La donna in gabbia - Jussi Adler-Olsen - copertina

La donna in gabbia

Jussi Adler-Olsen

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Maria Valeria D'Avino
Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2011
Pagine: 461 p., Brossura
  • EAN: 9788831708944
Salvato in 18 liste dei desideri

€ 18,50

Venduto e spedito da Libreria Dedalus

Solo una copia disponibile

+ 3,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La voce distorta proviene da un altoparlante piazzato da qualche parte nel buio: "Buon compleanno, Merete. Oggi sono centoventisei giorni che sei qui, e questo è il nostro regalo per te. Lasceremo la luce accesa per un anno, a meno che tu non sia capace di rispondere a una domanda. Perché ti abbiamo rinchiusa?" Merete Lynggaard, giovane parlamentare danese di successo, è a bordo di un traghetto il giorno in cui scompare senza lasciare tracce. I media si lanciano avidamente sulla storia e le ipotesi si avvicendano nei titoli: dal suicidio all'omicidio, dal tragico incidente al rapimento, fino alla sparizione volontaria. La polizia mette in campo tutte le forze, ma senza risultato: la donna sembra inghiottita dalla terra. Merete però non è morta. Chi la tiene segregata in modo tanto disumano in una prigione di cemento? E perché? Cinque anni dopo, Carl Morck, poliziotto svogliato e burbero, una spina nel fianco per tutti i colleghi, decide di riaprire le indagini con la sua Sezione Q, il nuovo reparto speciale per i casi irrisolti. Procedendo a ritroso nel tempo fra trame politiche e drammi familiari, Morck e il suo misterioso assistente siriano Assad si lanciano in una battaglia contro il disegno delirante di un criminale folle.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,32
di 5
Totale 22
5
14
4
3
3
3
2
2
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    katia

    23/11/2015 15:19:27

    Prevedibile, ma scritto bene e con personaggi simpatici.

  • User Icon

    davide951

    30/05/2015 09:42:46

    Primo libro letto di questo autore... Conferma il livello degli scrittori nordici sia come coinvolgimento che come definizione dei personaggi.

  • User Icon

    gabridabovisa

    06/02/2015 23:36:56

    Nevica manna dal cielo. Ti capita tra le mani il libro di esordio di tal adler, mi prende un casino e ho pure la consapevolezza di averne altri 3 pronti al decollo nella pista della mia dipendenza da libri, come dire..mmmmm....fikiiiii!!! La vita mi sorride.

  • User Icon

    Filippo

    19/08/2013 13:38:50

    Confermo integralmente la recensione di David C.; aggiungo soltanto che ad un certo punto la storia si fa così ingarbugliata (più che altro, a mio avviso, per la difficoltà di capire e ricordarsi chi sono certi soggetti) che l'autore dedica una pagina e mezzo a riassumere quello che è successo. Quando poi si ricorre al classico stratagemma per cui Tizio non è Tizio ma in realtà è Caio, beh, allora, vuol dire che siamo un po' a corto di idee.

  • User Icon

    Lorenzo72

    21/07/2013 20:05:29

    Cosa chiedere di più ad un giallo-thriller? Ben scritto, una volta iniziato è difficile non finirlo in poco tempo. La tradizione nordica del giallo regala sempre ottime sorprese.

  • User Icon

    francesco

    02/07/2013 14:24:01

    questa prima opera di adler olsen jussi e della sua sezione q non mi ha convinto del tutto.la trama è molto originale e i 2 personaggi della sezione morck e assad molto simpatici, purtroppo il finale è troppo anticipato e la tensione cala decisamente infatti le ultime 60 pagine sono molto noiose e scontate.tutto sommato comunque il libro è passabile

  • User Icon

    Lorso57

    12/12/2012 08:42:26

    Giallo di buona fattura. La trama stessa ha contemporaneamente sia il suo punto di forza nella vicenda piuttosto inconsueta che il suo punto debole nel fatto che l'indagine vera e propria, serrata e avvincente, si svolge solo nell'ultima parte. I personaggi risultano credibili e convincenti, in particolare quelli dei due investigatori. Leggerò certamente anche l'altro libro di Adler-Olsen disponibile in Italia.

  • User Icon

    Daniele

    25/11/2012 14:57:43

    Sone sempre un po' scettico sugli autori scandinavi ( anche se questo autore è danase ma rientra comunque nel filone)perchè molti continuano a cavalcare l'onda lunga del compianto Larsson senza averne il genio e la tecnica,però questo libro è veramente bello e avvincente. Letto in soli 2 giorni praticamente in apnea!! Non vedo l'ora di tuffarmi nel prossimo thriller dello stesso autore. Promosso a pieni voti e consigliatissimo a tutti gli amanti del genere.

  • User Icon

    David C.

    02/11/2012 15:19:24

    La storia si svolge in parallelo tra la donna rinchiusa in una particolare stanza, e il poliziotto che la sta cercando. La parte del libro che racconta la prigionìa della donna è molto interessante e originale, ma quella che racconta le indagini svolte per trovarla, è abbastanza noiosa e ordinaria. Purtroppo questa seconda parte occupa oltre due terzi del romanzo, il che mi spinge ad esprimere un voto basso.

  • User Icon

    Monica

    03/08/2012 18:32:50

    È un libro che si beve.Le similitudini sono davvero originali, i personaggi ben caratterizzati,la trama avvince da subito e prosegue senza pause pubblicitarie. Graffiante ed ironico nella misura in cui piace a me.Mi limito a dare un 4 solo per non crearmi troppe aspettative per il prossimo scritto dell'adrenalinico Adler Olsen.

  • User Icon

    mario

    13/07/2012 20:52:17

    Nonostante l'inflazione degli scrittori nordici (ma si sono proprio messi tutti a scrivere nel nord Europa !) devo dire che il libro mi è piaciuto molto. Scrittura piacevole e avvincente, vicenda un pò strana ma che ti avvince molto, descrizione dei personaggi molto attenta e con una certa ironia che non guasta. Un bel libro che, se non è alta letteratura, si legge molto volentieri. Da consigliare.

  • User Icon

    Isa

    10/05/2012 09:54:57

    E' l'ennesimo poliziotto tormentato dalla vita sregolata che incontro ma, a parte questa ripetizione, l'ho trovato un libro molto coinvolgente...e naturalmente adesso non vedo l'ora di leggere le altre avventure di Carl Morck!

  • User Icon

    DONATELLA

    06/05/2012 12:32:54

    Anche se non del tutto convincente l'isolamento di una persona per cinque anni,in condizioni cosi' estreme,mi sento di dare ugualmente un ottimo punteggio per l'originalita' del racconto e, per queste nuove figure del detective e del suo "strano" aiutante.

  • User Icon

    paola

    21/03/2012 19:18:14

    Bel thriller con un finale insolito, da leggere tutto d'un fiato

  • User Icon

    Standbyme

    13/03/2012 18:40:31

    La realtà, nell'impietosa cronaca nera, ha dimostrato che persone sequestrate da maniaci possono sopravvivere recluse, senza alcun contatto con il mondo esterno, anche per parecchi anni. Spesso gli aguzzini forniscono però ai loro prigionieri almeno un minimo di confort (se così lo possiamo definirlo). Dubito però che si possa sopravvivere per oltre cinque anni in una camera iperbarica, nel buio più completo o alla luce più accecante, senza neanche un giaciglio, indossando sempre gli stessi panni, con scarso cibo! Tuttavia ciò non mi impedisce di assegnare il massimo punteggio a questo romanzo dell'ennesimo sorprendente autore scandinavo un danese questa volta. Un detective demotivato, a capo della neo costituita sezione"Q", una sorta di "cold case", composta da un solo elemento? lui stesso!, un simpatico e misterioso aiutante tuttofare emigrato siriano, assunto come uomo delle pulizie e un poliziotto tetraplegico, compongono un originale trio investigativo nel primo di una promettente serie. Caratterizzato da una prosa scorrevole, con un giusta dose di ironia, "La donna in gabbia" narra dell'împrovvisa scomparsa della giovane e bella parlamentare Merete. Nessun segreto per il lettore a cui verrà svelato subito che si tratta di un sequestro, non sarà così per Carl Mørck che solo grazie al suo fiuto e all'aiuto di Assad scoprirà le tessere del mistero una ad una. Con un po' di intuito il lettore attento capirà chi sono i sequestratori ma ciò non toglie il piacere di questa appassionante lettura.

  • User Icon

    camilla

    17/02/2012 09:31:21

    Il thriller con la T maiuscola, bellissimo intrigante e carico di suspence dalla prima all'ultima sorprendente pagina.

  • User Icon

    giorgio

    10/02/2012 15:15:14

    il genere a cui appartiene il libro è il più consumato che si possa immaginare. voglio dire provate ad inventarvi un investigatore, una squadra di indagini, un commissariato... è stato tutto inventato e sviscerato. Anche il ritmo dei racconti inevitabilmente si ammoscia. NON QUI che piacere 200 pagine in una mattinata e tanto dispiacere nel chiuderlo ( non vedo l'ora di riprenderlo )

  • User Icon

    Bianca

    16/12/2011 15:06:45

    Finalmente un bel thriller da leggere tutto d'un fiato!Da non perdere.

  • User Icon

    brunybru

    09/12/2011 15:41:10

    thriller inquietante, claustrofobico e intenso che scava nei meandri della follia umana: la protagonista rinchiusa in una prigione, in condizioni disumane e per tanti anni, in mano a sadici aguzzini che intendono vendicare un dramma familiare avvenuto tanto tempo prima... angosciante la descrizione della crescente disperazione della donna, del suo decadimento fisico e mentale, dell'eternità del tempo trascorso! mi è piaciuto molto il personaggio del detective carl mork, il suo cinismo, la sua ironia avvelenata e al tempo stesso la sua profonda umanità e il suo disprezzo per i giochetti dei superiori, tutti tesi a ottenere finanziamenti più che a lottare per la verità e la giustizia. ben riuscito anche il personaggio dell'assistente siriano, bizzarro e un po' misterioso. ho grandi aspettative per il prossimo libro

  • User Icon

    trs

    08/11/2011 20:37:59

    E' uno dei pochi libri che mi ha tenuto per tutto il tempo incuriosito e nello stesso tempo voglioso di continuare a leggere. Con tutto quello che si vende quest'oggi, ogni tanto esce un libro cosi, scritto bene, non troppo lungo e non troppo corto, con personaggi insoliti ma divertenti e con la trama perfetta. Se ha vinto il più importante premio scandinavo come il miglior thriller, qualche motivo ci sara!!

Vedi tutte le 22 recensioni cliente
  • Jussi Adler Olsen Cover

    Jussi Adler-Olsen, ultimo e unico maschio di 4 figli, è cresciuto a contatto con la malattia mentale perché il padre era medico interno di un ospedale psichiatrico. Giornalista, ha esordito con la serie della «Sezione Q» guidata da Carl Mørck nel 2007, ed uno degli autori danesi di gialli più venduti nel mondo, al vertice delle classifiche tedesche per più di tre anni consecutivi. I suoi libri, tradotti in più di 37 paesi, hanno conseguito importanti riconoscimenti internazionali, tra cui il Premio Harald Mogensen, il Deutscher Krimipreis, il Glass Key (il premio per la letteratura di genere più importante della Scandinavia) e il Gyldne Laurbær (il più prestigioso riconoscimento letterario all'opera di un autore in Danimarca).... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali