Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Black Christmas di Bob Clark - DVD

Black Christmas

Black Christmas. Silent Night, Evil Night

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Black Christmas. Silent Night, Evil Night
Regia: Bob Clark
Paese: Canada
Anno: 1974
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 29,99

Venduto e spedito da Vecosell

Solo 1 prodotto disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Durante la notte di Natale, in un pensionato di studentesse, arriva un maniaco omicida e comincia ad uccidere le ragazze una ad una, mentre la colpa ricade sul fidanzato di una di loro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,67
di 5
Totale 3
5
2
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    massi74

    03/12/2008 11:53:05

    Film molto bello,assai ben diretto e ben interpretato..Il finale lascia un po' in imbarazzo anche se sa essere coinvolgente..Purtroppo la mia copia ha un audio pessimo e certi dialoghi sono impossibili da capire,l'identità dell'assassino forse non l'ho capita proprio a causa di questo o forse è rimasta nel mistero per volontà dello sceneggiatore.. Chissà..

  • User Icon

    Michele Martelossi

    29/12/2006 10:46:27

    Finalmente, anche in Italia qualcuno si è svegliato! Dopo quasi 30 anni era anche ora, direi! Non mi soffermerei sulla trama, peraltro già rinvenibile altrove. Pellicola canadese imperdibile, per gli appassionati del genere e gli amanti di casts mirabilmente composti: una superba, oltrechè bellissima, Olivia Hussey; un tenebroso e intrigante Keir Dullea e una Margot Kidder sopra le righe. Ogni pedina incredibilmente al posto giusto per un giallo sobrio e memorabile che scavalca il tempo e, nonostante gli ormai datati clichè, lo sconfigge pregiandosene. Geniale l'architettura della schizofrenìa telefonica che taglia, obliqua, la prospettiva natalizia quasi fosse incartata in un pacco regalo sgradito. Robert Clark ci scommette sopra e, a mio dire, vince l'aspettativa per quanto il budget e le settimane per realizzare il tutto e girarlo fossero ai ferri corti. Oggigiorno, il film potrebbe ingrossare le fila delle produzioni destinate alla tv, specie per la scevra tipologia degli effetti speciali e l'assenza di pretenziosità. Ma la sua semplice originalità, che proprio su questo aspetto conta, non svernerà mai: trama sottile, forse un po' dispersiva ma inafferrabile, esente da bigottismo e falso moralismo bensì fatta di umorismo satirico, violenza contenuta e suspence psicologica. Inutile razionalizzare ciò che ne risulta; basta goderne la mescolanza. La scena madre in cui la Hussey si da al "fuggi fuggi" dall'ormai silente e suggestiva ambientazione del dormitorio, corona in maniera drammatica e indimenticabile questo natale scuro, da brivido. La vicenda suscita numerosi interrogativi, la risposta ai quali è lasciata allo spettatore. Quale migliore forma di interazione e di coinvolgimento? A momenti di efficace tensione si alternano fasi dialogate e pause sospensive come tradizionalmente avviene in tutto il filone cinematografico anni '70. Ora è un cult nei Paesi anglosassoni e vanta anche un remake di Glen Morgan. Io lo adoro. Si era capito, per caso?

  • User Icon

    Ornella

    03/12/2006 14:54:04

    Ho visto e rivisto questo film negli anni '80, quando x un periodo lo trasmettevano continuamente su una rete televisiva, ma nn ricordo quale fosse..secondo me ke sono appassionata del genere horror, trovo ke questo sia uno dei film più belli e coinvolgenti ke abbia mai visto..tiene col fiato sospeso dalla prima all'ultima scena ed è fatto bene senza troppi effetti speciali, perlopiù finti. Mi kiedo come mai nessuna tv si sia mai preoccupata di replicarlo..in fondo è una storia sempre attuale..se vogliamo..ottimo il cast e la scenografia ed anke la colonna sonora..un gran bel mix insomma..vorrei tanto rivederlo...

  • Produzione: 30 Holding, 2014
  • Distribuzione: DNA
  • Durata: 90 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 4:3
  • Area0
  • Contenuti: spot tv; foto
  • Olivia Hussey Cover

    Nome d'arte di O. Osuna, attrice argentina. Bellezza bruna dai grandi occhi espressivi, dopo essersi trasferita in Gran Bretagna esordisce giovanissima sul grande schermo con il piccolo ruolo di Donna nella commedia Accadde un'estate (1965) di D. Daves, ma il successo internazionale arriva con la parte di protagonista nel patinato Romeo e Giulietta (1968) di F. Zeffirelli, in cui veste con convinzione i panni della giovane innamorata di Verona. A partire dagli anni '70 si lascia tentare dalla televisione e interpreta numerosi sceneggiati che contribuiscono ad aumentarne la fama, tra i quali Gesù di Nazareth (1977) di F. Zeffirelli, in cui è un'intensa Maria. Dal 1992 abbandona la televisione per ritornare al grande schermo, ma non riesce più a trovare il successo di un tempo. Approfondisci
  • Keir Dullea Cover

    Attore statunitense. Il suo esordio è con Le canaglie dormono in pace (1961) di I. Kershner, ma conosce fama internazionale nel 1968 grazie a 2001: Odissea nello spazio di S. Kubrick, in cui interpreta Bowman, l'astronauta che si lancia verso l'infinito a bordo dell'astronave Discovery. Riprende lo stesso personaggio nel mediocre 2010, l'anno del contatto (1984) di P. Hyams. Molte apparizioni televisive e qualche ruolo di scarso rilievo al cinema per un attore probabilmente troppo legato al ruolo più celebre della sua carriera. Nel 2006 torna a recitare in un film importante: veste i panni del senatore Russell in L'ombra del potere - The Good Shepherd di R. De Niro. Approfondisci
  • Margot Kidder Cover

    Propr. Margareth Ruth K., attrice canadese. Dopo l’esordio nella commedia Chicago Chicago (1969) di N. Jewison, il grande pubblico la scopre nel ruolo di Lois Lane, l’intrepida fidanzata di Superman nella serie di film tratti dall’omonimo comic-book (a partire da Superman, 1978, R. Donner). Ma ai cinefili il suo volto irregolare, adatto a ruoli di donne psichicamente turbate, è noto da Le due sorelle (1973) di B. De Palma, in cui interpreta un’attrice schizofrenica, e Black Christmas - Un Natale rosso sangue (1974) di B. Clark, nel quale è una delle ragazze braccate da un maniaco in un pensionato femminile. Oggi è anche un’apprezzata documentarista su temi come il pacifismo e il disarmo nucleare. Approfondisci
Note legali