Traduttore: M. Cupellaro
Curatore: A. Saccon
Editore: Il Mulino
Anno edizione: 2007
In commercio dal: 4 ottobre 2007
Pagine: 136 p., Brossura
  • EAN: 9788815119346
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Martin Lutero (1483-1546) può essere considerato uno degli uomini più influenti della storia moderna, nella misura in cui principalmente a lui, al suo pensiero e alla sua azione, risale la Riforma protestante: una grande e duratura frattura all'interno della Chiesa, che è stata anche una grande frattura culturale in Europa e in generale nel mondo cristiano. Il volume di Kaufmann, a partire dalla ricerca più recente, presenta la figura di Lutero sia sotto l'aspetto biografico-storico, sia sotto l'aspetto intellettuale. Religioso, predicatore, docente universitario, autore di pamphlet contro la Chiesa cattolica e di opere teologiche che ebbero enorme diffusione in Germania, traduttore della Bibbia in tedesco, dichiarato eretico e condannato dalla Chiesa, Lutero elaborò un'originale e severa religione "riformata" che l'autore presenta esponendo i contenuti delle sue opere principali e collocando l'elaborazione luterana nel contesto storico e culturale del suo tempo.

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

In questa sintesi dedicata alla ricostruzione dell'itinerario biografico del monaco agostiniano e professore presso la periferica Università di Wittenberg, l'autore presenta la figura di Martin Luder – noto ai più con il nome di Lutero (da Eleutherius, ossia libero in Dio) – sotto una duplice prospettiva: quella privata, coram deo, dell'eremita e dell'esegeta; e quella pubblica, coram hominibus, del teologo coinvolto nelle dispute accademiche e del predicatore in lotta contro gli ordinamenti del tempo. Attraverso un'efficace analisi parallela delle sue due "nature essenziali", articolata sullo sfondo di un intreccio di eventi cruciali per la storia tedesca ed europea (dall'inizio della disputa sulle indulgenze nell'autunno del 1517 alla "guerra dei contadini" sino alla Dieta di Augusta), Kaufmann riporta alla luce il profilo di un uomo contraddittorio, lacerato, in bilico tra libertà e autorità, tra innovazione radicale e difesa della tradizione e tuttavia confortato dalla convinzione radicata di operare secondo la volontà di Dio. Ripercorrendo gli episodi più controversi della sua biografia e offrendo simultaneamente una panoramica delle principali interpretazioni del suo pensiero – da quelle dei seguaci a quelle dei contro-riformatori cattolici sino a quelle dei teologi nazionalisti e degli ideologi nazisti –, l'autore non risparmia tuttavia di concentrarsi sugli elementi cardinali della sua riflessione teologica (orientata anzitutto in senso polemico rispetto alla teologia scolastica), la quale, a partire da un'approfondita meditazione sugli scritti di Agostino e di Paolo (in particolare sulla Lettera ai Romani), fu essenzialmente segnata dalla volontà di recuperare il significato letterale del dettato biblico e dal proposito di avviare una radicale renovatio in senso ortodosso del credo e delle pratiche cristiane. Federico Trocini