-15%
Nero come la notte. Copia autografata - Tullio Avoledo - copertina

Nero come la notte. Copia autografata

Tullio Avoledo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Collana: Farfalle
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 16 gennaio 2020
Pagine: 504 p., Brossura
  • EAN: 2000000042336
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 16,92

€ 19,90
(-15%)

Punti Premium: 17

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

Nero come la notte. Copia autografata

Tullio Avoledo

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Nero come la notte. Copia autografata

Tullio Avoledo

€ 19,90

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Nero come la notte. Copia autografata

Tullio Avoledo

€ 19,90

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Tullio Avoledo esordisce nel noir con un romanzo vorticosamente appassionante e di grande attualità, che non teme di calarsi nei recessi più oscuri di una società rabbiosa e corrotta.

«Se la vita è un piano inclinato, sul quale la tua caduta si fa sempre più veloce, dev’esserci un momento in cui invece di continuare a rotolare puoi fare uno sforzo e spostarti di lato per cadere dal bordo, giù nell’abisso che cancella ogni colpa»

Sergio Stokar era un buon poliziotto. Forse il migliore a Pista Prima, degradata ma ancora grassa città del Nord-Est. Fino al giorno in cui, senza saperlo, ha pestato i piedi alle persone sbagliate. Così qualcuno l’ha lasciato, mezzo morto, sulla porta dell’ultimo posto in cui avrebbe voluto finire: le Zattere, un complesso di edifici abbandonati dove si è insediata, dandosi proprie leggi, una comunità di immigrati irregolari. Quel rifugio dall’equilibrio fragile e precario – con la sua babele di lingue, razze e odori – normalmente sarebbe un incubo per uno col credo politico di Sergio. Ma è un incubo in cui è costretto a rimanere, adattandosi a nuove regole e a convivere con una realtà che un tempo avrebbe rifiutato. Per poter stare al sicuro, è diventato “lo sceriffo delle Zattere”: mantiene l’ordine, indaga su piccoli reati. Finché un giorno il Consiglio che governa il complesso gli affida un incarico speciale. Alcune ragazze delle Zattere sono state uccise in modo orribile, c’è un assassino in agguato, e solo un poliziotto abile come Sergio può scovarlo, con il suo fiuto e le sue conoscenze, ma soprattutto grazie a un’ostinazione che lo trasforma in un autentico rullo compressore. In un’Italia appena dietro l’angolo – l’Italia di dopodomani, che ci indica con chiarezza dove sta andando il nostro paese – Sergio Stokar deve tornare dal regno dei morti e rimettersi a indagare, frugando nel passato e negli angoli più in ombra della sua città, per scoprire, alla fine, che forse l’indagine è una sola, e che l’orrore si nasconde in luoghi e persone insospettabili. Tutto è legato da un filo. Un filo nero come la notte, rosso come il sangue. Perché in un mondo che ha fatto dell’avidità il suo credo non esistono colpevoli e innocenti, ma solo infinite sfumature di male.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,57
di 5
Totale 7
5
6
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    linda

    21/02/2020 18:03:58

    Libro che non passa inosservato. Come in tutti i libri di Avoledo, è presente la denuncia di una società corrotta e malata. Il protagonista è palesemente un personaggio scorretto, ma avrà l'occasione di riscattarsi. Finale non proprio lieto, ma giusto per il tono del libro. Noir in tutti i sensi. La violenza che pur può spaventare, ci sta tutta; considerando che poi purtroppo esiste nella nostra realtà .

  • User Icon

    Francesco 1912

    21/02/2020 14:37:25

    Nello scrivere questa recensione, so di non essere assolutamente imparziale. Avoledo, infatti, è uno dei miei scrittori preferiti ed ho letto tutti i suoi libri, dall'Elenco telefonico d'Atlantide a L'anno dei dodici inverni, da Tre sono le cose misteriose a Chiedi alla luce. In questo libro, Avoledo, per la prima volta, affaccia al genere noir, pur mantenendo determinate sue caratteristiche di scrittura, come il fantastico o l'apparente irrealtà storica. Il risultato è eccellente. Una città del nord est d'Italia, un poliziotto senza memoria, una ragazza coinvolgente, un ex moglie sempre affascinante. Personaggi che vivono in un mondo corrotto e sbagliato, ove il fascismo, il razzismo, la xenofobia, la fanno da padroni, ove gli immigrati son come bestie e la società è costituita da pochi grandi ricchi ed un'infinita massa di poveri ed emarginati. E' un libro crudele, che ti lascia con l'amaro in bocca, che ti emoziona. Avoledo fa dire al suo antieroe che anche un'improbabile vittoria a ben poco potrà servire per cambiare l'ordine delle cose, per cambiare una società marcia sin dalle sue fondamenta. Sergio, il protagonista, nella sua urlante rabbia, lotterà, lotterà, svelandosi novello don Chisciotte, guerrigliero palestinese, con una bottiglia molotov contro i panzer nemici. Ma, in fondo, è forse migliore la società in cui oggi viviamo?

  • User Icon

    Edo

    17/02/2020 16:13:12

    Tullio non delude mai.

  • User Icon

    Fabio

    11/02/2020 08:03:42

    Un delirio,dove realtà e fantasia si confondono continuamente,come pure ricordi ,sogni e incubi- Questo stile di scrittura è in genere un punto di forza nei romanzi di Avoledo,ma non in questo dove il risultato è una gigantesca confusione in una storia senza nè capo nè coda,in un futuro prossimo distopico in una città del Nord Est che assomiglia a Vicenza,con tanto di rettiliani e sette sataniche.Per essere Nero, questo romanzo è indubbiamente Nero, ma è anche eccessivamente violento,a tratti disgustoso senza motivo,con una trama inesistente e personaggi da fumetto splatter. Il finale poi è incomprensibile e ridicolo.Il peggiore di questo Autore, che ha scritto in passato delle storie veramente molto belle.

  • User Icon

    Albamarina

    09/02/2020 10:26:53

    Da non perdere!

  • User Icon

    whippetlogan

    09/02/2020 08:23:39

    Appassionante, scrittura esemplare. Mi manca ancora il finale, ma sembra di viverci dentro a questo nordest malsano

  • User Icon

    Andrea DC

    03/02/2020 08:47:44

    In una città immaginaria del nord est d'Italia, Pista Prima, un ex poliziotto con sentimenti nazisti, Sergio Stokar, si ritrova a vivere alle Zattere, dove una comunità di extracomunitari ha popolato tre palazzi disabitati. Il romanzo, con una ferocia descrittiva della realtà che potrebbe essere nostra, ci porta a vivere il cambiamento della persona di Stokar, che deve indagare sulla brutale morte di alcune ragazze. Avoledo stupisce ancora per la sua bravura nel sapere descrivere e muovere personaggi diversi, ognuno con la sua propria personalità, con la sua fisicità, dando vita ad una doppia storia: da un lato le persone, dall'altro la città, con le Zattere alla sua periferia. Due mondi che vivono insieme senza però integrarsi pienamente. Leggendo questo romanzo, mi sono convinto che ne verrebbe fuori uno di quei film che più mi piacciono: distopico, di denuncia, che narra le storie delle persone, che ci sbatte in faccia la realtà che viviamo, senza sapere il come e il perché. Nero come la notte è un gran bel leggere.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Tullio Avoledo Cover

    Nato a Valvasone, in Friuli, nel 1957, Tullio Avoledo ha esordito nel 2003 con “L’elenco telefonico di Atlantide” (premio Forte Village Montblanc - Scrittore emergente dell’anno), romanzo che ibridava fantascienza e mitologia con una satira feroce del mondo bancario e della società italiana ai tempi dell’effimero trionfo della web economy. Ha poi pubblicato altri undici romanzi, prima per Sironi e poi per Einaudi e Marsilio, tra cui Lo stato dell’unione (2005), Tre sono le cose misteriose (2006, premio Super Grinzane Cavour), Breve storia di lunghi tradimenti (2007), Un buon posto per morire (2011, scritto a quattro mani con Davide “Boosta” Dileo dei Subsonica) e Chiedi alla luce (2016). Ha anche pubblicato per Rizzoli una personalissima... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali