Recensioni Le rose di Cordova

  • User Icon
    03/01/2018 10:57:48

    È un breve romanzo storico su una delle più controverse figure del XVI secolo, la regina Giovanna, nota come Giovanna la Pazza, figlia dei re Cattolici, Isabella di Castiglia e Ferdinando D’Aragona. E' Nura/Francisca, la sua schiava, a raccontare la storia e la vita di Giovanna: le sue ribellioni alla corte, l'incontro e l'amore per il marito Filippo di Borgogna (soprannominato "il Bello") trasformato poi in una ossessione che la spingerà a portare con sé, nei suoi lunghi e numerosi spostamenti nel Regno, il cadavere del marito, cosa che verrà presa a pretesto per tacciare Giovanna di pazzia e rinchiuderla nel castello-Fortezza di Toedesillas per circa vent'anni, privandola non solo del suo diritto di governare ma anche dell'amore dei figli. Una lettura scorrevole che conferma, come questa sfortunata regina fosse solo una vittima della ragione di stato.

    Leggi di più Riduci