A chi risponde il Cielo? - Rosaria Manuela Distefano - ebook

A chi risponde il Cielo?

Rosaria Manuela Distefano

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 661,6 KB
  • EAN: 9788866904526

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Carlo Marx Santamaria è un pavido cui è stato imposto un battesimo in cui non si è mai riconosciuto, che si è arreso alla forza di etichette linguistiche, quella di cattolico prima e di ateo dopo, di figlio di un comunista e poi di "figlio unico di madre vedova", di marito e quasi padre. Un essere umano che ha sempre trovato le parole soffocanti, limitanti, che non è riuscito a farsi stare addosso, nemmeno stiracchiandole da un lato o dall'altro, nessuna delle etichette che a forza gli erano state appiccicate addosso. Purtroppo per lui, Carletto si ritrova alla fine del suo viaggio, un ateo in Paradiso, un'anima di cui chi comanda là non sa cosa fare. "A chi risponde il cielo?" è un romanzo breve che tratta delle grandi domande sull'esistenza che dobbiamo tutti affrontare. Domande a cui, alla fine, sappiamo di non avere risposte, ma che lo stesso non smettiamo di porci ed esplorare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Il libro del coraggio

    17/06/2019 15:50:57

    Il romanzo del coraggio. Lo ha scritto con garbo e dolorosa eleganza Rosaria Manuela Distefano. Si intitola “A chi risponde il cielo” e nello stesso titolo risiede il primo atto di un percorso fatto di fierezza, eppure di umiltà, nell’inoltrarsi in selve intricate e perfino pericolose. La morte. L’aldilà. La colpa. I silenzi. La giustizia, o la sua mancanza. Sono soltanto alcune delle tematiche affrontate da Distefano nel suo racconto che, a dispetto dell’asprezza dei contenuti, si srotola facilmente grazie a un linguaggio chiaro, potente, diretto. Il libro inizia con la morte del protagonista, in fila per il suo posto in paradiso, al cospetto di Pietro. Coraggio, si è detto. Quanti racconti si sono consumati nel dialogo fra anime disorientate e il “Custode delle Nuvole”? Ci voleva coraggio a riproporre il tema, rischiando di inciampare nel banale. Ma Distefano è rimasta in piedi, ha gettato il suo protagonista nella mischia del nulla e del dubbio, nella disperazione di chi non riceve risposte nemmeno dopo la morte. E finisce per mettere in difficoltà lo stesso Pietro incapace di trovare, nel suo paradiso, la collocazione giusta per questo ometto, sì, è facile immaginarlo piccolo, magro, smunto, il cui nome è Carlo Marx Santamaria. Figlio di un padre sanguigno, onesto, lavoratore e tanto comunista da scegliere per il figlio nome e cognome del filosofo tedesco. Un’eredità politica e umana da gestire, forse da smaltire, scaricata sulle spalle di un bimbo che saltava fra gli scogli, l’infanzia aspra di chi comunica con fatica mentre il mondo degli adulti si avvicina senza promesse, grigio, silenzioso, afflitto dalla completa mancanza di prospettive. Karlo Marx Santamaria non sa. Se credere o non credere, se amare o non amare, non spaccia certezze, anzi, la sua unica certezza è il dubbio. Il coraggio. In un mondo dove tutti corrono decisi verso qualcosa, chi ha il coraggio di ammettere di non conoscere la strada? L’autrice, sicuramente, insieme al suo Carletto spalatore

Note legali