Piano Solo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Thelonious Monk
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Sony Music
Data di pubblicazione: 29 settembre 2017
  • EAN: 0889854723422
Edizione in CD.
Nel mese di Ottobre 2017 cade il 100mo anniversario dalla nascita della leggenda del jazz THELONIUS MONK
Masterworks ripropone un’edizione speciale del suo famoso album del 1954.
L’edizione su cd offre l’album originale rimasterizzato con la sequenza che segue le indicazioni dell’artista.
Contiene inoltre più di 20 minuti di musica precedentemente mai pubblicata, nuove note di copertina e foto rarissime.
(Disponibile anche la versione in Vinile, che utilizza lo stesso master ma la sequenza riproduce quella originale dell’edizione Vogue release. Include una bonus track, non inclusa nell’originale.)
TUTTI I MATERIALI PROVENGONO DALLA REGISTRAZIONE EFFETTUATA A PARIGI NEL GIUGNO DEL 1954.
Disco 1
1
Introduction by André Francis
2
Evidence
3
Smoke Gets in Your Eyes
4
Hackensack
5
Round About Midnight (Solo Version)
6
Erone
7
Off Minor
8
Well, You Needn't
9
Portrait of an Ermite (Reflections)
10
Manganèse (We See)
11
Announcement
12
Well, You Needn't (Trio Version featuring Jean-Marie Ingrand (double bass) and Jean-Louis Viale (drums)
13
Round About Midnight (Trio Version featuring Jean-Marie Ingrand (double bass) and Jean-Louis Viale (drums)
14
Off Minor (Trio Version featuring Jean-Marie Ingrand (double bass) and Jean-Louis Viale (drums)
15
Hackensack / Epistrophy(Medley) (Trio Version featuring Jean-Marie Ingrand (double bass) and Jean-Louis Viale (drums)
16
Round About Midnight (Incomplete version featuring Jean-Marie Ingrand (double bass) and Gérard 'Dave' Pochonet (drums)
  • Thelonious Monk Cover

    Pianista e compositore statunitense di jazz. Nel 1941 partecipò alle «jam sessions» sperimentali dei musicisti di bop al Minton's e al Monroe's di New York; incise nel '44 con Coleman Hawkins e in proprio nell'immediato dopoguerra. A lungo ignorato dalla critica, ottenne il successo alla fine degli anni '50, soprattutto nella formazione del quartetto (per lo più con il sassofonista Charlie Rouse, in forza dal 1959 al '72). Informale tanto nel comportamento (apparentemente chiuso al mondo esterno) quanto nella musica, è stato uno dei protagonisti in assoluto del jazz moderno, più per l'influenza generale esercitata sulle nozioni essenziali della musica (in particolare dagli anni '70, quando M. si era ritirato dall'attività in pubblico) che per il singolare stile pianistico.?Come interprete... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali