Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Di guerra e di noi. Copia autografata - Marcello Domini - copertina

Di guerra e di noi. Copia autografata

Marcello Domini

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Marsilio
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 10 marzo 2020
Pagine: 672 p., Brossura
  • EAN: 2000000042671
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 19,95

€ 21,00
(-5%)

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Di guerra e di noi. Copia autografata

Marcello Domini

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Di guerra e di noi. Copia autografata

Marcello Domini

€ 21,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Di guerra e di noi. Copia autografata

Marcello Domini

€ 21,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Raccontando gli anni del fascismo con un'epopea dove le storie dei personaggi dialogano magistralmente con la grande Storia, Marcello Dòmini segue le peripezie di due fratelli lungo ventotto anni, e segue, senza mai perderle di vista, le vite di tutti coloro che gli si muovono intorno. Il grande romanzo popolare di uno scrittore al suo esordio.

«Gli fu improvvisamente chiaro cosa significava essere il maggiore: sarebbe stato lui a doversi prendere cura del fratello per il resto della vita, perché erano uniti da qualcosa che non si poteva spiegare ma che c'entrava col papà e la mamma, con l'amore, la famiglia, con tutti quelli che erano venuti prima di loro e tutti quelli che erano venuti prima di loro e tutti quelli che sarebbero seguiti poi.»

«Di guerra e di noi» è la storia di due fratelli e copre l'arco di due guerre mondiali, correndo a perdifiato dal 1917 al 1945; comincia nelle campagne intorno a Bologna, e da lì non si sposta. Quando il marito non torna dalla Prima guerra mondiale, la madre dei due, ormai sola, è costretta a separarli. Il più grande, di nome Ricciotti, va a studiare in collegio a Bologna. Il più piccolo, Candido, rimane al mulino. Il collegio di Ricciotti è una scuola da ricchi, e la vita di Candido al mulino è una vita da poveri. Finiti gli anni avventurosi e duri del collegio, Ricciotti sarà segnalato per andare a lavorare nella neonata sede del Fascio di combattimento bolognese, dove incontrerà Leandro Arpinati, che diventerà suo mentore e amico. Candido resterà invece a lavorare nelle campagne frequentando sempre più quegli uomini e quelle donne che, col passare degli anni, andranno a formare le bande partigiane. Ricciotti però non è fascista, e Candido, d'altra parte, non è più di tanto interessato alla politica. Pensano entrambi a mandare avanti la famiglia, a proteggere la madre e i braccianti, pensano a correre dietro alle ragazze – donne avvolte di colori, nonostante partecipino e soffrano la guerra quanto gli uomini –, pensano a innamorarsi e poi sposarsi, e soprattutto a comportarsi bene quando molti intorno a loro, a causa della guerra, si comportano male. Come per Oskar Schindler, tuttavia, la grande occasione per trasformare la loro azienda agricola in un progetto onesto ma più ambizioso sarà proprio la guerra. Raccontando gli anni del fascismo con un'epopea dove le storie dei personaggi – mai del tutto innocenti, mai del tutto colpevoli – dialogano magistralmente con la grande Storia, Marcello Dòmini segue le peripezie dei due fratelli Chiusoli lungo ventotto anni, e segue, senza mai perderle di vista, le vite di tutti coloro che gli si muovono intorno – compagni di scuola, segretarie, squadristi, mogli, crocerossine, staffette partigiane... –, e lo fa rovesciando situazioni, svelando fondi segreti (dei muri e dei personaggi), collegando incontro a incontro, fatto a fatto, con una voce profonda, potente e in fondo scanzonata, perché è sempre la giovinezza a partire per la guerra. Il grande romanzo popolare di uno scrittore al suo esordio.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,73
di 5
Totale 67
5
50
4
16
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    philo

    01/03/2021 16:12:25

    se sei di bologna non puoi non leggerlo. regalato anche ai nonni che hanno apprezzato

  • User Icon

    giacomina dingeo

    15/01/2021 09:02:02

    Opera prima di Marcello Domini che parla delle vicende di due fratelli, Candido e Ricciotti, in particolare quest'ultimo, che attraversano la storia d'Italia dalla prima guerra mondiale alla fine della seconda, vivendo esperienze drammatiche e comiche, trattate con leggerezza, umorismo, sensibilità e sentimento. La lettura scorre veloce, tutta d'un fiato, per quanto il libro sia ponderoso, e, alla fine, lascia un senso di amarezza per come e perchè si conclude. Anche da un punto di vista storico è un libro pregevole perchè i comprimari della narrazione sono figure storicamente reali. Un gran bel libro assai consigliato.

  • User Icon

    Lucy

    06/01/2021 09:25:38

    667 pagine di emozioni vissute insieme ai personaggi di questo splendido libro che resterà per sempre nel mio cuore e nella mia mente. Ringrazio due gentilissime signore bolognesi (Franca e Carla) che mi hanno "tradotto" alcune frasi del dialetto bolognese presenti nel libro, dandomi conferma che avevo capito bene il senso del discorso. Da non perdere!

  • User Icon

    Bibliofila

    30/12/2020 16:43:45

    “Di guerra e di noi” racconta la storia di due fratelli costretti a confrontarsi troppo presto con la brutalità della guerra e i suoi effetti. Forse l’utilizzo del dialetto già dalle prime righe può risultare spiazzante per un lettore non abituato a leggere espressioni dialettali, ma sicuramente permette di entrare fin da subito nel contesto in cui si svolge la storia.

  • User Icon

    MARIAC

    30/12/2020 10:30:21

    Bellissimo romanzo d'esordio di Marcello Dòmini, un romanzo ambientato sullo sfondo delle due Guerre Mondiali e della dittatura, precisamente tra il 1917 e il 1945 in cui la storia familiare del protagonista Ricciotti si mescola con gli avvenimenti e ne diventa parte integrante. Un romanzo storico, molto realistico e dettagliato che fa partecipe il lettore delle dinamiche e delle contraddizioni politiche e sociali del periodo. La storia si sviluppa tra Bologna e provincia ma è una storia tutta italiana in cui l'intreccio è coinvolgente e in cui la commistione dell'italiano con il dialetto bolognese lo rende ancor più vero, genuino e allegro. Una lettura piacevolissima e scorrevole. Consigliatissimo!!!!!!

  • User Icon

    Anto

    23/09/2020 05:35:30

    Questo romanzo è un romanzo di formazione, un romanzo storico e una saga familiare; è la storia di Ricciotti Chiusoli, ma è anche la storia dell'Italia che va dal 1917 al 1945, data di liberazione dalla dittatura fascista. La tranquillità della famiglia Chiusoli è spezzata dall'arrivo di un calesse al mulino di famiglia, che sorge nei pressi di Bologna. L'ufficiale che si trova sul calesse è venuto ad annunciare la caduta del capofamiglia in guerra; per Ricciotti finisce in quel momento l'infanzia. Il bambino si rende conto di dover assumere il ruolo di capofamiglia e che per sempre avrà il compito di proteggere il fratello minore, verso cui improvvisamente prova dei sentimenti nuovi di tenerezza e responsabilità. Passano gli anni, Ricciotti cambia diversi lavori e sposa Pina, dalla quale ha due figlie. Scoppia la guerra, l'Italia si allea con la Germania, si diffondono le leggi razziali e i bolognesi non tollerano il regime. I partigiani si organizzano e Ricciotti dà sempre una mano a chi ha bisogno di generi alimentari, di essere nascosto o di essere condotto da medici compiacenti. Finalmente gli alleati sono alle porte, è il 1945 e Bologna è libera e in festa. Ho amato molto questo libro, così come ho amato molto il suo protagonista, del quale seguiamo la crescita, non solo fisica, ma anche morale. Ricciotti diventa un uomo leale, disposto a rischiare la vita per i più deboli, pronto a reagire ai cambiamenti e ad adeguarsi ad essi con intelligenza e spirito d'iniziativa. Da bambino discolo, si trasforma in uomo responsabile, mantenendo sempre i principi morali e una sottile ironia, che userà anche per prendersi qualche rivincita. Anche tutti gli altri sono personaggi ben caratterizzati e difficili da dimenticare: Candido, Uliano, Pina, Gaetana, la signorina Teresa, don Paolo e lo stesso Arpinati, forse il personaggio più complesso di tutto il romanzo. In sintesi, è un romanzo che consiglio caldamente. Una delle letture più belle letture dell'ultimo periodo!

  • User Icon

    Rita

    30/06/2020 13:34:20

    Bellissimo. Impossibile interrompere la lettura. Letto in pochi giorni.

  • User Icon

    Cristiano Boggi

    11/06/2020 08:26:45

    Quella della famiglia Chiusoli è la storia di moltissime famiglie italiane. Tutti noi conserviamo la foto di un avo, nella posa improbabile che rende le foto dei soldati di tutte le guerre, inesorabilmente uguali. Perché sono le guerre a essere inesorabilmente tutte uguali. Così il mio bisnonno Pietro, morto al Monte San Michele il 10 gennaio del 1916, era vestito sicuramente come il tenènt e come Gaetano nell’ultima foto che aveva mandato sua moglie. Tutti tre; avevano perfino gli stessi baffetti e gli stessi capelli corvini. Chiusoli Gaetano è il bisnonno di tanti italiani e Ricciotti e Candido sono i nostri nonni. Le loro vicende sono quelle che abbiamo nel nostro patrimonio genetico. Quello di Marcello Dòmin è un romanzo che profuma di ricordi come un album di foto, o come un vecchio diario scritto in un dialetto ormai quasi perduto. È il racconto, impastato di nostalgia e di rimpianto, di tempi peggiori che forgiavano persone migliori. È la memoria dei valori perduti, della terra e delle radici. È una lettura del passato, che non può che essere utile a capire come siamo arrivati fin qui.

  • User Icon

    zaagoor

    03/06/2020 15:59:05

    Romanzo popolare che narra la storia di due fratelli rimasti orfani a seguito della morte del padre durante il primo conflitto mondiale La madre è costretta a dividerli mandando uno a studiare in un collegio mentre l'altro a proseguire il lavoro al mulino Interessante romanzo che segue le vite dei due fratelli,fra scelte,amori,guerra in un periodo difficile Non vedo l'ora di poterlo leggere interamente in tutte le sue sfaccettature

  • User Icon

    Max

    17/05/2020 11:15:43

    L'avvento del fascismo e la seconda guerra mondiale a Bologna. In realtà la grassa Bologna riflette tutta l'italia e, attraverso la storia di 2 fratelli, come una nazione ha affrontato un'epoca ancora controversa in cui la chiave di lettura risente ancora, dopo decenni, di una chiave di lettura oggettiva. Su questo l'umanità dei personaggi che cercano la propria strada in un periodo nebuloso e con messaggi contrastanti in cui i buoni devono scendere a compromessi per mantenere la loro purezza. Lettura sempre più avvincente nel corso delle pagine, un po' come l'epoca descritta dove un movimento dapprima di pochi ha condotto un Paese in un evento più grande di lui.

  • User Icon

    Mirage

    15/05/2020 10:02:12

    una scrittura veloce e scorrevole… un libro coinvolgente che ci accompagna in un periodo difficile della storia italiana, facendoci rivivere quelle vicende con gli occhi di un bambino che diventa uomo e che nonostante tutto riesce a mantenere la sua umanità...

  • User Icon

    Lucia

    15/05/2020 08:58:22

    Ho avuto i brividi sulla pelle alla lettura del testo. Con ventotto anni di vita di due fratelli. Cosa mi ha colpita di più? Sicuramente la parte in cui si parla di Ricciotti e del suo incontro con Leandro. Da non trascurare anche il passaggio in cui si fa riferimento a Candido che lavora al mulino ed ha un’esistenza da poveri.

  • User Icon

    Vale

    14/05/2020 10:51:38

    Uno spaccato di storia italiana che si dipana nell'arco delle due guerre mondiali. Vuole trattare con imparzialità e obiettività l'orrore della guerra attraverso gli occhi di una famiglia tipica del tempo. Forse a tratti la volontà di umanizzare determinate figure sfocia in un eccesso di indulgenza. Comunque ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    lorenzo67

    12/05/2020 11:20:18

    Molto bello , uno dei migliori libri scritti ultimamente sul periodo fascista fino alla liberazione , un po’ saga famigliare un po’ romanzo storico , molto scorrevole e piacevole , complimenti all ‘ autore

  • User Icon

    Valentino Esposito

    11/05/2020 18:43:59

    Questo libro oggi è fondamentale. Di fronte al riemergere dei fantasmi dei giorni più bui del secolo passato, rivivere le vicende della nostra storia, i suoi mali e i valori di chi ha combattuto quei mali, è fondamentale per imparare a contrastare questi fantasmi che con vesti diverse sono pericolosamente riemersi anche nel nostro presente.

  • User Icon

    Simona

    11/05/2020 15:26:23

    un libro meraviglioso e coinvolgente

  • User Icon

    mika

    11/05/2020 13:58:55

    Romanzo bellissimo, commovente, ironico ed avvincente. Spero di leggere presto il secondo libro di questo autore.

  • User Icon

    AntonioB.

    11/05/2020 13:47:20

    Stupendo, coinvolgente. Per gli amanti del genere è un libro che non può non essere letto. Ne consiglio vivamente la lettura.

  • User Icon

    Da non perdere

    11/05/2020 13:20:03

    «Di guerra e di noi», libro di esordio di Marcello Dòmini, tratta la storia di due fratelli e di due guerre mondiali, dal periodo che va dal 1917 al 1945; Il libro è interamente ambientato nelle campagne intorno a Bologna. La storia tratta di una madre, che quando il marito non torna dalla Prima guerra mondiale, è costretta, ormai sola, a separare i suoi figli, i due fratelli. Ricciotti, il più grande dei due, va a studiare in collegio a Bologna, il Collegio Ungarelli, luogo austero e grave, imponente, e circondato da un vasto parco secolare. Candido, invece, il più piccolo, rimane a lavorare al mulino con la madre. Si contrappongono qui i due stili di vita dei due fratelli. Nel collegio Ricciotti, conduce una vita da ricchi, mentre Candido al mulino una vita da poveri. Finiti i duri anni del collegio, Ricciotti sarà segnalato per andare a lavorare nella appena nata sede del Fascio di combattimento bolognese, dove conoscerà Leandro Arpinati, uomo colto e di successo che diventerà suo mentore e amico. Candido restando a lavorare nelle campagne, inizierà a frequentare sempre più quegli uomini e quelle donne che, andranno a formare le bande partigiane. Entrambi però, più che sulla politica, sono concentrati a mandare avanti la famiglia, a proteggere la madre e i braccianti, pensano a corteggiare le ragazze, pensano a innamorarsi ed a sposarsi, e soprattutto e mantenere un atteggiamento corretto nei confronti di chi li circonda, nonostante i tempi che corrono. Un grande romanzo popolare di uno scrittore al suo esordio, che racconta egregiamente la storia di questi due fratelli, storia lunga 28 anni, e che si intreccia con la storia del nostro paese. Marcello Dòmini, medico-chirurgo e professore associato all’Università di Bologna dal 2004, opera e svolge le sue ricerche nell’ambito della chirurgia pediatrica. Di guerra e di noi è il suo primo romanzo.

  • User Icon

    vibrissa

    11/05/2020 12:43:52

    Prima opera e io adoro le prime! L'autore la guerra non l'ha vissuta ma l'ha saputa raccontare magistralmente. Bologna negli anni del fascismo, la si respira, la si vive tra le pagine. Dall'apoteosi alla caduta del fascismo e dentro a tutto ciò, la saga di una famiglia bolognese.

Vedi tutte le 67 recensioni cliente
  • Marcello Domini Cover

    Medico-chirurgo e professore associato all’Università di Bologna dal 2004, opera e svolge le sue ricerche nell’ambito della chirurgia pediatrica. Di guerra e di noi (Marsilio, 2020) è il suo primo romanzo. Approfondisci
Note legali