldi contati, le aspirazioni limitate, le invidie meschine. Gente qualunque di qualunque provincia, casualmente protagonista di tragedie, in famiglie e vicinati in cui ci si vuole bene e ci si distrugge, quasi mai ci si capisce. E soprattutto racconta due donne terribili, implacabili, dure, limitate, tirchie in soldi e affetti, Miren soprattutto, ma anche la vittima Bittori, devastanti per i figli, temibili per i mariti. Due madri basche, casualmente, ma anche archetipi di madri di una certa generazione, un certo ceto sociale. Plausibili tutti i profili psicologici, i dialoghi scarni, la complessità delle relazioni. Non si leggono spesso libri così ben costruiti

  • User Icon

    Ciro D'Onofrio

    01/07/2019 15:30:24

    Patria è un romanzo importante, di grande respiro, che affronta con coraggio e determinazione una delle pagine più fosche della storia spagnola: la questione basca ed il terrorismo dell’Eta.Dando voce a tutti gli attori di questo grave palcoscenico, Aramburu racconta la storia di due famiglie legate da una profonda amicizia ma che lo scontro ideologico, portato al sacrificio più estremo, lacererà nella maniera più dirompente. L’autore offre la faticosa prova dell’equilibrio tra le parti in un contesto di furore ideologico, in una Spagna insanguinata dallo scontro tra chi pretende la lotta di liberazione della propria terra, di autodeterminazione, anche attraverso il sangue, per affrancare la propria patria, e la resistenza e l’opposizione attraverso lo stato di diritto, le Leggi ,e più ancora attraverso il buonsenso, ad un terrorismo cinico e sanguinario che non conosce pietà. Un libro di oltre 600 pagine ma che si legge con grande piacere; una storia appassionata, di orgoglio e di dolore, convincente,a tratti commovente, e dal finale significativamente sofferto. Un libro a dir poco consigliato per il segno importante che lascia nel lettore.

  • User Icon

    ilaria

    02/06/2019 19:34:49

    Bello complesso i salti narrativi destabilizzano un po’ ma i personaggi sono ben delineati.e’una storia Incentrata sulla importanza della famiglia sulla perdita e sulla rinascita e il perdono

  • User Icon

    Elena

    22/05/2019 13:57:39

    Fernando Aramburu fa grande letteratura. Riuscire ad appassionare il lettore per più di 600 pagine raccontando la storia di persone "comuni" può riuscire solo ad un grande scrittore. E' vero che il collante delle vicissitudini che Aramburu racconta è un periodo buio, complicato e che ha travalicato i confini della Spagna, ma non è questo periodo il protagonista del romanzo. I protagonisti sono i componenti di 2 famiglie che subiscono, in modi diversi, questo periodo. Anzi: in questo romanzo i protagonisti sono le donne. Donne giovani, anziane, istruite, semplici ma sempre forti e orgogliose. Romanzo semplicemente stupendo.

  • User Icon

    n.d.

    06/05/2019 17:51:36

    È una storia particolare ma avvincente

  • User Icon

    Lorena

    30/04/2019 12:21:07

    Un romanzo straordinario, una scrittura per me nuova, talmente vorticosa e viva che induce ad una lettura senza sosta o pause. Meravigliosamente descritti i personaggi, tutti estremamente caratterizzati. Alcuni li ho odiati, altri li ho amati, altri rispettati e compresi. Faticose le due madri. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Manuela

    25/03/2019 12:25:57

    L'autore dà voce a tutti i personaggi, ognuno con la propria vita, i propri sentimenti ,il proprio passato e le proprie ragioni. Il lettore si immedesima nelle varie vicende e nei differenti punti di vista. Scrittura ottima e ben architettata.

  • User Icon

    Grazia

    11/03/2019 18:14:44

    La Patria è un romanzo che racconta la storia di due famiglie molto unite, la cui vita viene sconvolta dalla morte del padre di una delle due famiglie, che si sospetta, avvenuta per mano di uno dei figli della famiglia amica, unitosi all’Eta, l'organizzazione terrorista basca che per cinquant'anni ha diviso la Spagna. La storia si divide in un prima e un dopo l’attentato, raccontando le vite dei protagonisti delle due famiglie, tanto unite all’inizio e separate dopo la morte dell’uomo. La prima parte del romanzo è ripetitiva, mentre il finale appare troppo frettoloso. La storia è intensa e coinvolgente, molto attuale nei temi trattati e lo stile è scorrevole. La narrazione è sia in prima che in terza persona; unica pecca sono i continui salti temporali che rendono, a volte, difficile seguire la storia, poiché non vengono forniti chiarimenti, ma si danno per scontate situazioni e comportamenti. È un libro che fa riflette molto!

  • User Icon

    Simone

    11/03/2019 11:34:16

    Una storia semplice raccontata con una scrittura pulita. Un libro profondo, attuale, sulle contraddizioni del vivere insieme. Consigliatissimo.

  • User Icon

    FrancyFranck

    10/03/2019 18:34:36

    Deludente caso letterario che tratta indubbiamente un tema originale ma in modo del tutto banale e prevedibile. Lettura gradevole e atmosfere riuscite ma non è il capolavoro che mi aspettavo.

  • User Icon

    Tonia

    08/03/2019 20:24:45

    Che dire? Libro bellissimo. L'ho letto poche settimane fa e mi ha colpito davvero molto. Non riuscivo a staccarmi dalle pagine. Super consigliato.

  • User Icon

    Lama

    08/03/2019 11:27:34

    Molto bello, stile originale, struttura ben studiata, però fin troppa tristezza, pioggia, grigiore, dolore, sconfitta, malattia, morte.

  • User Icon

    Tiziana Bertolini

    07/03/2019 22:13:51

    Questo libro è un capolavoro assoluto: struggente, commovente, emozionante...è una lettura che rimane attaccata addosso e non se ne va più. I punti di vista della famiglia delle vittime e di quella del terrorista si intrecciano e creano un quadro completo della situazione nei paesi Baschi al tempo dell'ETA.

  • User Icon

    rita repetto

    06/03/2019 12:56:38

    Un libro che non si dimentica,un intreccio di storie,vite,ideali,amori,rapporti familiari ,amicizie,il tutto narrato in uno stile fresco e veloce.

  • User Icon

    Mauro

    26/02/2019 17:43:19

    + scritto bene, lettura scorrevole, capitoli corti, storia avvincente, riferimento storico sulla questione degli indipendentisti baschi. -molto soggettivo ma un romanzo lungo per la storia raccontata, leggermente stucchevole in alcuni capitoli. Potrebbe diventare noioso. Nel complesso rimane un libro di alta qualità, un bel romanzo.

  • User Icon

    Elisa

    22/02/2019 05:11:36

    Bello. L'autore è stato capace di offrire un nuovo punto di vista su una tragedia quale il terrorismo e i conflitti di un popolo. Quanto una ideologia possa dividere famiglie, paesi, amicizie consolidate. Consigliato

  • User Icon

    GIOVANNA

    15/02/2019 20:50:36

    Capolavoro. La recente storia dei paesi baschi, narrata con maestria

  • User Icon

    Luisa M.

    05/02/2019 09:48:51

    C’è la tregua, il disarmo dell’ETA, sono finiti gli attentati. Ma nessuno può dimenticare quello che è stato, nemmeno se qualcuno dipinge i muri di verde, cancellando gli slogan e sperando così di cancellare la storia. Ci sono state lotte armate, che sono diventate fratricide, perché il nemico era la Spagna ma anche chi l’amico che non si schierava, che non contribuiva, che era “padrone” e non servo. Ci sono state famiglie divise, fratelli che condannano fratelli, “contro un delitto perpetrato con un pretesto politico, in nome di una patria dove una manciata di persone armate […] decide chi appartenga a quella patria e chi debba lasciarla o scomparire”. E ci sono figure di donne, fantastiche, punti di vista diversi di una stessa immagine, una che fa sorridere un corpo che non le risponde più, una che coltiva il ricordo di un padre integro ma preferisce che il mondo la ritenga indifferente, una che vive per ottenere le scuse di chi ha distrutto la sua famiglia, l’altra che di questa distruzione fa il suo orgoglio. Tutto è rovesciato, lecito e sbagliato, le vittime diventano scomodi ricordi da rimuovere, che però affiorano anche se non vuoi. C’era un tempo in cui si era famiglia, ma poi la patria ha cancellato tutto, scombinando opinioni, rapporti, cose giuste e dolori. Si può difendere un concetto di patria più dell’essere umano? “Proprio perché sono tuo fratello ti dico quello che penso. Preferisci che ti dica bugie, che mi complimenti con te per il dolore che hai causato a chissà quante famiglie? E perché?” “Per salvare il mio popolo” “Spargendo il sangue degli altri? Che bello” Questo libro è un esempio di come un tomo di oltre 600 pagine possa diventare leggero come una piuma. Bellissimo.

Vedi tutte le 144 recensioni cliente
  • Fernando Aramburu Cover

    Fernando Aramburu, nato a San Sebastián nel 1959, ha studiato Filologia ispanica all’Università di Saragozza e negli anni Novanta si è trasferito in Germania per insegnare spagnolo. Dal 2009 ha abbandonato la docenza per dedicarsi alla scrittura e alle collaborazioni giornalistiche. Ha pubblicato romanzi e raccolte di racconti, che sono stati tradotti in diverse lingue e hanno ottenuto numerosi riconoscimenti. Patria (Guanda, 2017), uscito in Spagna nel settembre 2016, ha avuto un successo eccezionale e un vastissimo consenso, conquistando – fra gli altri – il Premio de la Crítica 2017. In Italia ha pubblicato Vita di un pidocchio chiamato Mattia (Salani, 2008), I pesci dell'amarezza (La Nuova Frontiera, 2007), Il trombettista dell'utopia... Approfondisci
Note legali