Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Alla fine della strada - M. Cocco,Björn B. Jakobsson - ebook

Alla fine della strada

Björn B. Jakobsson

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: M. Cocco
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 322,87 KB
Pagine della versione a stampa: 311 p.
  • EAN: 9788854144781
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Quando una breve vacanza si trasforma nel peggiore degli incubi

Senza telefono e bloccate dalla neve. Nessuno riuscirà ad aiutarle.

Un grande thriller

Da quando il padre è morto in un terribile incidente stradale, Polly si è chiusa sempre di più in se stessa e ha lentamente estromesso dalla sua vita la matrigna Ivona. Per cercare di recuperare il loro rapporto, Ivona decide di trascorrere alcuni giorni in una casa in mezzo ai boschi, lontano da televisione, telefono e internet. Fin dal loro arrivo, l’accoglienza non è delle migliori: il vicino di casa, Adrian, alquanto eccentrico, le spaventa informandole dell’omicidio efferato avvenuto qualche giorno prima, poco lontano da lì. Non possono neanche andarsene, perché l’auto non dà più segni di vita. Fortissime nevicate e temperature glaciali rendono difficile, se non impossibile, anche muoversi a piedi. Le due donne si rendono conto che l’isolamento tanto cercato si è trasformato in una prigione. Dovranno fidarsi di Adrian e chiedere il suo aiuto per riparare la loro macchina. Ma il giovane è preda di improvvisi scoppi d’ira e ha un passato da galeotto. Una speranza sembra presentarsi con l’arrivo di Conny, un poliziotto. Ma non tutto è come sembra.
In un alternarsi di colpi di scena, Jakobsson riesce a costruire con mano sapiente un intreccio da incubo e a trascinare il lettore verso un folgorante epilogo.

Due donne sole. Una casa isolata. Un ex galeotto. Un senso di minaccia e di catastrofe imminente che ricorda certe atmosfere alla Stephen King.


Björn B. Jakobsson

è nato nel 1956. Vive a Gröndal, fuori Stoccolma, con la moglie e i due figli e lavora come redattore nella rubrica Post Scriptum della rivista «Konsult». Alla fine della strada è il suo thriller d’esordio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,29
di 5
Totale 9
5
4
4
0
3
0
2
4
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Silvia

    12/12/2019 11:17:02

    Cosa dire?Non c'è niente che mi è piaciuto..La trama banale e prevedibile dall'inzio alla fine, surreale al limite dell'impossibile, protagoniste antipatiche e anche qui agiscono e parlano davvero in modo inverosimile..Bello solo il momento in cui l'ho terminato.

  • User Icon

    Monica

    24/05/2019 20:27:41

    Per me è no. Banale e assolutamente inverosimile nella trama. I personaggi maschili sono praticamente tutti identici. Inconcludente, l'ho finito giusto perchè non lascio mai le cose a metà.

  • User Icon

    Mik

    31/03/2018 17:50:09

    Ho trovato questo libro durissimo, violenza eccessiva e crudeltà. Attenzione se siete impressionabili.

  • User Icon

    Giuly

    07/06/2017 18:31:40

    Anch'io come Andrea (con il quale sono totalmente d'accordo) l'ho acquistato in base ai commenti entusiastici che però non condivido. L'ho trovato di una banalità sconcertante: due donne sole, una casa isolata, l'auto che non riparte, i vicini pazzoidi....i cliché del genere ci sono proprio tutti. Inoltre i dialoghi sono mediocri e le protagoniste odiose. Unico pregio la scorrevolezza, almeno l'ho terminato in fretta.

  • User Icon

    andrea

    25/02/2017 08:39:03

    ingannato dai commenti molto positivi su questo libro. io l'ho trovato banale, scontato, trama letta e riletta senza nessuna novità e soprattutto insopportabili le protagoniste (specialmente Ivona). nessun colpo di scena e dialoghi strampalati, l'unica nota positiva è che è scritto abbastanza bene e si legge velocemente, almeno lo strazio è finito presto.

  • User Icon

    ines

    17/12/2016 15:30:53

    Mi ha fatto stare con il fiato sospeso fino alla fine!Posso dire che mi è piaciuto molto e che l'ho divorato in due giorni!Il giallo svedese non delude mai!Lo consiglio vivamente perché è scritto molto bene ed è veramente inquietante!

  • User Icon

    Ale

    30/03/2016 09:54:17

    Davvero un buon THRILLER,nonostante la trama "classica",e'molto incalzante,fortemente descrittivo... letto in 2 giorni,ma concordo con l idea che una fine "in pizzeria" dopo cio che hanno passato le due protagoniste mi ha stranito!

  • User Icon

    Manuela

    04/12/2013 14:36:29

    A me questo libro è piaciuto molto, tant'è che l'ho letto in tre giorni, ti tiene col fiato sospeso fino alla fine, a parer mio un Thriller col la T maiuscola, oltretutto scritto molto bene!

  • User Icon

    Sweeney

    20/06/2013 22:31:07

    Il soggetto non sarà dei più originali (due donne, madre e figlia, che partono per una vacanza fuori dalla vita moderna per recuperare il loro rapporto compromesso, e si ritrovano isolate dal mondo, in balia di psicopatici) ma io l'ho trovato davvero un buon libro. E' vero, fino alla metà del racconto non ci sono colpi di scena (anche se un sottile disagio si insinua nel lettore: due donne che non vanno d'accordo, un ambiente ostile, un passato che pesa come un macigno sulla vita di entrambe), però non posso che lodare l'autore per la finezza psicologica con cui descrive le due protagoniste, con i loro tic, con le loro fissazioni, i loro desideri: Ivona, la giovane e perfettina matrigna, fragile, convinta che basti prendere le cose con ottimismo e buona volontà per ottenere il meglio, perché tutto vada a posto; Polly, la figlia, la quindicenne arrabbiata, scontrosa, antipatica, che il lettore fino a metà libro vorrebbe prendere a schiaffi, ma che rivela un'anima tormentata dalle insicurezze di adolescente e dall'angoscia di non sapere con esattezza come siano morti i genitori naturali. Dalla metà del libro, la lettura subisce un'impennata: la tensione aumenta in maniera esponenziale quando nel già difficoltoso menage delle due donne entra lo psicopatico criminale Conny. E' in quel momento che i caratteri delle donne vengono messi ancora più in luce e acquisiscono una mirabile coerenza. Ben definita anche la figura del pluriomicida, con i suoi repentini cambi d'umore, le menzogne, i rovesciamenti di alleanze che permettono al trio di volta in volta di salvarsi o di arrivare sull'orlo del baratro. E' innegabile ispirazione a Stephen King, anche se siamo ancora molto distanti dalla sua maestria. Qualche annotazione a margine: il finale poteva essere un po' meno sbrigativo e trovo arduo credere che due donne seviziate abbiano voglia di fermarsi a mangiare una pizza prima di recarsi in ospedale a farsi medicare. Ma sono dettagli, nel complesso rimane un'ottima lettura.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Björn B. Jakobsson Cover

    Nato nel 1956, vive a Gröndal, fuori Stoccolma, con la moglie e i due figli. Lavora come redattore nella rubrica Post Scriptum della rivista «Konsult». Alla fine della strada (Newton Compton 2012) è il suo thriller d’esordio. Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali
Chiudi