Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Rosemary's Baby. Nastro rosso a New York di Roman Polanski - Blu-ray

Rosemary's Baby. Nastro rosso a New York

Rosemary's Baby

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Rosemary's Baby
Paese: Stati Uniti
Anno: 1968
Supporto: Blu-ray
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 33 liste dei desideri

€ 4,75

Venduto e spedito da Movietrade

Solo 3 prodotti disponibili

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 4,75 €)

Traslocata in un nuovo appartamento, una giovane coppia viene a contatto con una setta di devoti al diavolo i quali fanno in modo che lei partorisca l'Anticristo.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    GIULY

    28/06/2020 21:58:08

    STUPENDO, assurdo. Giovane coppia si trasferisce in questo antico appartamento di New York, il palazzo ha una pessima reputazione per le storie che gli girano attorno: inquilini appartenenti a sette sataniche, anziane sorelle cannibali di piccoli pargoli, streghe e quant'altro. Lei rimane incinta, non di lui, né da un altro... essere umano. Vecchi strambi signori, loro vicini, si legano maniacalmente alla giovane coppia. Bello film, bello libro Il film è uguale al libro, quindi per quelli come me che odiano le differenze apportate alla trama da parte del regista, piacerà molto questo film

1969 - David di Donatello - Miglior attrice straniera - Farrow Mia
1968 - Oscar [Academy Awards] - Miglior attrice non protagonista - Gordon Ruth

  • Produzione: Paramount Home Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Durata: 137 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono);Inglese (Dolby True HD);Francese (Dolby Digital 1.0 - mono);Spagnolo (Dolby Digital 1.0 - mono);Tedesco (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Danese; Finlandese; Francese; Giapponese; Inglese; Inglese per non udenti; Italiano; Norvegese; Olandese; Portoghese; Spagnolo; Svedese; Tedesco
  • Formato Schermo: Widescreen
  • AreaB
  • Contenuti: interviste: intervista a Roman Polanski, Robert Evans e Richard Sylbert; dietro le quinte (making of)
  • Roman Polanski Cover

    Nome d'arte di R. Raymond Liebling, regista francese di origine polacca. Nato nella capitale francese, ritorna in patria con i genitori polacchi, che nel 1941 finiscono in un campo di concentramento nazista, dove la madre non sopravvive. Precoce attore di teatro, fa un’apparizione anche sullo schermo prima di iscriversi alla Scuola di cinema di Lodz, dove si diploma nel 1959. Durante gli studi gira alcuni cortometraggi in formato ridotto, ma sono i due saggi di fine corso, Due uomini e un armadio (1958) e La caduta degli angeli (1959), che ne rivelano il talento. P. esibisce fin dagli inizi una carica surreale e un gusto del grottesco derivati dall’interesse per l’arte d’avanguardia e coltivati con la frequentazione di artisti e con una personale esperienza nella pittura. I due uomini che... Approfondisci
  • Mia Farrow Cover

    "Propr. Maria de Lourdes Villiers F., attrice statunitense. Figlia del regista John F. e dell'attrice M. O'Sullivan, a nove anni è colpita dalla poliomielite, che contribuisce a caratterizzarne l'aspetto fisico, fragile e minuto, con uno sguardo indifeso dai tratti malinconici. Raggiunta la notorietà in patria grazie alla serie tv Peyton Place, R. Polanski la sceglie per interpretare Rosemary's Baby (1968), il film che la rende celebre a livello internazionale. È la volta poi di un altro grande regista, J. Losey, che la dirige in Cerimonia segreta (1968), scavando nella candida immagine dell'attrice e facendone emergere gli aspetti più torbidi. Nel 1974 è al fianco di R. Redford in Il grande Gatsby di J. Clayton, tratto dal romanzo di F.S. Fitzgerald, in cui interpreta una ricca signora in... Approfondisci
  • John Cassavetes Cover

    Attore e regista statunitense. Cineasta capace di tracciare un percorso parallelo a quello della Nouvelle vague francese, grazie a un cinema sperimentale, realizzato in assoluta economia e spesso legato a sceneggiature appena accennate e alla forza dell'improvvisazione registica e attoriale, rappresenta una delle figure più importanti della cinematografia americana. Il suo primo film è lo straordinario Ombre (uscito nel 1961), storia di una famiglia di colore (due fratelli e una sorella) che fallisce il suo tentativo di integrazione nella società dei bianchi. C. non firma il manifesto del f New American Cinema, gruppo soprattutto new­yorkese che propugna un cinema anticonformista, esteticamente e linguisticamente dirompente, tuttavia Ombre, girato in 16mm, diventa un film di riferimento per... Approfondisci
  • Ruth Gordon Cover

    Propr. R. G. Jones, attrice e sceneggiatrice statunitense. Esordisce nel 1915 contemporaneamente nel cinema e a Broadway preferendo il teatro, cui si dedica in prevalenza fino al breve rientro cinematografico in film di misurato agiografismo (Abramo Lincoln in Illinois, 1940, di J. Cromwell) o di debordante propaganda (La bandiera sventola ancora, 1943, di L. Milestone). Scrittrice (da sue commedie sono tratti Addio vent'anni, 1945, di C. Vidor, e L'attrice, 1953, di G. Cukor), sposa – anche professionalmente – G. Kanin, in coppia con il quale sceneggia molti film per il G. Cukor più elegante (da Doppia vita, 1947, a Vivere insieme, 1952, passando per La costola di Adamo, 1948, e Lui e lei, 1952), calibrati sulla coppia Tracy-Hepburn. Torna sul set vincendo un Oscar con l'interpretazione della... Approfondisci
Note legali