Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni Acido lattico

  • User Icon
    28/04/2019 19:51:55

    La trama che si sviluppa in lunghi fotogrammi fa di questo un ottimo libro

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/01/2012 11:45:08

    Letto quasi per caso, mi ha colpito molto. Da praticante dell'atletica ha toccato nervi sensibili della mia persona in quanto atleta. Il protagonista Claudio incarna perfettamente il prototipo dell'atleta, con tutte le sue paure e le sue fissazioni. La narrazione insolita, senza molto continuum temporale, inizialmente mi ha spiazzato, ma dopo qualche pagina ha fatto emergere tutto il carico di emozioni che nascondeva. Un libro che secondo me ogni atleta dovrebbe leggere. Al di là del fatto che sia una storia veritiera o no, è una sveglia in piena notte per chi pratica questo sport. Peccato per la brevità, ma è ripagata dal concentrato di emozioni.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/12/2009 18:22:26

    Acido Lattico mette a fuoco (estremizzando un po' la situazione) la vita di un atleta evoluto. Arrivare a livelli d'eccellenza non è tutto rose e fiori: la fatica a volte arriva ad intesare anche il cervello cosparso solamente di cattivi pensieri. "Un atleta più è forte più è fragile", così dice Saverio ad un certo punto. E' una frase perfetta in quanto un atleta evoluto ha bisogno continuamente di certezze e per questo alcuni di loro ricorrono al doping. Non bisogna giustificare il dopato ma solo capire parzialmente il suo gesto. Acido è un romanzo fantastico, indispensabile per chi si affaccia da neofita nel mondo dell'atletica.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/12/2009 18:17:23

    "Un ritratto impressionista, intrecciato in modo inquietante con la realtà dell'atletica, nel quale ognuno di noi che vi fa parte o che vi è transitato velocemente può riconoscersi o riconoscere qualcuno". Altamente consigliato a chi, almeno per una parte della propria vita, abbia calzato scarpe da macchiare di fango senza dispiacere, respirato l'odore acre del sudore, sentito il proprio cuore uscire dal petto pregando di non doversi ancora fermare, passato notti insonni in attesa di gare che avrebbero dovuto cambiare la vita e invece non hanno cambiato un bel niente, appeso medaglie e articoli di giornale in ricordo di qualche piccola grande soddisfazione, utilizzato vittorie e sonfitte come carburanti per raggiungere traguardi sempre più lontani

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    27/10/2009 09:10:32

    Bellissimo! Ma lo sapete che è una storia vera?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/09/2009 12:21:06

    Sono sportivo e dirigente sportivo, avrei accettato di tutto da questo libro ma non una scrittura frammentata e inconcludente e a mio avviso anche male informata. Un pallido tentativo di fare sensazione calcando sul tasto dolente del doping fatto con una scrittura zoppicante che avrebbe bisogno di molto doping per tenerci svegli.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/05/2009 12:58:22

    Molto, molto bello. Trama: originale e ben articolata nel suo sviluppo, con tanto di colpo di scena finale. Personaggi: credibili e "a tutto tondo", non bi-dimensionali. Dialoghi: scorrevoli e realistici, e non è per niente facile... Stile: personale, scorrevole, colto senza ostentazioni, sofisticato senza eccedere. Grande conoscenza e padronanza della materia e del settore. Complimenti davvero, Saverio

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/01/2009 11:31:33

    Il libro è scritto bene, ma mi ha lasciato una snsazione di malessere psicologico, ha messo gli atleti di alto livello sotto una luce (anzi un buio e una tristezza) che non meritano e lascia il comune podista, che corre per il piacere fine a se stesso spiazzato e amareggiato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/08/2008 10:07:46

    Un bel libro, curato nei dettagli, che parla di sport e delle sue implicazioni, anche e soprattutto quelle negative (il doping ed il suo uso, ad esempio,di cui in questi tempi tanto si discute, purtroppo). Claudio e' un atleta ossessionato dal timore dell'insuccesso, e per questo ricorre all'aiuto farmaceutico non consetito. Piano piano non avra' piu' remore ne' inibizioni, l'etica per lui non sara' piu' un problema. Verra' in contatto (tramite Internet) con Clara,una ragazza che morira' suicida, anch'ella atleta perduta. Questo incontro mettra' Claudio maggiormente di fronte alla sua grande paura, portandolo a farsi delle domande e a ricercarne le risposte, finalmente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/08/2008 01:29:59

    Uno spendido romanzo sull’agonismo estremo, sull’individualismo che negli ultimi venti anni ha trovato varco e terreno fertile nello sport, lasciando spesso vittime sul campo. Un noir che non risparmia dettagli sul doping, sulle tecniche e gli escamotage, sulla realtà più bieca senza giri di parole, una cronaca avvincente e incredibilmente umana in bilico tra sport e attualità.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/08/2008 08:42:52

    Decisamente superiore ai suoi precedenti libri, rappresenta la lenta e inesorabile crescita di uno scrittore di razza.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/07/2008 16:32:37

    Dire male dello sport sembra essere diventato uno sport comune, eppure questo libro ci riesce senza esagerare. Senza farci sentire dalla parte dei "giusti", ma semplicemente ottempera un dovere quello di parlarne senza peli sulla lingua.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/07/2008 04:47:55

    Ai miei tempi non si parlava, ma già allora si faceva. Ora che il ciclismo ha aperto la pentola sarebbe ora di vedere anche gli altri sport: la maratona non è esente. Ci tengo molto a consigliarlo e invito gli sportivi, anche quelli della domenica, a leggerlo con attenzione. Lo sport non è un gioco.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/07/2008 04:44:18

    Conosco bene il problema, e questo racconto lo affronta nel modo migliore: quello giusto, della verità. I nomi ovviamente non combaciano, ma i fatti si, e il modo in cui sono scritti è avvincente ed entusiasmante. Mi sono sentita molto coinvolta e mi sono immedesiamata nella giovane promessa trasformata rapidamente in meteora.

    Leggi di più Riduci