La verità dell'Alligatore

Massimo Carlotto

Editore: E/O
Collana: Tascabili e/o
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 211 p., Brossura
  • EAN: 9788876419706

64° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa italiana - Gialli - Narrativa gialla

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    furetto60

    28/03/2017 11:17:03

    Con una scrittura volutamente scarna, “scattosa”, priva di fronzoli lessicali, Carlotto mostra quel che accade “terra terra” dall’altra parte della barricata, quella dei perdenti, degli illegali per forza, dei cavalieri senza gloria e tanta sana paura. Un personaggio dalle varie sfaccettature, autentico e persistente nella memoria, facile ad entrare nel cuore del lettore.

  • User Icon

    archipic

    07/07/2016 16:40:15

    Buon esordio dell'Alligatore; trama complessa ma ben narrata e fluida nel suo evolversi. Personaggi interessanti e ben tratteggiati tranne, per assurdo, proprio quello del protagonista che non riesce ad emergere, rimane piatto, senza nessuno scatto particolare e viene offuscato dal suo compagno d'indagine, Beneamino, più denso e meglio definito. Questo limite sostanziale pregiudica un giudizio migliore. Un 3/5 in attesa del successivo.

  • User Icon

    archipic

    07/07/2016 16:39:40

    Buon esordio dell'Alligatore; trama complessa ma ben narrata e fluida nel suo evolversi. Personaggi interessanti e ben tratteggiati tranne, per assurdo, proprio quello del protagonista che non riesce ad emergere, rimane piatto, senza nessuno scatto particolare e viene offuscato dal suo compagno d'indagine, Beneamino, più denso e meglio definito. Questo limite sostanziale pregiudica un giudizio migliore. Un 3/5 in attesa del successivo.

  • User Icon

    Chiara

    20/03/2015 12:41:54

    Nonostante qualche titubanza e resistenza iniziale, ritengo Carlotto una piacevole scoperta. L'Alligatore, alias Marco Buratti, originale investigatore senza licenza, ex galeotto e cantante blues, è un personaggio riuscito. Sebbene la vicenda sia breve e si dipani nel giro di 200 pagine, il lettore ha modo di conoscere intimamente l'Alligatore, di condividerne i tormenti, i dubbi e le incertezze. Inoltre, Carlotto non si limita solo a creare un bel personaggio e un intreccio scorrevole. Con disinvoltura, porta alla ribalta un tema sociale e politico scottante: lo strapotere e la corruzione del sistema giudiziario italiano, capace di aiutare i ricchi e di condannare senza appello i perdenti. Dando un'occhiata alla biografia dell'autore, una domanda nasce spontanea: quanto c'è di autobiografico nel personaggio dell'Alligatore e nei temi trattati nel romanzo? Unica nota stridente, una certa facilità nell'arrivare all'epilogo della vicenda. Alcuni sviluppi sono poco credibili. Ad ogni modo, proseguirò sicuramente con la lettura di Carlotto e della serie dedicata a questo investigatore fuori dall'ordinario.

  • User Icon

    angelo

    02/09/2014 14:33:28

    Ingredienti: un pregiudicato trasformato in investigatore, un tossico diventato capro espiatorio per due delitti, la corruzione tramutata in giustizia dei tribunali, la ricerca della verità camuffata da vendetta. Consigliato: a chi cerca il lato oscuro di ricchezza, potere e conoscenze, a chi trova dei diamanti anche nell'umanità dei bassifondi.

  • User Icon

    Luca

    17/05/2014 15:58:40

    Noir da leggere.. A chi piace il genere!

  • User Icon

    mauro

    08/12/2013 20:09:38

    Il libro più noioso e idiota mai letto. Non sembra neanche un giallo!

  • User Icon

    ferdi

    12/09/2013 16:55:45

    Niente da fare: Carlotto proprio non mi piace...avevo letto qlk anno fa Il Fuggiasco e non mi aveva entusiasmato, nonostante l'evidente sofferenza e trasporto dell'autore nei riguardi di una vicenda fin troppo autobiografica. Ho provato a buttarmi sul giallo, un genere che mi affascina e che di solito non mi delude...ed anche qui nulla di interessante. Per carita' Carlotto scrive bene, ha si una prosa asciutta e cristallina, chiara, comprensibile, ma alla fine non convince e mi lascia con un senso di indefinito ed irrisolto. Mi sembra tutto molto superficiale, abbozzato, quasi vissuto per interposta persona...Provero' qualcosaltro, ma non mi faccio illusioni.

  • User Icon

    Federica3

    24/04/2013 12:53:02

    La prosa di Carlotto mi piace molto: asciutta e netta come una rasoiata. Molto cruda a tratti, non si risparmia nelle descrizioni di ambienti e comportamenti. Ma quello che più mi è piaciuto del romanzo ,che si sviluppa come una giallo classico, con la verità che emerge progressivamente facendosi largo tra i sospetti e le false certezze, è la descrizione di ambienti e tipologie di relazioni proprie dell'ambiente criminale e l'uso del linguaggio criminale, di termini gergali che appartengono al mondo circoscritto delle case circondariali. Un buon giallo, con un interprete tipicamente noir (o blues?) che cerca -con scarsi risultati- di nascondere la fragilità e l'insicurezza che anni di ingiusta galera gli hanno portato in dono dietro una maschera di cinismo e indifferenza per il resto dell'umanità.

  • User Icon

    valerioboing

    15/05/2012 23:38:40

    Un buon giallo, niente di più.

  • User Icon

    marco77

    01/11/2011 11:13:18

    l' alligatore si puo' considerare tra i piu' fantastici detective di libri gialli! il racconto fila via bene accompagnato da pezzi di blues..grazie CARLOTTO per averci regalato un personaggio cosi'!!

  • User Icon

    Dave

    31/08/2011 11:41:29

    Una piacevole scoperta. Un ruvido giallo ambientato a Padova. Si legge d'un fiato e ci si appassiona subito ai personaggi della storia.

  • User Icon

    puzzailsignorvincenzo

    27/09/2010 22:12:08

    Una gradevolissima sorpresa, una lettura estremamente scorrevole, divertente e non troppo pretenziosa.

  • User Icon

    fabio.j

    19/05/2010 12:14:22

    Un ottimo noir! Una lettura molto divertente.

  • User Icon

    Gizzy

    12/11/2009 10:44:45

    Davvero un bel giallo! Bella trama (mai banale), il ritmo è incalzante e i personaggi affascinano. Il libro si fa leggere d'un fiato e...certamente non mi farò sfuggire il resto della serie che ha per protagonista "l'alligatore". P.s. A chi piace il genere consiglio di avvicinarsi ad Abate Francesco (Cattivo cronista + Così si dice)

  • User Icon

    andreab

    03/11/2009 10:39:30

    Gran bel noir. Primo capitolo della saga dell'Alligatore; grazie a una scrittura agile ma non banale si fa leggere tutto di un fiato per la trama avvincente e il fascino (perverso) dei personaggi, tutti border -line, persone con una loro dignità e un loro senso dell'onore anche quando non proprio "a norma di legge". Inoltre spicca una grande capacità di indagare i mali del ricco nord est, metafora di un'Italia senza più identità.

  • User Icon

    stefano cesari

    11/09/2009 19:09:34

    molto buono, come del resto gli altri che ho letto dello stesso autore: L'oscuritá immensa della notte e Niente, piú niente al mondo

  • User Icon

    lalli

    22/11/2007 13:01:45

    NOIR FAVOLOSO CHE ESPLORA IL LATO TORBIDO DELLA PROVINCIA CON I SUOI SEGRETI ED I SUOI PECCATI. LA TRAMA SI DIPANA IN UNA SERIE DI SCATOLE CINESI ED OGNI DELITTO E' PIU' AGGHIACCIANTE DEELL'ALòTRO.- MAGISTRALE

  • User Icon

    Oscar Grimaldi

    03/09/2007 10:22:36

    Carlotto è una piacevole scoperta, dopo l'ennesima delusione per l'ultima avventura della creatura di Camilleri, il commissario Montalbano. Trama avvincente, ritmo serrato, scrittura semplice. Perfetto per una lettura estiva sotto l'ombrellone

  • User Icon

    Cristiano Carpin

    07/05/2007 16:30:10

    Da padovano leggere Carlotto risulta più gradevole perchè si rivedono posti e situazioni familiari, ciò non toglie che l'autore ha una buona capacità di portare avanti il racconto e questo, tra i vari dello stesso autore,forse è il più entusiasmante e il meno prevedibile. Un giallo che ti tira dentro e ti stimola ad arrivare alla fine per riuscire a dipanare l'intricata storia descritta in apertura. Sicuramente un buon libro.

Vedi tutte le 30 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione