Arcipelago Gulag - Aleksandr Solzenicyn - copertina

Arcipelago Gulag

Aleksandr Solzenicyn

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Edizione: 2
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 29 maggio 2017
Pagine: 1440 p.
  • EAN: 9788804680048
Salvato in 383 liste dei desideri

€ 20,40

€ 24,00
(-15%)

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Arcipelago Gulag

Aleksandr Solzenicyn

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Arcipelago Gulag

Aleksandr Solzenicyn

€ 24,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Arcipelago Gulag

Aleksandr Solzenicyn

€ 24,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 22,82 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dal Circolo polare artico alle steppe del Caspio, dalla Moldavia alle miniere d'oro della Kolyma in Siberia, le "isole" del Gulag - l'organismo che gestiva i campi d'internamento nell'Unione Sovietica - formavano un invisibile arcipelago, popolato da milioni di cittadini sovietici. Nei Gulag è vissuta o ha trovato fine o si è formata un'"altra" Russia, quella di cui non parlavano le versioni ufficiali, e di cui Sol?enicyn, per primo, ha cominciato a scrivere la storia. In un fitto intreccio di esperienze dirette, di apporti memorialistici, di minuziose ricostruzioni dove non un solo nome o luogo o episodio è fittizio, «Arcipelago Gulag» racchiude una tragica cronaca di quella che è stata la vita del popolo sovietico "del sottosuolo" dal 1918 al 1956. Un'opera corale che ha visto la luce per la prima volta a Parigi nel 1973. Questa edizione recepisce sia le aggiunte e integrazioni apportate al testo dallo stesso Sol?enicyn nel 1980 sia i successivi interventi volti a esplicitare nomi e luoghi effettuati nell'edizione curata da sua moglie nel 2006.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,61
di 5
Totale 15
5
11
4
2
3
2
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Marina53

    15/05/2020 02:58:12

    Uno spaccato di storia dolorosamente vissuta sulla Russia stalinista. Dal Circolo polare artico alle steppe del Caspio, dalla Moldavia alle miniere d'oro della Kolyma in Siberia, le "isole" del Gulag - l'organismo che gestiva i campi d'internamento nell'Unione Sovietica - formavano un invisibile arcipelago, popolato da milioni di cittadini sovietici. Nei Gulag è vissuta o ha trovato fine o si è formata un'"altra" Russia, quella di cui non parlavano le versioni ufficiali, e di cui Solzenicyn, per primo, ha cominciato a scrivere la storia. In un fitto intreccio di esperienze dirette, di apporti memorialistici, di minuziose ricostruzioni dove non un solo nome o luogo o episodio è fittizio, Arcipelago Gulag racchiude una tragica cronaca di quella che è stata la vita del popolo sovietico "del sottosuolo" dal 1918 al 1956. Un'opera corale che ha visto la luce per la prima volta a Parigi nel 1973. Solzenicyn è più che un scrittore, in Russia è un mito, un filosofo, rispettato tantissimo per le sue idee, per la sua inflessibilità e per il suo coraggio di scrivere sempre e comunque la verità. Sono 2.000 pagine, ma non mi hanno spaventata...ne è valsa la pena, non solo leggerlo ma anche comprarlo.

  • User Icon

    HarpStar

    26/09/2019 18:33:00

    Abbandonata la lettura dopo una quarantina di pagine ... troppo cruento da sopportare

  • User Icon

    Virginia

    11/03/2019 16:25:02

    Testimonianza lucida di una realtà allucinato riportata da uno stile ironicamente amaro. Fondamentale.

  • User Icon

    damiano

    24/10/2018 18:48:50

    Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    n.d.

    08/10/2018 16:40:53

    Assolutamente da leggere per capire le follie a cui possono arrivare gli uomini.

  • User Icon

    Alberto Castrini

    08/09/2013 21:40:57

    Il ponderoso "Arcipelago Gulag" lascia sbigottiti . L'enorme quantità dei crimini coinvolge una larga parte di malcapitati. Non esiste, spesso, nemmeno un motivo per essere arrestati. L'importante, per l'apparato, è raggiungere il numero in modo da dimostrare al Grande Pazzo che la macchina repressiva funziona. Le condizioni dei prigionieri sono inumane, nemmeno comparabili con il famigerato regime zarista. Arrivati al fondo (ma esiste?) degli orrori è inutile interrogarsi su quale sia stato il livello di pazzia di Stalin. La domanda vera è: "Com'è possibile che qualunque capo criminale, ad ogni latitudine, possa sempre trovare schiere pronte ad eseguire e superare ogni aberrante comando?"

  • User Icon

    valter

    17/11/2008 13:48:06

    In parte saggio, in parte autobiografia è un resoconto particolareggiato di assurde sofferenze inferte a persone incolpevoli. Un altro esempio di cosa capita quando le nazioni sono governate da individui con personalità deviate. Il tutto descritto con una certa ironia. La lettura richiede un certo impegno perché non tutti i capitoli sono scorrevoli.

  • User Icon

    Franco Da Rif

    16/02/2008 21:47:02

    Credo che Arcipelag Gulag dovrebbe essere letto dai comunisti per meditare, dopo questo consiglierei ai cristiani di leggere "Storia criminale del cristianesimo" del tedesco Karl Heinz Deschner 10 volumi 4000 pagine, l'arcipelag gulag del cristianesimo sempre per meditare. Sull'arcipelago lager del fascismo si è scritto molto ma non ancora tutto. Comunisti Fascisti e Cristiani sono accumunati da queste cose.

  • User Icon

    Claudio

    23/11/2007 15:42:09

    Capolavoro, a tratti noioso ma sicuramente grande, completo, solenne. Chi dice che non c'entra con la politica è come dire che il vangelo non c'entra con la religione, è ovvio che questa è una grande denuncia politica, ovvero la denuncia che il comunismo russo non aveva nulla di diverso da dittature altrettanto spietate come quella nazista (leggete Koba il terribile di Amis se volete altri pareri) e tuttavia non ha la stessa stigma del nazismo, e tutti tendono comunque a cercare in un modo o nell'altro di giustificare. Io oso dire che il comunismo in Russia ha per sempre cambiato la natura del popolo russo, un sistema che premiava e avvantaggiava ladri e assassini mentre massacrava e uccideva i cittadini + inermi ha infatti prodotto una sorta di selezione della specie. I più cattivi sono sopravvissuti, da quello nasce l'attuale stato civile della russia, la predominanza di killer spietati e una mafia invincibile, dai gulag che selezionavano i criminali e facevano morire i cittadini normali. Grazie a Dio Solgenizin è l'eccezione, fortunatamente è sopravvissuto e ci ha dato questa terribile testimonianza.

  • User Icon

    daniele

    30/10/2005 11:51:12

    Chi riesce a dare a questo capolavoro solo un impronta politica deve avere veramente la mente ottenebrata! Rimarrà sempre nella storia e soprattutto nella coscienza di chi lo ha letto

  • User Icon

    christian

    26/01/2005 23:55:27

    Innanzitutto andrebbe premiato chi se lo legge tutto. Ha il grande merito di aver scalfito e poi incrinato il mito sovietico. Lungo e stermitato, come l'unione sovietica. Terribile, spietato. Ma al tempo stesso profondo, ironico e bellissimo. Da far leggere agli aspiranti Bertinotti. Anche come punizione, vista la lunghezza.

  • User Icon

    Carlo

    01/06/2004 20:09:08

    Fa male come "Se questo è un uomo", ma, premesso che la politica non c'entra nulla, questo secondo me è scritto molto meglio.

  • User Icon

    aenima

    01/01/2004 15:40:06

    Leggete e meditate!

  • User Icon

    El Tigno

    27/10/2003 01:33:35

    È riuscito a "redimere" un sostenitore dell'Unione Sovietica (io)... da leggere: impressionante, monumentale, preciso, minuzioso, sarcastico e freddo. Direi che la parola "capolavoro" calza, eccome.

  • User Icon

    carlo dalle ceste

    25/05/2003 01:21:42

    un monumento letterario di inestimabile valore. l'agghiacciante realtà di uno dei più grandi macelli di carne umana della storia descritto in modo freddo,penetrante ma tragicamente minuzioso. dovrebbe essere letto nelle scuole, nelle università,ma anche nella chiese e soprattutto nelle nostre case per renderci veramente conto di cosa è stato il comunismo.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
  • Aleksandr Solzenicyn Cover

    Nasce da una famiglia discretamente agiata. Il padre muore pochi mesi prima della sua nascita in un incidente di caccia.La madre si trasferisce col piccolo a Rostov-sul-Don. Nel 1924, a causa degli espropri ordinati dal regime, i due si trovano a vivere in condizioni di grande indigenza. Aleksàndr riesce però a perseverare negli studi, fino al conseguiemento di una laurea in matematica nel 1941. È in quello stesso anno che si arruola come volontario nell'Armata Rossa e viene inviato sul fronte occidentale. Riceve un'onorificenza.Nel febbraio del 1945, però, a causa dell'intercettazione di una sua lettera in cui critica duramente l'operato di Stalin, viene arrestato.Trasferito nella prigione moscovita della Lubjanka, verrà condannato a otto anni di campo di... Approfondisci
Note legali