Categorie
Editore: EDB
Anno edizione: 1997
Pagine: 120 p., Brossura
  • EAN: 9788810411094
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mauro Lanari

    22/09/2009 02:48:10

    (1Re 19, 9-12) “Elia, giunto all’Oreb, sosta in una caverna per passare la notte. […] Esce per attendere il Signore; ma in che modo Egli passa? Si ripetono inutilmente le immagini dell’antica teofanìa mosaica: ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento; dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto; dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. E dopo il fuoco ci fu ‘qôl demamàh daqqàh’ (v. 12), che la nostra traduzione ufficiale recita: ‘Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero’. […] Le tre famose e misteriose parole, usate dall’autore sacro per descrivere l’incontro di Elia con Dio, […] hanno fatto scorrere fiumi d’inchiostro. E mentre ci si trova fondamentalmente d’accordo sul senso della prima (‘qôl’: voce, rumore, suono: il termine indica tutto ciò che viene percepito dall’orecchio), e della terza (‘daqqàh’: sottile, impalpabile, tenue), le letture del secondo termine, e di conseguenza il suo rapporto con gli altri due, hanno permesso le traduzioni più svariate: si è parlato di ‘vento leggero’, di ‘brezza tenue’. Ma [..] il primo significato di ‘demamàh’ è ‘silenzio’; solo che parlare di ‘voce del/dal silenzio’ […] sembra una contraddizione. Eppure l’espressione è di una linearità e concretezza che è difficile ammettere altri significati; e il Gray quindi traduce: ‘dopo il fuoco ci fu il suono di un sottile silenzio’. Che cosa può essere questo ‘silenzio sottile’? E che cosa può voler dire il ‘suono del silenzio’?” (pp. 72-4). Le 4 manifestazioni sull’Oreb si presentano come i 4 elementi naturali dei presocratici: l’aria, la terra, il fuoco e, per esclusione, l’acqua, condizione liquida amniotica (grotta/caverna=utero) che giustificherebbe l’altrimenti ossimorico ‘suono del silenzio’. Ma Elia si ferma alla penultima esperienza, egli è solo il ‘profeta di fuoco’, simbolo solare. Inoltre “the sound of silence” può avere altre conferme scientifiche (cf. 4’33’’ di Cage).

Scrivi una recensione