Categorie

René Girard, Giuseppe Fornari

Editore: Marietti
Collana: Filosofia
Pagine: 256 p.
  • EAN: 9788821186899

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Aurora

    22/04/2011 14.31.02

    Bellissime pagine, dense di oggettività e ricerca. Uno studio, oserei dire, originale quanto rivoluzionario. Ci voleva Girard, che pubblica qui in Italia per lo stesso editore che pubblica Nietzsche, a snocciolare, sbottonare e rivoltare come un calzino decine di anni di teorie strampalate sul filosofo tedesco. Da una parte i discepoli nietzschiani, quelli che si dividono tra una destra tramontata e una sinistra gnostica e dionisiaca; dall'altra quelli che pur avendo inteso il vero significato di Nietzsche e reputandolo pericoloso quanto improponibile perchè impossibile da seguire, sul filosofo tedesco si è detto di tutto e il contrario di tutto. Girard e Fornari mettono al loro posto le cose. Si scoprirà un quadro originale e meticoloso il quale porterà alla luce dei dati inconfutabili sul fallimento di Nietzsche sia dal punto di vista filosofico che su quello personale. Rigettare Cristo per Dioniso vuol dire questo: fallimento e pazzia!

  • User Icon

    MARILENA

    17/04/2004 16.29.03

    Finalmente Nietzsche é stato scoperto,a nulla valgono i tentativi della sorella di tenere nascosti gli scritti del fratello folle...Nietzsche é colui che per primo ha fatto emergere il carattere fondamentale della nostra epoca moderna:"LA PREOCCUPAZIONE PER LE VITTIME"che ha una chiara origine storica nella Passione di Gesù...neanche lui riesce a decostruire questo Assoluto,che é la sola eccezione al nichilismo attuale.Anche Hitler non é riuscito a decostruire questa verità,nessuno mai ci riuscirà,perché costituisce il SENSO DELLA NOSTRA STORIA,delle nostre istituzioni(ospedali, università...)é il senso della stessa globalizzazione.DENTRO LA STORIA LA PREOCCUPAZIONE DELLE VITTIME é UN VALORE CHE SI IMPONE E QUESTO NIETZSCHE l'ha SEMPRE SAPUTO....da qui la sua lotta DIONISO CONTRO IL CROCIFISSO,da qui la sua follia,i suoi giudizi contraddittori sul "Parsifal"di Wagner.Eccezionale Girard nella sua inevitabile conclusione"LA GRANDEZZA DI QUESTO PENSATORE NON STA NELL'AVER RAGIONE,MA NELL'AVER PAGATO COSì A CARO PREZZO IL SUO AVER TORTO"Spero che questo sia un messaggio per tutti coloro che oggi amano tanto definirsi "nichilisti"e che non riescono a decostruire il più grande assoluto della storia:LA COMPASSIONE.

Scrivi una recensione