La leggenda di un amore: Cinderella

Ever After

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Ever After
Regia: Andy Tennant
Paese: Stati Uniti
Anno: 1998
Supporto: DVD
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,99 €)

Dopo aver assistito alla morte del padre, una giovane, energica e indipendente, riesce a riacquistare serenità incontrando il proprio principe azzurro.
4,88
di 5
Totale 17
5
15
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Tirrenia

    14/05/2020 16:05:50

    Non credo ci sia una versione di Cenerentola migliore di questa: finalmente in una favola viene rappresentata una donna forte, che combatte per i propri diritti (e quelli degli altri! Non come molte aspiranti principesse che dimenticano la condizione da cui provengono dopo aver ottenuto dei privilegi), lontano dall'ideale angelico e francamente stucchevole e irreale di altre narrazioni. Anche il principe prende forza da questa figura nuova: non un mero salvatore di fanciulle in pericolo ma un futuro re che si interroga sul proprio ruolo e con la sua principessa dialoga, scherza, litiga (e ne conosce cervello e opinioni prima di sposarla). La scarpetta, com'è giusto, torna a ruolo di simbolo: il principe non sposerà chiunque sia in grado di calzare una scarpetta, ma la vera proprietaria della scarpetta. Nonostante non ci siano sempliciotte in attesa, riesce comunque a commuovere. Unico punto a suo sfavore: storicamente inaccettabile. La storia e la moda del tempo vengono piegate alle esigenze di copione. In realtà però si può tranquillamente chiudere un occhio (il contesto storico resta comunque pretesto per raccontare una favola). Semplicemente incantevole. Promosso a pieni voti.

  • User Icon

    Domen

    24/09/2019 22:32:21

    “La leggenda di un amore: Cinderella” è un film del 1998, che vede, vestire i panni della famosa Cenerella, dalla celebre attrice americana, Drew Barrymore. Spetta a Dougray Scott interpretare il principe. Il film reinventa la celebre fiaba in maniera originale e inedita. Gli elementi clou della vicenda ci sono tutti: la matrigna e le sorellastre, il ballo al palazzo reale, la scarpetta perduta... però il tutto è reinventato grazie a un'inedita ambientazione cinquecentesca. Infatti, la vicenda si colloca in un frangente ben definito qual è la Francia del Rinascimento e stavolta il Principe Azzurro è l'erede al trono. Quindi il film non manca di fare riferimento a fatti storici dell'epoca per calare meglio i personaggi della fiaba in un contesto subito riconoscibile. “Non si può lasciare ogni cosa al destino, secondo me. Ha troppo da fare. A volte occorre dargli una mano.” (cit.) Il riferimento più importante all'epoca in questione è la presenza di Leonardo da Vinci, il quale arriva in Francia ospite della corte del re; non essendo un racconto che ricorre a magie e incantesimi, è Leonardo che diventa “ la fata madrina” e la figura saggia che aiuta Danielle ad andare al ballo: inoltre è proprio il genio italiano che con i suoi discorsi sull'amore riesce ad aprire il cuore dei protagonisti e a condurli verso il lieto fine. Dunque è l'ambientazione tutta nuova e calata in un momento storico ben preciso a rendere questa versione di Cenerentola particolarmente riuscita e appassionante! Sono molto legata a questo film. Ho amato l'ambientazione, le location e i magnifici i costumi: soprattutto l'abito che Danielle indossa per andare al ballo! Ho apprezzato molto il personaggio di Danielle: la quale oltre ad essere dolce e romantica come ogni Cenerentola che si rispetti è anche e soprattutto coraggiosa e idealista.

  • User Icon

    Domen

    24/09/2019 09:12:09

    Un’aristocratica signora dell'800 racconta ai fratelli Grimm la vera storia di Cenerentola, avvenuta nel '500. Rivisitazione moderna della favola di Cenerentola in cui Danielle, vessata dalla matrigna e dalle sorellastre dopo la morte del padre, riuscirà alla fine a trovare l'amore dell'erede al trono di Francia. Cenerentola audacemente combatte per i diritti degli oppressi, protegge la famiglia allargata, tira di scherma ed è studiosa. Danielle non aspetta che il principe venga in suo soccorso ma si offre di fargli da guida e di salvargli la vita. Gli elementi clou della vicenda ci sono tutti: la matrigna e le sorellastre, il ballo al palazzo reale, la scarpetta perduta... però il tutto è reinventato grazie a un'inedita ambientazione cinquecentesca. Infatti, la vicenda si colloca in un frangente ben definito qual è la Francia del Rinascimento e stavolta il Principe Azzurro è l'erede al trono. Quindi il film non manca di fare riferimento a fatti storici dell'epoca per calare meglio i personaggi della fiaba in un contesto subito riconoscibile (anche se i fatti storici non sono realmente accaduti). Il riferimento più importante all'epoca in questione è la presenza di Leonardo da Vinci, il quale arriva in Francia ospite della corte del re; non essendo un racconto che ricorre a magie e incantesimi, è Leonardo che diventa la “Fata Madrina” e la figura saggia che aiuta Danielle ad andare al ballo: inoltre, tra un dipinto e un'invenzione, è proprio il genio italiano che con i suoi discorsi sull'amore riesce ad aprire il cuore dei protagonisti e a condurli verso il lieto fine. Si tratta di un film molto emozionante! Ottima l'ambientazione cinquecentesca e le location! Assolutamente magnifici i costumi: soprattutto l'abito che Danielle indossa per andare al ballo. Ho apprezzato molto il personaggio di Danielle: la quale oltre ad essere dolce e romantica come ogni Cenerentola che si rispetti è anche e soprattutto coraggiosa e idealista!

  • User Icon

    Bibliofila

    30/08/2019 21:26:13

    Probabilmente la versione più emozionante che abbia mai visto della classica fiaba, con una Cinderella forte e indipendente. Favolosa!

  • User Icon

    Meer

    04/08/2019 12:21:41

    Una delle tante rappresentazioni di Cenerentola, con qualcosa di diverso, un po' più di indipendenza forse. Drew Barrymore è sempre una ottima scelta, consigliatissimo

  • User Icon

    Monica 171

    28/05/2019 21:34:31

    Bellissima film romantico. Un altra versione di Cenerentola piacevole .La consiglio a tutte le romantiche

  • User Icon

    Bruna

    22/09/2018 20:48:14

    Scordatevi la solita vecchia favola di Cenerentola!Questa è molto meglio!Uno dei miei film preferiti di tutti i tempi!Chi non lo ha visto son certa che guardandolo lo adorerà come me!Stupendo dall'inizio alla fine e lo si riguarda mille volte senza stancarsi! Finalmente una Cinderella con carattere e che sa il fatto suo!La Barrymore è fantastica nel ruolo della protagonista!

  • User Icon

    Gioacchino

    23/01/2009 14:34:22

    FANTASTICOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!! penso di averlo visto un centinaio di volte e ogni volta è un emozione!!!! Drew Barrymore è meravigliosa!! Per non parlare della colonna sonora!!! meglio di così non si può!

  • User Icon

    Dioniso91

    07/05/2007 18:29:14

    Davvero un bel film. Non sono un amante di Cenerentola, ma questa versione è davvero riuscita a farmi sognare. E poi c'è lei. Un angelo caduto dal cielo. La mitica Drew, che ci offre splendidamente una Cinderella fantastica. Credo che i Grimm siano d'accordo con me. Proprio un film che merita. Complimenti a tutti, e, "Drew, sei mitica"!!!!!!

  • User Icon

    stitcha

    19/01/2006 14:21:25

    ah che bel film meraviglioso e poi drew barry moore è bellissima e bravissima

  • User Icon

    Florence

    06/01/2006 16:53:12

    Drew Barrymore è molto convincente nell'interpretare una Cenerentola intelligente, democratica, e acculturata. Quando mai abbiamo visto Cinderella leggere Tommaso Moro ( o qualsiasi altro testo)? E ovviamente è buona e generosa come la Cenerentola classica soltanto che Danielle-Nicole-Drew ci sorprende sempre. E' tanto buona quanto di forte volontà e di carattere. Inoltre la figura di Leonardo aggiunge fascino al film. Sottolineo anche l'interpretazione di Anjelica Huston che sembra essere nata per interpretare ruoli da donna diabolica e intelligente ( penso anche al film L'onore dei Prizzi). Proprio un bel film che non mi stanco mai di vedere!!!

  • User Icon

    ika

    29/06/2005 15:52:37

    questo film è stupendo!!!poi drew barrymore è stata fantastica...questo e uno di quei film ke consiglierei a tutti di comprare!!!

  • User Icon

    STRAWBARRY

    05/04/2004 16:00:39

    BELLISSIMO!!!! LO RIVEDREI 1.000.000 DI VOLTE SENZA STANCARMI MAI!!! è INCREDIBILE COME 1 FAVOLA POSSA ESSERE RAPP. SOTTO FORMA DI FILM COSì BENE!!! DREW BARRYMORE è ECCEZIONALE!! BELLISSIMA E BRAVISSIMA COME SEMPRE!!!!!!! è VERAMENTE LA MIGLIORE!!!!!!!

  • User Icon

    Cris

    15/12/2003 17:19:46

    Un film bellissimo, emozionante. Una grandissima Drew Barrymore. Un piccolo capolavoro, che fa vivere la favola di Cenerentola più che egregiamente.

  • User Icon

    Cristina

    15/12/2003 00:00:04

    E' un film bellissimo e non credevo, sinceramente, che la trasposizione cinematografica di una notissima fiaba potesse riuscire così egregiamente!! da vedere, gustare e ri vedere!

  • User Icon

    Romano Leonardi

    08/03/2003 01:27:56

    Questo film lo visto in versione Inglese.ed e un bellissimo film,un film bello e per tutti. Grazie alla iBS ora ordino la versione in'Italiano

  • User Icon

    Silvana

    09/12/2002 11:53:51

    Il film è assolutamente bellissimo!!!! Non ci sono parole per descrivere le emozioni che ho provato guardandolo.....mi ha fatto tornare in mente molti momenti che io ho stessa ho vissuto.......

Vedi tutte le 17 recensioni cliente
  • Produzione: 20th Century Fox Home Entertainment, 2000
  • Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
  • Durata: 95 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese; Francese; Olandese; Greco
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Drew Barrymore Cover

    "Propr. D. Blyth B., attrice statunitense. Ultima discendente di quella fu chiamata la «Famiglia Reale» del cinema e teatro statunitensi, figlia di John Jr., attore dalla carriera saltuaria e mediocre, e nipote del celebre John, a meno di un anno è già in shorts pubblicitari, a tre debutta in film tv e a cinque sul grande schermo con Stati di allucinazione (1980) di K. Russell. Il successo planetario di E.T. l'extraterrestre (1982) di S. Spielberg fa dell'incantevole bambina bionda una precoce star che brucia le tappe anche della strada dell'autodistruzione (già battuta dai suoi avi): dopo L'occhio del gatto (1986) di L. Teague e un tentato suicidio, lascia i set per un lungo periodo di disintossicazione da alcol e cocaina, interrotto solo dalla piccola parte in Ci penseremo domani (1989)... Approfondisci
  • Anjelica Huston Cover

    "Attrice e regista statunitense. Figlia del regista John H., per anni modella di punta della prestigiosa rivista «Vogue», dopo alcune brevi apparizioni in film diretti dal padre, offre le sue prime significative prove d'attrice in Gli ultimi fuochi (1976) di E. Kazan e Il postino suona sempre due volte (1981) di B. Rafelson, dove ha modo di valorizzare la sua bellezza altera e selvaggia. Il successo arriva nel 1985 con la straordinaria interpretazione dell'innamorata delusa ma ostinata di un killer mafioso in L'onore dei Prizzi di J. Huston, che le vale l'Oscar come miglior attrice non protagonista. Sempre diretta dal padre, dimostra di sapersi esprimere a livelli eccellenti anche sul registro drammatico-intimista con la struggente interpretazione di Gretta in The Dead - Gente di Dublino (1987),... Approfondisci
  • Jeanne Moreau Cover

    "Attrice francese. Studia al prestigioso Conservatoire, l’Accademia d’arte drammatica parigina, e viene accolta nei ranghi della Comédie-Française in cui assimila l’impostazione classica e la confidenza con la tecnica. I suoi esordi cinematografici non le prospettano parti memorabili, pur in pellicole del calibro di Grisbi (1954) di J. Becker. La svolta avviene grazie a L. Malle, che in Ascensore per il patibolo (1958) le cuce addosso la parte di Florence, la moglie fedifraga che induce l’amante a ucciderle il marito. La forza innovatrice del film, già imbevuto di precetti Nouvelle vague, trova nella bellezza ambigua, tutt’altro che rassicurante, della protagonista una vera musa e la candida al successivo Les amants (1958), sempre di Malle, film scandaloso per l’epoca, incentrato sulla sensualità... Approfondisci
Note legali