L' amante - Marguerite Duras - copertina

L' amante

Marguerite Duras

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Leonella Prato Caruso
Editore: Feltrinelli
Edizione: 32
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 7 gennaio 2015
Pagine: 123 p., Brossura
  • EAN: 9788807885921

81° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Salvato in 181 liste dei desideri

€ 8,08

€ 8,50
(-5%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

L' amante

Marguerite Duras

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' amante

Marguerite Duras

€ 8,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' amante

Marguerite Duras

€ 8,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 7,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore del premio Goncourt 1984

La storia d'amore di una francese quindicenne con un giovane miliardario cinese, sullo sfondo di un ritratto di famiglia, nell'Indocina degli anni trenta. Racconto di lucidità struggente, di terribile e dolce bellezza, "L'amante" trasfigura e risolve integralmente in una scrittura spoglia e intensa, il complice gioco che la memoria e l'oblio ricalcano sulla trama della vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,1
di 5
Totale 67
5
39
4
14
3
2
2
7
1
5
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    erasmo

    17/05/2020 19:16:01

    Cosa fa di un libro un capolavoro? Difficile a dirsi: una bella storia, un equilibrio interno perfetto, pennellate di realismo intrise di sentimento, personaggi che senti reali. E poi una modalità molto originale di raccontare una storia di amore e di erotismo, di differenze sociali, la crescita troppo veloce di un'adolescente, e sullo sfondo la storia di una famiglia molto particolare, di coloni francesi in Indocina negli anni 30. Un flusso confuso e altalenante nel tempo di ricordi, come se la voce narrante stesse guardando vecchie fotografie mescolate. La Duras in questo libro di pochissime pagine c'è riuscita appieno. Che meraviglia!

  • User Icon

    Anna

    17/05/2020 18:17:08

    La scrittura della Duras ti intrappola in un meccanismo dal quale non riesci ad uscire se non alla fine del libro. La storia può far storcere un po’ il naso, ma la Duras, bravissima anche in questo, riesce a farti dimenticare di alcuni particolari trascinandoti nel piccolo mondo di Saigon e nella vita della protagonista.

  • User Icon

    Anna

    13/05/2020 11:12:46

    Ci sono storie che partono già sconfitte, eppure non puoi fare a meno di soffrire insieme ai protagonisti in un turbinio di emozioni che sembra non avere mai fine. Struggente e tristissimo, questo testo della Duras va a colpire nei nostri punti deboli, oltre a sollevare le eterne questioni che governano il mondo. Lei, però, non lo dice mai esplicitamente. La sua è più che altro una poetica dell'assenza.

  • User Icon

    Azzurra

    13/05/2020 09:53:43

    Storia, con forte impronta autobiografica, della relazione tra una povera adolescente francese e un giovane milionario cinese, ma non solo. Sullo sfondo dell'indocina degli anni trenta, affiorano i ricordi sconnessi della protagonista che racconta il difficile rapporto con la madre, dei sopprussi del fratello maggiore e dell'impossibilità di proteggere il fragile fratello minore. Lo stile è asciutto, nel complesso gradevole, ma non ho amato la frammentarietà del racconto.

  • User Icon

    selahtull

    11/05/2020 13:20:16

    Un grande libro, scritto magistralmente. Una storia d'amore tra un'adolescente che è anche l’autrice del libro ed un ricco cinese di oltre dieci anni più grande di lei.

  • User Icon

    selahtull

    11/05/2020 12:49:41

    Un libro da divorare, una storia d'amore unica e appassionante. Scritto benissimo.

  • User Icon

    Elisa

    16/04/2020 13:22:54

    Ho adorato lo stile dell'autrice. Sicuramente uno stile così frammentario può non piacere a tutti, ma per me è ciò che ha reso una storia apparentemente "semplice" in qualcosa di unico. Una lettura imperdibile.

  • User Icon

    Silvia

    14/04/2020 09:19:15

    Libricino che si prefigge di narrare l'amore tra una francese quindicenne e un miliardario cinese di 12 anni più vecchio nell'Indocina degli anni '30, ma questo è solo lo sfondo ad una trama che va più nel profondo. La famiglia della 'bambina' non è una delle migliori: la madre sull'orlo di una crisi di nervi per tutto il corso della narrazione, che sembra non provare amore se non per uno solo dei figli; il fratello minore debole e passivo; il fratello maggiore autoritario e malvagio che per la maggior parte del tempo è inesistente se non quando appare per seminare cattiverie. La narrazione varia dalla prima alla terza persona, le frasi sono sconnesse, i brevi paragrafi non seguono una linea temporale. Al termine del libro si spera di trovare una fine degna di nota, ma quello che si legge è lasciato alla libera immaginazione, chi ci trova un termine e chi invece vede oltre. Alla fine rimane, come la scrittrice (o protagonista) scrive, "un'immagine splendida e intollerabile".

  • User Icon

    FiammaR

    23/09/2019 15:19:51

    Di fronte a L’amante ci si trova anche alle spalle di una donna che narra, già cresciuta, con tutta la potenza, però, di un ricordo vivo, narrato per immagini e tratti riconnessi tra loro nell’intimità del cuore della vicenda, che non ha un solo volto, che ha un inizio e una fine ma vive di molti aspetti e, soprattutto, non pretende di esaurirsi nelle parole: le affatica, è la memoria ad esaurirle, portarle a compimento, in quadri contingui e annessi l’uno all’altro da un filo rosso. Amore e passione di una ragazza di quindici anni e mezzo con un uomo molto più grande, una ragazza bianca amata da un cinese, carica del peso di una madre fallita e tremendamente adorata, di un fratello maggiore violento, pieno di dipendenze e privilegiato dalla madre, di un fratello minore disossato dalle dinamiche familiari fino alla morte. In fondo il libro parla della vita schiacciata che cerca in tutti i modi un varco per raggiungere la luce. Ingiudicabile, incomparabile, trasmette la sensazione grezza di una tristezza incancellabile, quanto la risoluzione della ragazzina – a diventar scrittrice, un giorno. Per non perdere memoria, per non perdersi, forse per arrivare a trovarsi per la prima volta. Lo consiglio.

  • User Icon

    ant43

    21/09/2019 00:11:19

    Con uno stile sincopato e a tratti anche ostico, che transita senza soluzione di continuità fra prima e terza persona, fra flashback e presente, Marguerite Duras racconta una storia del tutto evidentemente autobiografica – pur con qualche licenza poetica – che racconta di una madre difficile da definire se non con una sequela di aggettivi negativi e tipici di alcune sindromi psichiatriche. L’autrice ti trascina in un vortice di inganni familiari e tragedie mai dette, di odi fraterni e tentativi di protezione del più debole, di una mente e di una vita eternamente segnate dal marchio della sfiducia e del sotterfugio subito, dal più tragico ed evidente al più latente ma non per questo meno doloroso. Odio e dolore, freddissimi, altro che passione e caldo indocinese.

  • User Icon

    Francesca

    20/09/2019 16:45:27

    Nonostante la brevità del romanzo devo ammettere che ho fatto un po' di fatica a terminarlo...mi aspettavo decisamente di più.

  • User Icon

    Carla

    01/08/2019 11:46:54

    Storia di un amore straziante fra una quindicenne di Saigon e un ricco cinese raccontata con straordinaria abilità della Duras. Sicuramente un libro da leggere.

  • User Icon

    Aurora Stormborn

    10/03/2019 22:17:45

    Ho amato profondamente questo libro delicatissimo e brutale assieme. La Duras ci svela i sentimenti più profondi da lei provati quando era solo una ragazzina, in una terra straniera eppure a lei così famigliare, per un uomo del quale non pensava si sarebbe mai potuta innamorare. Meraviglioso.

  • User Icon

    Gabriella

    10/03/2019 14:20:50

    Libro favoloso! Una semi autobiografia che descrive un amore che sboccia nell’indocina francese (con descrizioni dolcemente malinconiche dell’autrice su questo luogo) fra un uomo cinese ed una ragazzina francese figlia di coloni. Assolutamente consigliato!

  • User Icon

    Cristiana

    09/03/2019 14:34:54

    Il più bello dei libri di Duras, non c'è dubbio! Un libro da leggere e rileggere e che ad ogni lettura appare fresco e nuovo. Eppure mi sembra giusto il percorso di lettura consigliato da una mia amica, grande conoscitrice (e studiosa) di Duras: prima "La diga sul pacifico", poi "Il Dolore", poi "Il viceconsole" e magari anche "La vita materiale" ; solo alla fine "L'amante". Alla fine o prima del resto, perché Duras può anche diventare, come sembra per me, il nome di una malattia cronica.

  • User Icon

    Biancalucia

    08/02/2019 17:32:31

    Intenso e delicato, bellissimo!

  • User Icon

    Anna Maria

    31/01/2019 16:21:00

    Scritto in modo divino. Divorato in due giorni. Bellissimo!

  • User Icon

    Elisa

    20/12/2018 00:50:01

    A tratti tagliente ma romantico fino all'inverosimile.

  • User Icon

    Fabio

    22/09/2018 17:06:35

    Un libro che divide, sia per storia raccontata, l'amore tra una ragazzina e un giovane miliardario cinese, sia per lo stile della narrazione, come se fosse una memoria raccontata a voce o un diario delle sensazioni più che degli avvenimenti della protagonista. Personalmente l'ho trovato interessante, non una capolavoro e forse fin troppo acclamato, ma un racconto sincero.

  • User Icon

    Adriana

    22/09/2018 16:04:21

    La storia d'amore è un pretesto per ripercorrere la storia di una vita. Un fratello tiranno, l'altro troppo debole e quasi evanescente, una madre che si finisce per non amare troppo. Infine lei, la ragazzina forte, consapevole e indipendente, che in qualche modo si sente già, melanconicamente e irrimediabilmente, vecchia.

Vedi tutte le 67 recensioni cliente
  • Marguerite Duras Cover

    (Saigon 1914 - Parigi 1996) scrittrice francese. Rientrata in Francia dal Vietnam nel 1932, prese parte attiva alla resistenza durante l’occupazione nazista; deportata in Germania, nel dopoguerra militò nel partito comunista francese, da cui venne espulsa come dissidente nel 1950. Esordì nel 1942, con il romanzo Gli impudenti (Les impudents), e si affermò nel 1950 con Una diga sul Pacifico (Un barrage contre le Pacific), la cui prosa appare influenzata dalla narrativa americana (E. Hemingway, J. Steinbeck) e italiana (C. Pavese). In seguito la sua scrittura, tesa a illuminare i temi dell’attesa, dell’alienazione, dell’incomunicabilità, si è fatta più radicalmente sperimentale (adottando uno stile caratterizzato dalla brevità... Approfondisci
Note legali