Ma che colpa abbiamo noi di Carlo Verdone - DVD

Ma che colpa abbiamo noi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Carlo Verdone
Paese: Italia
Anno: 2002
Supporto: DVD
Salvato in 7 liste dei desideri

€ 8,79

€ 10,99
(-20%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Durante una seduta di terapia di gruppo otto pazienti scoprono che la loro analista ottantenne è morta. Dopo aver tentato invano di trovare un degno sostituto, decidono di tentare la strada della terapia autogestita. Otto persone con problemi diversi cercheranno insieme di cambiare la propria vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,75
di 5
Totale 8
5
2
4
3
3
2
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Barbablu

    25/09/2019 00:19:49

    Otto persone frequentano lo stesso gruppo psicoterapico, tenuto da una vecchissima analista. Durante una seduta, la professionista, immobile e in silenzio - fedelmente all'ortodossia psicoanalitica - nella conduzione del gruppo, muore per arresto cardiaco. Gli otto se ne accorgono solo quando, insospettiti per l'eccessivamente lungo e inspiegabile silenzio, vedono la sigaretta bruciarle fra le dita

  • User Icon

    Ernesto

    22/03/2019 15:14:17

    Cara Alessandra sono passati ormai parecchi anni dalla tua richiesta, ma nel caso la tua ricerca non avesse dato esiti positivi la canzone in questione è: "Darkest Dreaming" di David Sylvian. Per quanto riguarda il film anch'io come tè l'ho visto parecchie volte, e lo ritengo uno dei migliori di Carlo. Dopo i fallimentari tentativi dell'autogestione proposta da Gegè, il gruppo dopo un po' di lontananza, si ritroverà in occasione anche di un fatto triste, a trascorrere un fine settimana insieme dove emergeranno raccontandosi, i loro cambiamenti. Ma alla fine ci si renderà conto che nulla è cambiato. O forse si.

  • User Icon

    JD

    19/02/2008 17:26:54

    Verdone alza le ambizioni,tornando alla commedia corale di "Compagni di scuola",ma risulta più bravo a dirigere gli attori che a scrivere la sceneggiatura.Guarda sempre i suoi personaggi dall'alto(lui compreso)e rende difficile allo spettatore identificarcisi,le soluzioni sono sempre le più facili e non c'è mai uno scatto graffiante.Buono l'intento di parlare del presente senza scivoloni beceri.

  • User Icon

    Alessandra

    13/09/2006 00:08:03

    Ciao a tutti, sono Alessandra, volevo dire che questo film lo avrò visto chissà quante volte, ma ora vi chiedo un grosso aiuto. Cortesemente cerco il titolo della canzone nella scena del "frigo"; sto impazzendo perchè non riesco a trovarla. Vi ringrazio anticipatamente e spero che possiate essermi di aiuto. Aspetto con ansia una Vostra risposta! grazie! Alessandra!

  • User Icon

    layne & dave

    01/07/2006 20:48:28

    gli ultimi film di verdone non ci fanno tanto ridere. questo in particolare, sembra piu' un documentario triste e malinconico sulla vita di alcuni pazzi che fan ridere solo quando si riuniscono in seduta a parlare. resta sempre il punto di forza del film verdone e la sua storia. sbanda quando si trova a contatto del gruppo, ma soddisfa. il film parte pure interessando, ma a meta' comincia a far sbuffare. fregno antonio catania.

  • User Icon

    LAURA

    07/03/2006 20:16:34

    Verdone tratta con la sua solita e brillante vena comica una tematica attualissima: quella delle patologie che affliggono la psiche umana. Bravo Carlo e complimenti a tutto il cast:Caprioli,Catania,Buy ecc

  • User Icon

    Damy

    11/11/2004 12:04:48

    Verdone sta ritrovando piano piano la sua strada che ritroverà definitivamente nel prossimo film. Per intanto un film corale godibilissimo con ottimi attori specie i giovani. Di una enorme poeticità il finale della Buy... complimenti.

  • User Icon

    ANTONELLA

    09/05/2004 12:36:23

    FILM DISCRETO, UN PO' DIVERSO DAL SOLITO VERDONE. CONSIGLIABILE DA VEDERE!!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Produzione: Warner Home Video, 2012
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 120 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; dietro le quinte (making of); scene inedite in lingua originale; foto; biografie
  • Carlo Verdone Cover

    Carlo Verdone, nato a Roma nel 1950, è attore, regista, sceneggiatore. Figlio del celebre storico del cinema Mario Verdone, Carlo consegue, nel 1974, il diploma di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia, sotto la direzione di Roberto Rossellini. Nel 1975 si laurea in Lettere Moderne, presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su “L’influenza della letteratura italiana sul cinema muto”. Tra il 1970 e il 1975 realizza cortometraggi sperimentali in super8 (Poesia solare, Allegoria di primavera, Elegia notturna) e documentari (Il castello nel paesaggio laziale, L’Accademia Musicale Chigiana). Dopo alcune esperienze teatrali in ambito universitario, nel 1977 esordisce sul palcoscenico con lo spettacolo Tali e quali (Teatro Alberichino),... Approfondisci
  • Carlo Verdone Cover

    Carlo Verdone, nato a Roma nel 1950, è attore, regista, sceneggiatore. Figlio del celebre storico del cinema Mario Verdone, Carlo consegue, nel 1974, il diploma di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia, sotto la direzione di Roberto Rossellini. Nel 1975 si laurea in Lettere Moderne, presso l’Università di Roma La Sapienza, con una tesi su “L’influenza della letteratura italiana sul cinema muto”. Tra il 1970 e il 1975 realizza cortometraggi sperimentali in super8 (Poesia solare, Allegoria di primavera, Elegia notturna) e documentari (Il castello nel paesaggio laziale, L’Accademia Musicale Chigiana). Dopo alcune esperienze teatrali in ambito universitario, nel 1977 esordisce sul palcoscenico con lo spettacolo Tali e quali (Teatro Alberichino),... Approfondisci
  • Margherita Buy Cover

    "Attrice italiana. Diplomatasi presso l’Accademia d’arte drammatica, esordisce al cinema in La seconda notte (1985) di N. Bizzarri. Bionda con gli occhi azzurri, timida e in apparenza fragile, è un volto ormai consacrato del cinema d’autore italiano. È la ragazza snob in La stazione (1990) di S. Rubini, l’innamorata enigmista in La settimana della sfinge (1990) di D. Luchetti, la nevrotica farmacodipendente in Maledetto il giorno che t’ho incontrato (1992) di C. Verdone, la contestatrice in Facciamo paradiso (1995) di M. Monicelli e la suora tentata dalla maternità in Fuori dal mondo (1999) di G. Piccioni, forse il suo ruolo più convincente, che le ha portato meritati riconoscimenti. Segue il percorso artistico dei registi con cui ha iniziato la sua carriera: C. Verdone (Ma che colpa abbiamo... Approfondisci
  • Anita Caprioli Cover

    Attrice italiana. Figlia d’arte, fin da piccola recita negli spettacoli della madre Cetti Fava. Dopo essersi formata tra Milano, Roma e Londra frequentando laboratori su Grotowski, workshop e corsi di danza classica, lavora per qualche tempo in teatro e debutta al cinema in Tutti giù per terra (1997) di D. Ferrario. Tra le sue successive interpretazioni per il grande schermo si ricordano l’attrice porno Beatriz in viaggio con la giornalista che la deve intervistare in Venti - 20 - Venti (2000) di M. Pozzi, la fidanzata di S. Rubini in Denti (2000) di G. Salvatores, l’attrice in erba di Santa Maradona (2001) di M. Ponti. Nel 2003 è nel cast di Ma che colpa abbiamo noi di C. Verdone, nel 2005 in quello della commedia a episodi Manuale d’amore di G.?Veronesi. Lavora, poi, in La guerra di Mario... Approfondisci
Note legali