La valle dei cavalli - Jean M. Auel - copertina

La valle dei cavalli

Jean M. Auel

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: P. Campioli
Editore: TEA
Collana: Teadue
Edizione: 15
Anno edizione: 2009
Formato: Tascabile
In commercio dal: 18 giugno 2009
Pagine: 501 p., Brossura
  • EAN: 9788878191693
Salvato in 20 liste dei desideri

€ 5,29

€ 9,80
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La sopravvivenza sarà la dura scuola di Ayla. In un mondo dominato da forze incomprensibili e popolato da animali terrificanti, la giovane donna, scacciata dal Clan dell'Orso delle Caverne e assetata di conoscenza, affronterà un lungo viaggio pieno di insidie. Ma il destino la porterà dapprima nella misteriosa Valle dei Cavalli, dove troverà riparo e un'insperata gioia, e poi la condurrà all'incontro con un giovane sconosciuto, anch'egli in viaggio... Insieme, Ayla e Giondalar scopriranno quel sentimento ancora senza nome che impareranno a chiamare amore.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,43
di 5
Totale 7
5
4
4
2
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Alessandro

    12/09/2018 10:05:29

    In questo libro l’autrice porta avanti due storie. Da un lato abbiamo Ayla, esiliata dal Clan e alla ricerca dei suoi simili, e dall’altra il nuovo protagonista Giondalar, che assieme al fratello viaggia lungo il grande fiume (il Danubio) oltre i limiti del mondo. Con questa premessa è ovvio che avremo una visione più ampia di questo mondo preistorico. Un mondo terribile e duro, almeno quanto magnifico e bellissimo, quasi esotico, dove l’esistenza dei molti popoli umani è strettamente intrecciata con la natura. La trama è ressa ancora più interessante dalle varie tecniche di sopravivenza escogitate dai nostri avi, come anche dai numerosi confronti tra le due specie umane, i Neanderthal e i sapiens, e dai primi contati positivi (ossia oltre il rapporto cacciatore-preda) con gli animali. Non è come il primo, ma è sempre bellissimo e appassionante, oltre che molto più erotico. Nonostante ci siano ampie descrizioni e Ayla sia quasi sempre sola, per cui nei suoi capitoli ci siano pochi dialoghi, non è mai noioso o pesante.

  • User Icon

    Alessandra

    16/03/2015 11:09:39

    Avvincente seguito di "Ayla figlia della terra", ne riprende le atmosfere esotiche ed affascinanti dell'Europa preistorica. In questo secondo volume, Ayla, ragazza Cro-Magnon che ha vissuto tutta la sua vita insieme a dei Neanderthal, si ritrova completamente sola a causa di una maledizione scagliatale dal capo del Clan. Inizia un viaggio alla ricerca degli Altri, cioè gli uomini della propria stessa razza, che desidera incontrare ma al tempo stesso teme. Trovata una valle accogliente, si sistema così bene e trova un tale equilibrio perfetto, grazie anche alla compagnia di alcuni animali che, istintivamente, addestra, che rimanda di in anno in anno la partenza. Incontrerà alla fine un uomo in fin di vita, che lei non può non provare a salvare, in quanto donna-medicina. Quest'uomo le insegnerà molte cose, ed altrettante ne imparerà lui stesso. Per la prima volta in vita sua, Ayla non si sentirà diversa né sola, e con lui inizierà un nuovo viaggio. Affascinante e piacevolissimo, il romanzo risulta interessante anche perché vengono affrontate le problematiche e difficoltà quotidiane della vita in mezzo alla natura (il fuoco, la caccia, etc.) mentre tende ad essere un po' stucchevole quando si tratta del rapporto tra i due giovani. Viene voglia di leggere il successivo volume!

  • User Icon

    Lucia 1978

    20/06/2010 15:21:00

    Il secondo romanzo della saga, iniziata con "Ayla figlia della terra", ha conservato in parte il fascino dell'ambientazione e della forza del personaggio. Alcune parti, soprattutto quelle in cui si descrive i momenti intimi tra Ayala e Giandalar, ricordano molto i romanzi Harmony. Complessivamente un buon romanzo che spinge anche a leggere il seguito.

  • User Icon

    Manuela

    01/05/2008 17:34:09

    Affascinante ed avvincente. La prima parte, con la narrazione alternata delle vicende dei due protagonisti, che si incontreranno solo verso la fine, è ben scritta e narrata con stile ed acume, anche se lo svolgersi della narrazione delle avventure di Ayla, a causa della quasi totale assenza di dialoghi, risulta essere un po'più faticoso da leggere, nonchè meno appassionante delle peripezie di Giondalar e del fratello Tonolan. Dal momento in cui i due protagonisti entrano in contatto, la Auel riesce, con straordinaria maestria, a delineare i sentimenti, le sensazioni, i dubbi e le piccole grandi difficoltà che devono affrontare Ayla e Giondalar per arrivare a conoscersi,e, soprattutto, a capirsi. Un vero gioiellino, superiore anche al primo libro della saga dei Figli della Terra.

  • User Icon

    Arianna

    22/02/2008 00:39:05

    E' un romanzo che appassiona per una serie di motivi, prima di tutto per l'ambientazione nella preistoria molto particolare e differente dalle ambientazioni storiche a cui siamo abituati, poi per l'evoluzione del pensiero umano che si legge attraverso le esperienze della protagonista, che sola, svincolata da pregiudizi e superstizioni si interroga sulla relazione causa-effetto dei fenomeni che osserva. Infine, ma non meno importante, per la strettissima relazione e interazione tra lei e la natura, per il suo modo di comunicare con gli animali. Oserei dire che l'autrice è una vera biocentrica. Un libro che ha dei passaggi davvero molto forti e commoventi. Lo consiglio a chi pensa che l'uomo sia un essere dignitoso per capire quanto invece siano pieni di dignità gli animali non umani. Arianna Carbonelli

  • User Icon

    laura

    03/09/2004 02:24:02

    La storia continua in modo veramente interessante. La Auel sa coinvolgere il lettore a pieno. Non mi sono mai stancata di leggere la saga dei figli della terra!!!

  • User Icon

    valentina

    24/01/2003 15:19:58

    Il libro è veramente interessante, la storia ambientata all'età della pietra ti coinvolge in tutte le vicende dell'epoca: la caccia, il primo approccio con gli animali come aiuto e non più come prede. Il confronto tra uomo di neandertal e l'omo sapiens. Bellissimo

Vedi tutte le 7 recensioni cliente

Il libro è il secondo romanzo della Saga dei Figli della Terra.
La sopravvivenza sarà la dura scuola di Ayla. In un mondo dominato da forze misteriose e popolato da animali terrificanti, la giovane donna, scacciata dal Clan dell'Orso delle Caverne e assetata di conoscenza, affronterà un lungo viaggio pieno di pericoli. I suoi unici amici saranno alcuni cavalli intelligenti, abitatori di una valle incantata, che la guideranno fino all'incontro con un giovane sconosciuto, Giondalar. Insieme scopriranno quel sentimento fino allora senza nome che impareranno a chiamare amore.

Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali