Gli idealisti poeti - J. Gottlieb Fichte,Friedrich W. Schelling,Friedrich Hegel - copertina

Gli idealisti poeti

J. Gottlieb Fichte,Friedrich W. Schelling,Friedrich Hegel

0 recensioni
Scrivi una recensione
Curatore: M. Cometa
Editore: L'Epos
Anno edizione: 1993
In commercio dal: 1 gennaio 1993
Pagine: 144 p., Brossura
  • EAN: 9788883020650
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,25

€ 15,00
(-5%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • J. Gottlieb Fichte Cover

    Filosofo tedesco. Fichte è stato il continuatore del pensiero di Kant, e l'iniziatore dell'idealismo tedesco. Principio di tutto, per Fichte, è l'io, che pone sé stesso e al contempo oppone a sé stesso un non-io (la natura) per poter affermare la sua libertà. La filosofia di Fichte esercitò un grande influsso sui romantici, soprattutto perché intendeva la realtà non come  un dato esterno all'uomo, ma come il prodotto della sua libera attività spirituale. Le sue opere più famose sono la Dottrina della scienza, e i Discorsi alla nazione tedesca, nei quali sosteneva la superiorità culturale della Germania incitando il suo popolo a combattere contro Napoleone. Approfondisci
  • Friedrich W. Schelling Cover

    Filosofo tedesco, secondo dei tre grandi esponenti dell’idealismo tedesco, successore di Fichte e predecessore di Hegel. Pubblicò una serie di scritti che fondono l’idealismo trascendentale con la filosofia della natura (Idee per una filosofia della natura, 1797; Sull’anima del mondo, 1798; Sistema dell’idealismo trascendentale, 1800).All’interno del suo sistema filosofico, che definisce l’assoluto come identità originaria e indifferenziata di tutte le opposizioni (finito e infinito, materia e spirito, reale e ideale), l’arte in quanto attività conscia e inconscia, sintetizzante libertà e necessità, è l’unico, vero «organo» della filosofia e può pervenire all’assoluto.Fondò... Approfondisci
  • Georg Wilhelm Friedrich Hegel (1770 - 1831) è stato un filosofo tedesco, considerato il rappresentante più significativo dell'idealismo tedesco. Il suo pensiero segna una svolta decisiva all'interno della storia della filosofia: da un lato, molti dei problemi classici della filosofia moderna verranno riformulati e problematizzati diversamente, come il rapporto mente-natura, soggetto-oggetto, epistemologia-ontologia (in ambito teoretico) o i temi relativi al diritto, alla moralità, allo Stato (in ambito pratico e morale); dall'altro, vengono introdotti nuovi problemi, come quello di dialettica, di negatività, di toglimento (o superamento, Aufhebung in tedesco), la distinzione fra eticità e moralità, fra intelletto e ragione etc.; mentre verrà... Approfondisci
Note legali