Quota Albania - Mario Rigoni Stern - copertina

Quota Albania

Mario Rigoni Stern

Scrivi una recensione
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
In commercio dal: 16 novembre 2005
  • EAN: 9788806174477
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,50

€ 10,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Quota Albania

Mario Rigoni Stern

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Quota Albania

Mario Rigoni Stern

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Quota Albania

Mario Rigoni Stern

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il diciannovenne caporale Rigoni, conoscitore di ogni sentiero, bosco e dirupo, racconta un anno di guerra e due campagne militari, in Francia e in Grecia: la scoperta della fame, la tristezza di combattere senza un perché, di occupare paesini arrampicati sulle costole di montagne straniere eppure tanto simili a quelle di casa propria.
4,33
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
1
2
0
1
0
  • User Icon

    Renzo Montagnoli

    15/07/2014 08:25:23

    Dall'autore di Il sergente nella neve, romanzo celeberrimo sull'esperienza dello stesso nel corso della tragica ritirata di Russia, questa nuova opera é la ricostruzione di un anno di guerra, dalla primavera del 1940 a quella del 1941, con due campagne militari, quella di Francia e quella di Grecia. Lo stile scarno, quasi essenziale, rende ancor più drammatiche le scene belliche, soprattutto quelle sui monti innevati dell'Albania, e testimonia ancora una volta di più la follia di un regime, del tutto impreparato a un conflitto moderno. La narrazione di Rigoni Stern, frutto sue delle annotazioni su due taccuini in questo primo anno di guerra, evidenzia la rassegnazione del soldato italiano a cui si è sempre chiesto troppo in cambio di poco o niente. Le lunghe marce nella neve, il fango che tutto inghiotte, il freddo, la fame, le precipitose ritirate rivivono in queste pagine, non di rado commoventi, anche se l'autore non calca il piede sull'acceleratore dell'emozione; però, si tratta di vita vissuta, di patimenti provati veramente, anche se inferiori a quelli della disperata ritirata di Russia, e quindi il lettore finisce con l'essere coinvolto emotivamente. Rigoni Stern non giudica, osserva, annota, si sofferma di tanto in tanto sulla bellezza di quella natura a lui tanto cara, pause di poesia nel fragore degli scoppi e delle urla dei feriti. L'autore, che è un portaordini, corre su e giù per questi monti, spesso la notte, ma a volte anche di giorno e negli orari più impensabili, perché gli ordini del comando devono essere trasmessi, in mancanza di radio funzionanti bloccate dal gelo. L'opera è molto bella, anche se leggermente inferiore a Il sergente nella neve, ma tutte le eccelse qualità di scrittore di Rigoni Stern emergono nitide facendo sì che la lettura sia sempre gratificante.

  • User Icon

    zombie49

    23/07/2009 07:23:33

    La breve campagna di Francia, quando già le truppe tedesche stavano x entrare a Parigi; i 6 mesi di guerra di posizione sui monti al confine tra Albania e Grecia. Più che un libro di guerra questo è un racconto sulla naia, frammenti spezzati di ricordi: i muli e la neve, le corse come portaordini sugli impervi sentieri che il montanaro Rigoni aveva imparato presto a conoscere; le sere attorno al fuoco con i commilitoni; le incursioni nelle case abbandonate x procurarsi un po’ di cibo; la pietà uguale x i caduti, italiani e greci, quelli irrigiditi dal gelo sulle montagne e quelli morti in un prato sull’erba di primavera; le lettere d’amore da una ragazza di Venezia, che il padre di lei considerava troppo altolocata x un semplice alpino. Al di là di tutto, l’inutilità di una guerra che i soldati combattevano senza nemmeno realmente sapere dove fossero o chi stesse vincendo, e soprattutto perché, se i paesi e le case dei nemici tanto assomigliavano ai loro.

  • User Icon

    Roberto Pons

    03/11/2002 18:57:45

    Un lettura che mi ha colpito molto. Ancora una volta Mario Rigoni Stern lascia il segno dentro di noi con un piccolo libro carico di tantissimi sentimenti. Rabbia, impotenza, dolore, ma anche speranza, amore e nostalgia per la propria giovinezza ormai lontana. L'autore ci accompagna nelle sue corse di giovane portaordini degli alpini tra boschi, montagne e valli, paradisi solo apparentemente inviolati e solitari. Nelle campagne militari di Francia e Grecia (1940-1941) il giovane Rigoni deve combattere un nemico che nessuno riesce ad odiare, deve imparare a sopravvivere alle insidie della natura, deve imparare a vivere come un soldato ed a convivere con la morte ed il dolore. Il taglio di questo libro ricorda più un romanzo che un diario: Rigoni è bravissimo, come sempre, nelle descrizioni dove la natura è soggetto, è poetico e struggente nel raccontare i propri sentimenti, è dolce e sentimentale nel ricordare la vita di tanti ragazzi consumata, per uno scopo incomprensibile, nel fuoco di una guerra assurda, insensata e crudele.

  • User Icon

    Agnese Palma

    29/01/2002 14:51:47

    Un breve libro, ripreso da qualche appunto sopravvissuto agli anni, che racconta le prime esperienze in guerra del diciannovenne alpino portaordini Rigoni, nella breve esperienza in Francia e dopo pochi mesi in Grecia. Inviato al fronte el giugno del 1940, durante il servizio militare, come accadde a molti giovani della sua generazione, descrive senza ricami né retorica i fatti, gli alpini, il loro stato d’animo nei confronti della guerra e del potere. La memoria come monito verso i fautori della guerra.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Mario Rigoni Stern Cover

    Scrittore italiano. Esordì con Il sergente nella neve (1953), una delle più notevoli testimonianze letterarie della seconda guerra mondiale, alla quale l’autore partecipò con gli alpini sul fronte russo. Dopo anni di silenzio Rrigoni Stern è tornato alla narrativa con i racconti Il bosco degli urogalli (1962) e i romanzi La guerra della naia alpina (1967), Quota Albania (1967), Ritorno sul Don (1973), Storia di Tönle (1978, premio Campiello), emblematica biografia di un solitario montanaro durante la grande guerra, uno dei suoi esiti più alti. Successivamente, accanto a nuovi romanzi, L’anno della vittoria (1985) e Amore di confine (1986), lo scrittore ha pubblicato diverse opere che testimoniano di una sua crescente adesione al mondo della... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali