Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Le scarpe appese al cuore - Ugo Riccarelli - copertina

Le scarpe appese al cuore

Ugo Riccarelli

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 128 p.
  • EAN: 9788804514398
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 12,00

Venduto e spedito da Libreria Fernandez

Solo una copia disponibile

+ 4,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 9,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Questo libro è la testimonianza di un tortuoso cammino di dolore e speranza: un incubo che inizia con un'asma da bambino e si conclude, dopo una lunga sofferenza, con un difficile trapianto di cuori e polmoni riuscito e il ritorno a casa. Ma, al di là della partecipata descrizione di una profonda esperienza personale, "Le scarpe appese al cuore" è soprattutto una riflessione sul senso della vita e della morte, un'opera che sa trarre verità universali da un fatto privato.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Maria Francesca

    05/08/2003 10:07:45

    Un'esperienza di vita vissuta con la compagnia della sofferenza fisica, un libro che va letto soppesando le parole, con calma; gustando lentamente frasi che sembrano poesie, impressioni che sembrano filosofia, immagini che sembrano quadri dipinti... Con un finale-lettera che lascia sbigottiti per la delicatezza del ricordo. "Dal buio non ho saputo nulla\ La conoscenza,\ come sempre,\ sarà anche ora\ un pesante psso dopo l'altro." Così termina il libro, col sapore di una vita riconquistata a fatica, un respiro-passo dopo l'altro, in una ipotetica partita a scacchi con la Morte.

  • Ugo Riccarelli Cover

    Ugo Riccarelli, nato a Ciriè nel 1954, apparteneva a una famiglia toscana e aveva vissuto a lungo a Roma, lavorando nello staff del primo cittadino Veltroni prima e con il Teatro di Roma poi.Aveva studiato Filosofia all'Università di Torino "superando tutti gli esami, ma non sostenendo l'esame di Laurea"."Per molto tempo - scriveva sul suo blog - mi sono occupato di azione e promozione culturale in campo scolastico e teatrale, aprendo un cineclub, fondando un gruppo teatrale, lavorando in biblioteche civiche. Nel 1985 ho iniziato il mio percorso di emigrante al contrario, cominciando a scendere a Sud, verso Pisa dove ho vissuto per 16 anni continuando ad occuparmi di teatro. È di questo periodo la collaborazione con Il Teatro del Tè diretto da Claudio Neri, con... Approfondisci
Note legali