copertina

Calligrafia dei sogni

Juan Marsé

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Hado Lyria
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 29 aprile 2020
Pagine: 448 p., Brossura
  • EAN: 9788830102156
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 18,05

In uscita da: 29 aprile 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Barcellona, anni '40. Ringo è un ragazzo di quindici anni che passa ogni momento libero nel bar della signora Paquita, tamburellando le dita sul tavolo per ripetere le lezioni di pianoforte che la sua famiglia non si può permettere. Da questo locale nel quartiere Gracia, Ringo è testimone della storia d'amore tra Vicky Mir e il signor Alonso: lei è una donna ingenua e facile a innamorarsi; lui è un bellissimo cinquantenne che ha iniziato a frequentarla per caso e ha finito per trasferirsi a casa sua. Un giorno però accade l'impensabile: la signora Mir si stende sui binari del tram alla ricerca di un suicidio impossibile e patetico, mentre il signor Alonso sparisce per non tornare mai più. Dal bar della signora Paquita Ringo osserva e ascolta tutto, e alla fine inizia a scrivere, invadendo di luce la triste calligrafia di un'intera generazione che con i suoi sogni ha riempito i cinema di periferia e le strade grigie di una città dove il futuro sembrava irraggiungibile.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Juan Marsé Cover

    (Barcellona 1933) scrittore spagnolo. Ha individuato un’interessante chiave di lettura dello scontro di classe nella «inevitabile» frustrazione erotica tra individui di diversa estrazione sociale. In romanzi come Ultime sere con Teresa (Últimas tardes con Teresa, 1966, nt), L’oscura storia della cugina Montes (La oscura historia de la prima Montes, 1970, nt) o L’amante bilingue (El amante bilingüe, 1990). Se ti dicono che sono morto (Si te dicen que caí, 1973, nt - titolo che riprende un verso dell’inno falangista Cara al sol), ritenuta la sua opera migliore, è un convincente affresco dei bassifondi di Barcellona negli anni Quaranta. La città catalana e la memoria della dittatura franchista fanno da fondale anche alle opere successive (Un giorno tornerò, Un día volveré, 1982, nt; Code di lucertola,... Approfondisci
Note legali