Traduttore: A. Di Gregorio
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2010
Formato: Tascabile
In commercio dal: 24 marzo 2010
Pagine: 288 p., Brossura
  • EAN: 9788845264719

81° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Gialli - Narrativa gialla

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,94

€ 11,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    BARBARA BETTELLI

    22/10/2013 15:44:00

    Non posso che consigliare caldamente questo libro, non solo come poliziesco in sè, ma soprattutto perchè regala una descrizione di Istanbul, dei suoi anfratti, della sua storia e dei suoi abitanti, che la Lonely Planet gli fa un baffo. Costas Charitos, commissario di polizia di Atene già protagonista di diversi romanzi dell'autore, è in vacanza con la moglie a Costantinopoli, che i greci chiamano La Città, che l'hanno abitata a milioni e che ne sono stati cacciati praticamente tutti durante i numerosissimi problemi politici nel corso del '900, si imbatte quasi casualmente nella ricerca di un'assassina 90enne, che uccide cucinando la tyropita, piatto tipico "romeo" e che sembra poi scomparire nel nulla. La vacanza diventa quindi indagine, e l'indagine diventa viaggio all'interno della minoranza che abita Istanbul, nella sua storia e nell'intolleranza delle minoranze. Costas, tallonato dalla moglie che come una cozza gli sta abbarbicata e cerca di costringerlo ad andare a fare shopping ogni 2 ore, per trovare il nascondiglio della vecchia Maria, sarà costretto a ripercorrerne la vita difficile, i suprusi che ha subito e che la portano a farsi giustizia. Scorrevole, originale e molto bello, voto 8

  • User Icon

    adriana

    27/05/2013 12:26:15

    E invece a me non è piaciuto, a differenza di prestiti scaduti e Cronache della notte,l'ho trovato noiosetto, forse il terzo libro è stato troppo:la solita mappa stradale (ok non è Atene, ma il concetto non cambia), l'atteggiamento indisponente di Adriana e poi la trama tirata per i capelli. Peccato

  • User Icon

    tumau56

    23/03/2013 12:34:42

    Primo Libro letto da me di Markaris. Una rivelazione sia per il ritmo letterario che mi ricorda molto Simenon sia per, devo dire, sorprendente descrizione dei personaggi che, vivaddio, non sono né belli né sciupafemmine né "maledetti". Il Commissario ha una vita normale, con una moglie normale figlia normale.Un un capo normale. (una volta tanto non è scemo e invidioso. Una boccata d'aria per un poliziesco . tumau 56

  • User Icon

    Gianca

    25/07/2010 19:08:42

    Ammirevole l'ambientazione, per chi è stato a Istanbul è un rivivere quei luoghi con nostalgia. Simpatico il commissario con i suoi "tesi" rapporti coniugali. La storia "gialla" non è esaltante ma questo non è importante, in alcuni romanzi gialli essa rappresenta soltanto un pretesto per raccontare ben altro.

  • User Icon

    Markos Vasialidis

    24/08/2009 17:42:48

    Copertina= 5 Trama= 2 Suspence = 2 Personaggi = 5 Ambientazioni = 5 Conclusione = 4. Dialoghi = 3 Principale difetto: noioso in alcuni passaggi. In una parola= ellenico. Ultimo libro letto: la danza del gabbiano.

  • User Icon

    Aart

    26/07/2009 18:15:27

    Probabilmente non l’opera migliore di Markaris, la trama non è granché. In ogni modo il libro risulta essere una lettura piacevolmente.

  • User Icon

    Tiziano

    29/05/2009 10:34:40

    Piacevole la lettura, ottime le descrizioni, la trama però è un pò banale, nessu colpo di scena, si sa praticamente tutto sin dall'inizio.

  • User Icon

    mily

    27/04/2009 19:20:25

    Gli do 5 per inerzia...., come del resto per tutti gli altri libri di Markaris. Grande comissario Charitos!!!!

  • User Icon

    Nicola59

    05/04/2009 14:41:59

    L'ironia, a volte amara, ma anche divertente, del Commissario Charitos, colpisce ancora! Sempre letture da fagocitare in poche ore ...

  • User Icon

    serbet

    05/04/2009 09:45:37

    Effettivamente si esagera un po' con la descrizione di Istanbul ed i termini turchi (anche se sappiamo che il commissario Charitos per diletto legge il vocabolario); comunque la trama è originale e poi Markaris fa uscire un libro ogni due anni per cui i suoi estimatori lo leggeranno comunque.

  • User Icon

    lalli

    27/03/2009 09:01:53

    PIU' CHE UN GIALLO UNA GUIDA TURISTICA DI ISTANBUL..PERO' BEN FATTA!

Vedi tutte le 11 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione