Categorie

Giuseppe Pontiggia

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 280 p.
  • EAN: 9788804509875

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Xino

    26/11/2008 23.54.29

    L'idea è bella: raccontare la vita di una persona comune e immaginaria dalla nascita alla morte in qualche pagina, cercando di coglierne i tratti essenziali che la contraddistinguo. Alcune di queste 18 biografie immaginarie sono molto ben riuscite - geniale quella intitolata "Il prezzo del mondo" - altre meno. Lo stile di Pontiggia nel fare questa operazione è fantastico e ti viene quasi voglia di metterti a invetarne qualcuna tu... così tanto per vedere che effetto fa!!

  • User Icon

    sergio

    16/05/2007 12.46.49

    Ottimo esercizio accademico di creatività e di psicologia umana. Le pagine di Pontiggia svelano la vita, negli atteggiamenti e nelle più varie attitudini. Profili da tutt'Italia accomunati, nella narrazione, dalle tappe fondamentali dell' esistenza: nascita, pubertà, maturità, morte... Requisiti comuni in soggetti estremamente differenziati nei contenuti delle loro vite, partorite dalla fantasia dell'Autore, ma tenacemente aderenti alla realtà di tutti i tempi. Vizi e virtù si susseguono in una girandola di caratterizzazioni che rendono la lettura agevole e piacevole. Due ore di sano svago letterario.

  • User Icon

    Claudio Gatti

    22/03/2007 15.54.24

    Da quando nascono a quando vengono seppelliti, il diario minimo di tanti personaggi tra i quali e' facile trovare paralleli con colleghi, parenti, amici o semplicemente se stessi. Un capolavoro di eleganza che fa di tutto per passare sotto traccia (come le vite degli uomini non illustri).

  • User Icon

    Camel

    21/03/2005 13.46.48

    La sfida di raccontare la vita ordinaria di persone ordinarie, mostrando come in ogni esistenza (anche la più apparentemente banale e priva di eventi significativi) vi sia in realtà la stessa grandezza e eccezionalità dei grandi uomini, è ormai un classico della letteratura moderna. L'approccio scelto da Pontiggia è senz'altro originale, e raccoglie la sfida al suo massimo grado: se ogni vita è eccezionale, allora merita non solo un racconto o un romanzo, ma una vera e propria biografia, come quelle abitualmente riservate, in antologie e libri di storia, ai personaggi illustri. Ecco dunque una dozzina di storie d'impiegati, operai, piccoli possidenti, raccontate in termini di "Nasce a... il...", in un tono insieme formale ed aneddotico. Il risultato è gradevole e interessante; unico neo, un eccessivo insistere sui tratti caratteriali (avarizia, attaccamento alla madre...) di alcuni dei personaggi, col rischio di renderli un po' macchiettistici. E' la grande ironia di Pontiggia che non ha saputo frenarsi nemmeno in un'opera il cui taglio asettico ne voleva, invece, limitare la presenza.

  • User Icon

    Gretel Brinker

    22/06/2004 11.44.54

    Questo libro mi ha attirato subito dagli scaffali della libreria per il suo titolo inusuale: "Vite di uomini non illustri" ... forse ci sarei stata anche io ... almeno una parte di me ... e così è stato. Perchè questo libro, che raccoglie le vite immaginarie di alcuni personaggi nell'Italia compresa tra la fine dell'ottocento e l'inizio del duemila, racconta la vite di uomini comuni, in cui tutti possono rispecchiare se non in tutto il racconto, almeno in alcune azioni, parte della propria esistenza.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione