L' amico di famiglia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2006
Supporto: DVD
Salvato in 25 liste dei desideri

€ 8,99

Venduto e spedito da Shop Mio

Solo 1 prodotto disponibile

+ 2,98 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 8,80 €)

Geremia de' Geremei è un settantenne, usuraio, bruttissimo, lercio, ricco e tirchio, cinico ed ironico. Geremia ha un rapporto morboso, ossessivo, malato con qualsiasi cosa, con la madre, il padre, i soldi, le donne, insomma con la vita. Per questo, pensa di essere solo. E invece non è solo, sono tutti come lui.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ciro Andreotti

    15/03/2014 19:36:54

    Geremia de Geremei, detto "cuore d'oro", fa il sarto ma a chi visita il suo atelier difficilmente propone abiti su misura; bensì, con grande scrupolo, Geremia propone prestiti con tassi d'interesse proibitivi. Ennesimo gioiello firmato da Paolo Sorrentino, ancora una volta nel triplice ruolo di creatore del soggetto, sceneggiatore e ovviamente in quello di regista, che per questa volta sposta le proprie narrazioni nell'agro pontino, per la precisione fra Sabaudia e Latina, per raccontare la storia di un usuraio che vive con la madre paralizzata a letto che dedica la propria esistenza a poche cose che reputa significative ovvero: la morbosa passione per i cioccolatini e l'altrettanto morbosa passione per il genere femminile e per il desiderio di essere giudicato un vero benefattore per le persone che gli si rivolgono. Un uomo che vive muovendosi con la velocità di un topo in un labirinto e che porta il viso non certo gradevole di Giacomo Rizzo, riesumato per il cinema in una parte che pare calzargli su misura, capace di valere all'attore partenopeo una meritatissima sequela di premi e nomination per un ruolo portato in scena con grande dovizia di particolari; un ruolo giocato con una maestria degna di un performer di grande livello per un attore immeritatamente dimenticato dall'audience cinematografica, abituata forse a personaggi più noti ma a volte meno abili di fronte alla macchina da presa. Completa la pellicola un cast che a partire da Fabrizio Bentivoglio, nel ruolo di un esattore amico di Geremia, a Laura Chiatti, in quella di un'avvenente miss, riesce a narrare una storia fatta di truffe, raggiri, bassezze e momenti d'ilare follia della vita di un uomo il cui motto è quello di non fare mai il passo più lungo delle proprie gambe per accumulare un capitale infinito che possa semplicemente rimanere depositato in banca. Da vedere se amate Sorrentino e se amate anche storie che possono terminare con colpi di scena quanto meno a sorpresa

Sorrentino porta alla luce una società corrotta con mano ferma sia dal punto di vista della sceneggiatura che da quello della regia

Trama
Geremia de' Geremei, proprietario di una piccola sartoria nell'Agro Pontino, è un uomo brutto e sgraziato che vive in una casa buia, in compagnia della madre paralizzata. Uomo dall'aspetto e dal carattere sgradevole, Geremia si mantiene facendo l'usuraio. La sua abilità è quella di riuscire a stringere rapporti particolari con i suoi clienti, a insinuarsi nelle loro vite come se fosse un amico di famiglia...

  • Produzione: Medusa Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Warner Home Video
  • Durata: 110 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Paolo Sorrentino Cover

    Paolo Sorrentino è regista, sceneggiatore e scrittore.Nel 2001 il suo primo lungometraggio, L'uomo in più, con Toni Servillo e Andrea Renzi, viene presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Nel 2004 con Le conseguenze dell'amore è in concorso al Festival di Cannes. Il film ottiene numerosi riconoscimenti tra cui cinque David di Donatello: miglior film; miglior regista; miglior sceneggiatura; miglior attore protagonista; miglior fotografia. La sua presenza a Cannes si rinnova nel 2006 grazie a L'amico di famiglia. Con Il divo torna in concorso a Cannes per la terza volta. Anche La grande bellezza (2013) con protagonista ancora una volta Toni Servillo, si presenta in gara a Cannes. Il 2 marzo 2014 il film si aggiudica l'Oscar come... Approfondisci
  • Giacomo Rizzo Cover

    Attore italiano. Espressione fisica perfetta di una certa napoletanità, esordisce ancora bambino nel varietà teatrale locale e prende dimestichezza con i palcoscenici e con le piazze di paese attraverso un’attività multiforme (cantante di night, ballerino ecc.) fin quando, nel 1965, entra nella compagnia di M. Merola (che incontrerà di nuovo, al cinema, nelle sue sceneggiate anni ’80, come Zappatore, 1980, di A. Brescia). Cinema e televisione si accorgono subito di quest’ometto dalla dentatura sporgente e dalla parlata imperfetta, adattissimo alle parti da caratterista che cominciano con Operazione San Gennaro (1966) di D. Risi. Se al cinema degenera presto suo malgrado nella macchietta, sia pure nobilmente popolare (in una certa commedia erotica fino a Pierino la peste alla riscossa, 1982,... Approfondisci
  • Fabrizio Bentivoglio Cover

    "Attore e regista italiano. Dopo gli studi alla Civica scuola d’arte drammatica e l’esordio sulle scene con Shakespeare, nel 1981 debutta nel cinema in La storia vera della signora delle Camelie di M. Bolognini. L’incontro con G. Salvatores in Marrakech Express (1989) e in Turné (1990) fa di lui il simbolo del trentenne intellettuale, idealista e un po’ insicuro. Per nulla schiavo del suo fascino personale, accetta ruoli «scomodi» come la guardia che scappa con una zingara in Un’anima divisa in due (1993) di S. Soldini e il prete pedofilo in Pianese Nunzio 14 anni a maggio (1996) di A. Capuano. A film d’impegno civile come Un eroe borghese (1995) di M. Placido e Testimone a rischio (1997) di P. Pozzessere, alterna pellicole di ispirazione letteraria come Le affinità elettive (1996) dei fratelli... Approfondisci
  • Laura Chiatti Cover

    Attrice italiana. Si mette in luce in concorsi di bellezza, che a fine anni '90 le guadagnano la parte in un paio di commedie melodiche per adolescenti a firma di M. Laurenti. Dopo una parentesi televisiva, torna sul grande schermo: ragazza inquieta in Mai più come prima (2005) d G. Campiotti, incarna il sogno di migliaia di coetanee in coppia con il ballerino televisivo K. Kadiu, in Passo a due (2005) di A. Barzini. La consacrazione avviene l'anno successivo con la felice coincidenza dei due ruoli in A casa nostra di F. Comencini e ne L'amico di famiglia di P. Sorrentino, accomunati dallo sguardo solo in apparenza trasparente dell'attrice, donna ambigua e manipolatrice in un corpo da ragazzina angelicata, insieme vittima e carnefice. Poco o nulla aggiungono la sensibile bad girl di Ho voglia... Approfondisci
Note legali